fbpx
giovedì, Maggio 23, 2024

Forio è fallita la DADA modello De Vita. Da lunedì si torna alla scuola “normale”

Gli ultimi articoli

La Dirigente visto il Dlgs 165/01 art.25, vista la delibera del CDI del 10/4/2024, vista la decisione del gruppo di lavoro del 19/4/2024, avvisa che dal 19/4/2024 l’esercitazione di cui all’oggetto è terminata e dal 22/4/24 le lezioni si svolgeranno come di consueto. L’uso degli armadietti è interdetto temporaneamente fino a nuove disposizioni” con queste parole il Dirigente Scolastico, Dott.ssa Carmela De Vita, del Comprensivo Forio 1 si arrende rispetto alla folle decisione di applicare la DATA al Plesso Santa Caterina da Siena.

Una resa su tutta la linea che arriva dopo la figuraccia rimediata a livello nazionale e dopo il delirio totale a cui ha esposto gli allievi della scuola media di Forio per una settimana. Un delirio totale che ha toccato picchi di confusione e di distrazione in tutta la comunità scolastica di Forio.
La figuraccia più grande, di cui sono stati informati anche gli uffici scolastici superiori fino al Ministero, non è l’annullamento del presunto esperimento mal riuscito, bensì l’aver adottato una modalità di studio protetta da un marchio registrato e senza che la scuola di Forio fosse iscritta alle rete ufficiale di questa innovativa modalità di apprendimento.

La DADA, come abbiamo più volte scritto, è una vera e propria rivoluzione nel modo di concepire la scuola in Italia. Applica, qui da noi, la modalità di apprendimento che si usa in America: ovvero ogni docente ha un’aula a disposizione e gli alunni, alla fine dell’ora, migrano da una classe all’altra. Tutto questo, ovviamente, prevede oltre all’aggiornamento del corpo docente anche una profonda e intensa condivisione dei principi e della modalità operative con tutta la platea degli studenti. Deve tenere in considerazione le difficoltà di quegli studenti che hanno difficoltà motorie, degli studenti più fragili e non può essere applicata dall’oggi al domani, sotto l’ombrello bucato della sperimentazione, in un plesso che non è pronto ad ospitare lo spostamento di centinaia di ragazzi invece dei pochi docenti che al cambio ora vanno da una classe all’altra. Un fallimento totale!

Già, un fallimento totale che è stato ufficializzato con la circolare numero 229 del 19 aprile 2024 e di cui vi abbiamo riportato il contenuto ad inizio articolo. Una sperimentazione partita male e finita male.
Una sperimentazione che, tra l’altro, va detto non aveva neanche tutte le dotazioni logistiche necessarie per poter essere applicata se consideriamo che dei famosi “armadietti”, ne mancano oltre 50 all’appello per soddisfare l’intera platea. Ovvero 100 ragazzi ne sono sprovvisti.

La circolare 229 che conferma la fine dell’esercitazione (già questo termine è del tutto fuori luogo), arriva dopo la comunicazione di ieri che ha il senso di una pura manifestazione di scusa verso chi, invece, aveva protetto la propria iniziativa con un marchio registrato: “Si precisa che la scuola non è nella rete delle scuole DADA” e, ancora, “Il modello DADA ha un marchio registrato a cui l’IC Forio al momento non può riferirsi”.
Una magra figura dell’istituzione scolastica foriana e isolana che si è esposta da un gratuito pubblico ludibrio su scala nazionale. A Forio, in poche parole, invece di contattare l’associazione nazionale e seguire il percorso di affiliazione e organizzazione riconosciuto, si è fatto come il famoso Mixed By Erri: il pezzotto! Come le musicassette. Come il contrabbando. Già, una modalità di apprendimento da fuori legge!

RICHIESTA L’ISPEZIONE MINISTERIALE
Nel frattempo, dopo le varie segnalazioni inviate a tutti gli organi superiori della scuola di Forio, in particolare, c’è chi ha scritto all’USR per la Regione Campania, alla direzione dell’Ufficio Scolastico Regionale, al Ministero dell’Istruzione del Merito all’attenzione del capo di gabinetto dott. Recinto e all’assessore regionale Lucia Fortini al fine di poter avere una ispezione urgente e fare chiarezza su tutti gli atti che sono stati prodotti dalla dirigenza scolastica e, soprattutto, sapere se l’associazione Scuoledada abba diffidato il Comprensivo Forio 1 per l’uso non autorizzato dal modello registrato.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Gli ultimi articoli

Stock images by Depositphotos