Forio, dopo il concorsone degli 11 ecco altre 12 assunzioni: partono gli avvisi di mobilità

0

Ugo De Rosa | Per rimpolpare la pianta organica depauperata dai numerosi pensionamenti e in ossequio al fabbisogno di personale stimato, il Comune di Forio deve procedere all’assunzione di sei istruttori di vigilanza cat. C a tempo indeterminato part-time, da destinare ovviamente alla Polizia Municipale, e sei istruttori Cat. C da destinare all’area di attività amministrativa, sempre a tempo indeterminato part-time. In tutto dodici figure.

E come è prassi, al momento si parte con gli avvisi di mobilità da altri Enti pubblicati dal responsabile del III Settore Vincenzo Rando, prima di dare il via ad eventuali procedure concorsuali.

La sostanza è identica per entrambi i casi, compresa la richiesta della conoscenza della lingua inglese e dell’uso delle apparecchiature informatiche. Dunque alle due procedure di mobilità «possono partecipare i dipendenti in servizio di ruolo, a tempo indeterminato e part time e che abbiano superato il periodo di prova, presso Amministrazioni Pubbliche del comparto Enti Locali, appartenenti alla categoria C corrispondente al posto che si intende coprire».

Sempre in entrambi i casi il termine perentorio per la presentazione della domanda scade il 15 novembre prossimo.
Nei due avvisi si specifica che «I candidati in possesso dei requisiti previsti dal presente avviso saranno chiamati a sostenere un colloquio tecnico e motivazionale finalizzato a valutare le attitudini al ruolo da ricoprire, la rispondenza delle caratteristiche professionali dell’aspirante alle esigenze dell’Ente e verterà sulle materie specifiche della professione, nonché sulla proposizione di casi e particolari situazioni di lavoro. Il colloquio verrà effettuato dal Dirigente responsabile dell’Area di destinazione, eventualmente coadiuvato dai propri collaboratori. Il colloquio non è impegnativo né per i candidati né per l’Amministrazione qualora dallo svolgimento dello stesso non emerga alcuna professionalità idonea».

E qui, in particolare per quanto riguarda gli istruttori di vigilanza, viene in mente il caso dei vigili urbani di Ischia che avevano partecipato ad una precedente procedura di mobilità ma erano stati “scartati”, bocciati perché non ritenuti idonei benché avessero già prestato servizio a lungo alle dipendenze del Comune capoluogo.

Terminati i colloqui, verrà reso noto l’esito della selezione «e in particolare l’individuazione del/i candidato/i ritenuto/i più adeguato/i a soddisfare le esigenze del Comune». Ma attenzione, Rando specifica che «La procedura di selezione non si perfeziona necessariamente con la formazione di una graduatoria». Infatti «L’Amministrazione procederà all’immissione in servizio del dipendente come precedentemente individuato, tramite cessione del contratto individuale di lavoro stipulato con l’Ente di appartenenza. L’assunzione è subordinata al rilascio del nulla-osta definitivo da parte dell’Ente di appartenenza entro un termine perentorio che verrà assegnato dal Comune di Forio, trascorso il quale il Comune stesso è legittimato a procedere con altri candidati se di professionalità ritenuta adeguata. Il Comune di Forio si riserva, altresì, la facoltà di non dar corso all’assunzione stessa qualora i termini del trasferimento risultino incompatibili con le proprie esigenze».

In parole povere, il Comune mette le mani avanti. Vedremo se arriveranno le dodici candidature e se alla fine questa procedura di mobilità andrà a buon fine.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui