L’assemblea degli Studenti dell’IPS Vincenzo Telese a Enzo e Marrazzo: “Non vi interessa del nostro istituto”

1

Con un documento inviato al consigliere delegato della Città Metropolitana alla scuola, l’avv. Domenico Marrazzo e al sindaco di Ischia, Enzo Ferrandino l’assemblea degli studenti del Telese chiedono attenzione per il grave problema delle “aule mancanti”.

“L’Istituto Vincenzo Telese – scrivono gli studenti – è il fiore all’occhiello degli Istituti Superiori dell’Isola d’Ischia. Da questo istituto sono usciti numerosi Chef stellati, Barman, Comis di sala, Maitre, Sommelier, Grafici e pubblicitari di prestigio internazionale che danno lustro non solo all’isola d’Ischia ma all’intera Regione Campania ed tutto il nostro paese.

Eppure, come a voi noto,  da ormai oltre 20 anni – sottolineano – abbiamo la mancanza di ben 25 aule con la necessità quindi di turni pomeridiani di rotazione, di orari complessi. che non ci consentono di realizzare serenamente le innumerevoli attività in cui siamo impegnati. Solo il rigore, la disciplina, la professionalità dei docenti, del personale della scuola e di noi studenti, consente di mantenere fede agli impegni di studio e di professionalità che ci contraddistinguono.

In qualità di studenti e studentesse chiediamo di sapere  se la situazione che presentammo in data 24/01/2020 nella sede principale della Città Metropolitana sia stata presa in considerazione. Ci chiediamo se è stata pensata una soluzione per i nostri problemi, confermando quella prospettata  in quella riunione..

In quella sede ci è stata proposta la soluzione di consegnare all’I.P.S. Telese le aule liberate dal Liceo nella loro sede di Lacco Ameno. Abbiamo letto l’approvazione del bilancio 2020 della Città Metropolitana con lo stanziamento dei fondi che dovrebbero essere destinati all’acquisto della verticale del polifunzionale, destinata al Liceo Statale Ischia per completare il loro progetto di sede unica.

La soluzione, sempre più vicina per il Liceo di Ischia, parrebbe rappresentare l’occasione per un soluzione dei problemi dei nostri doppi turni. Ma una strana opacità sembra circondare l’intera operazione come se la soluzione dei gravi problemi degli spazi del nostro Istituto fosse, in fondo, poco rilevante.

Fiduciosi  attendiamo un riscontro e ci farebbe piacere ricevere informazioni su come la Città Metropolitana,  di concerto con le altre Istituzioni locali,  si sta muovendo nei confronti del nostro istituto che ci consenta di ribadirlo è una vera e proprio eccellenza tra le scuole dell’Isola D’Ischia La situazione – concludono – è invariata da troppi anni ed è ora di cambiarla e ripristinare la normalità per  alunni, docenti e tutto il personale della scuola.”

1 commento

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui