Cuore e cervello | #4WD

Daily 4ward di Davide Conte del 17 settembre 2020

0

Quando il valore supremo dell’amicizia (che, come ama ripetermi spesso Peppino Brandi richiamando il commiato tra Polonio e Laerte nell’Amleto di Shakespeare, dopo l’amore è il più grande sentimento che alberga nel cuore dell’uomo), viene calpestato senza pietà all’insegna di qualsiasi altro interesse o sopravvenuta -per quanto discutibile- esigenza, l’esistenza di qualsiasi individuo ancora dotato di un briciolo di sensibilità viene messa a dura prova.

Ti passano davanti momenti vissuti insieme, emozioni, gioie e dolori, tutti trascorsi con l’intensità propria delle persone che si vogliono bene e che farebbero reciprocamente qualsiasi cosa l’una per l’altra; e questa continua proiezione di immagini così importanti della tua vita ti spinge, ancora una volta, a riflettere incredulo sul perché tutto ciò possa accadere. E se nel rapporto di sangue o di coppia tale incredulità è suffragata -com’è giusto che sia- proprio dall’amore, in amicizia arrivare a una conclusione soddisfacente è difficile sul serio.

Poi, però, deve subentrare la ragione, quella che ti consente di spegnere il cuore e accendere il cervello, non fosse altro che per il rispetto della tua dignità, che è altrettanto sacro e inviolabile. Come dire: in attesa che l’altro o l’altra rinsavisca, precedenza assoluta alla necessità di impedire a chiunque tenti di mettere in discussione (peggio ancora se in modo mendace e irragionevole) la tua rettitudine e la tua onestà di perseguire tale obiettivo. E a quel punto, non c’è indulgenza che tenga!

Il decadimento dei valori umani, proprio della società in cui ormai siamo costretti a vivere, mette a rischio anche le convinzioni più incrollabili, specialmente quelle che un genitore tenta di trasmettere al figlio quali priorità inderogabili, salvo vedersele contestare in virtù del suo raffronto con la stragrande maggioranza degli “altri” che si comportano diversamente.

Tenere duro, in questo senso, è d’obbligo. Riuscirci, una preziosa conquista.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui