Società

Il luccichio di tante candele per l’inaugurazione della mostra “Magia su vetro” di Arca Annoiato

Anna Lamonaca | Nella penombra di una bella sala allestita per l’occasione è apparsa ai visitatori come per magia l’immagine del luccichio di tante candele ad illuminare il vetro, la sua trasparenza e le decorazioni dipinte a mano dall’Artista Arca Annoiato in esposizione. Un bagliore faceva risaltare le decorazioni, un vero e proprio “incantesimo” agli occhi di tutti coloro che sono accorsi lunedì scorso a Lacco Ameno per l’inaugurazione della sua mostra “Magia su vetro”. In esposizione oggetti di vetro decorati e dipinti con vari colori: porta candele, vasetti, bottiglie, bicchieri realizzati con un materiale che in genere viene usato per creare semplici accessori, ma che con estro e creatività e sotto l’azione delle mani pazienti ed ingegnose dell’artista si sono trasformati in opera d’arte ed hanno illuminato lo spazio dell’info point gremito di ospiti.
Tutto questo è accaduto il 6 dicembre alle ore 18.30. Le opere resteranno in mostra per coloro che vorranno vederle o acquistarle fino al 13 dicembre nell’ufficio situato al pianoterra del Comune di Lacco Ameno a Piazza Santa Restituita.
L’artista d’origine procidana ha scelto questo piccolo comune della nostra isola per esporre le sue opere proprio perché curato, elegante e perché ha trovato una piacevole accoglienza e la disponibilità dell’Assessore Cecilia Prota.
Al buio tra mille scintillii si è dato via al vernissage, le sue creazioni hanno preso vita illuminando tutt’intorno come tante piccole lucine creando un’atmosfera da favola, vetri artistici di altissima qualità, dove il colore si fondeva con la luce e con le trasparenze ed il risultato non poteva che essere favoloso. Difficile credere che un prodotto che fa parte della nostra vita quotidiana, come un contenitore di vetro, un piatto, un bicchiere, una bottiglia, un porta candele possano diventare protagonisti di una sorprendente mostra di composizioni artistiche.
Il vetro è un materiale che da tremila anni incanta come nessun altro per le sue doti uniche di trasparenza e leggerezza visiva e per la sua duplice natura, quella di essere fragile e forte al contempo. Ha qualcosa di magico. nasce da polveri amorfe e prende vita col fuoco, ma con l’aggiunta del colore, dei disegni, delle linee e forme tracciate dall’artista esso ha acquistato una vera e propria anima.
Le opere di Arca realizzate a mano, con passione, amore, cura del dettaglio ed uniche hanno incantato i visitatori infiammandosi come tante lanterne, lucine nel buio rendendo vera una frase detta dalla sua artista: “Tutte le volte che accendi una candela, un Angelo mette le ali”.
Presenti oltre a molti turisti ed ischitani anche alcuni artisti locali tra cui Adelante Gianni Mattera ed Ylenia Pilato che sono andati a visitare ed omaggiare la loro collega.
Arca ci ha raccontato: “E’ stata una bellissima esperienza, sono venute a trovarmi persone da ogni parte dell’isola, ho ricevuto tanti complimenti da molti che avevano assistito a tante altre mostre, ma questa per loro era risultata molto suggestiva e magica, è stata un’esperienza che non ho potuto però godere a pieno perché avevo il mio cane di 15 anni che ha deciso di lasciarmi la mattina dopo l’inaugurazione, chi ama gli animali sa cosa significa, lo dovevo a Ninni perché è stato un cane fiero e dignitoso fino all’ultimo. La mostra è stata una bella esperienza che voglio ripetere per quelle persone che non sono state presenti. Molte delle mie opere sono realizzate su oggetti di vetro comune, mi piace pensare che la gente possa usare i miei oggetti dipinti o magari regalarli, sono dipinti con colori acrilici e personalizzati, a Procida in passato ho decorato porte e vetrate, mi piacerebbe molto ricominciare a farlo su commissione anche qui. In questi giorni c’è stato un bel via vai di gente, ho ricevuto molti complimenti in molti hanno trovato i miei lavori fini ed originali. Mi è stato commissionato un quadro con delle richieste particolari: mare e tramonti che sono il mio cavallo di battaglia. Questo quadro che farò appena possibile sarà posizionato su una barca a vela, mi piace pensare che la mia opera solcherà molti mari. Spero di essermi fatta conoscere un po’ con la mia arte e spero d’incontrare ancora tante persone nuove ricordando a tutti che ci sarò fino a giovedì.”

Add Comment

Click here to post a comment