Di Bello appare sicuro: “Abbiamo compiuto un miracolo”

0

Ci sarà ancora da soffrire. E tanto. Il destino dell’Ischia Isolaverde è appeso ad un filo e l’amministratore unico Vittorio Di Bello traccia un bilancio dopo quanto successo nella giornata di ieri, giornata all’insegna di ribaltamenti di fronte continui e sensazioni contrastanti. «Abbiamo compiuto un miracolo», questo l’incipit della breve dichiarazione rilasciata da un Di Bello che risponde al telefono nonostante l’ora tarda e 24 ore che molto difficilmente dimenticherà. Il dirigente isolano appare orgoglioso, ma tutto è ancora da vedere: «Grazie al sottoscritto, a Carlino e Rapullino l’Ischia Isolaverde ha presentato quanto necessario per potersi iscrivere al campionato si quarta serie. Adesso – continua Di Bello – attendiamo la risposta della Covisod». E non potrebbe essere altrimenti: sarà l’organo di controllo, infatti, a decidere se il ricorso dei gialloblu è a norma.
L’amministratore unico torna sulle vicende di ieri. E va nello specifico, non disdegnando attacchi frontali: «Non è stato semplice. Alle 16 l’Ischia era fuori. In mattinata ho contattato varie persone dell’isola di Ischia, tra cui i rappresentanti della dirigenza della Nuova Ischia. Servivano 25 mila euro, che tra l’altro avrei restituito, ed invece non ho avuto nulla. Le risposte che ho ricevuto sono state vergognose».

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui