Scendendo dalla passerella… | 4WD

Daily 4ward di Davide Conte del 29 dicembre 2019

0

A proposito della nostra crociera MSC ai Caraibi che finisce oggi, vorrei soffermarmi su alcune valutazioni relative a questo segmento del mondo turistico, che già qualche giorno fa ho richiamato sotto il profilo induttivo in un 4WARD a proposito dell’economia di Roatan, isola dell’Honduras grande più o meno quanto Ischia e con quasi il doppio degli abitanti.

Sul piano personale, ero già arrivato da tempo alla conclusione che la crociera non rappresenti il mio modello di vacanza ideale: le navi moderne sono diventate vere e proprie città da oltre seimila abitanti, se si considerano ospiti e personale tutti insieme. Ovviamente il crocierista è preparato a tutto ciò, così come alla “toccata e fuga” in ciascuna località toccata dall’itinerario, ma è altrettanto vero che molti dei posti visitati non sarebbero stati, con tutta probabilità, oggetto di un viaggio mirato, specie in virtù della considerevole distanza e dei costi per raggiungerli. Ergo, mettere un’ulteriore, piacevole e meritata bandierina al proprio planisfero è senza dubbio uno dei positivi rovesci della medaglia.

Tecnicamente parlando, credo che la macchina organizzativa delle crociere sia assolutamente perfetta e non solo nei mille modi di spillare al viaggiatore la maggior quantità di soldi possibile! Per carità, quest’ultimo aspetto è tutt’altro che trascurabile, tenuto conto che sui principali introiti storici di ciascun itinerario (escursioni, foto e casinò) oggi prendono piede le novità dei pacchetti bevande al posto dell’all inclusive di un tempo (indispensabili per evitare somme extra da capogiro) e della connessione internet a bordo, dai costi stellari “giustificati” dall’oneroso collegamento satellitare. Ma sfido chiunque, dall’imbarco allo sbarco, a porre in discussione il modo pressoché perfetto di eseguire una miriade di procedure così continue e complesse da adottare 24/7 e per un tale mare di gente. Un modello da imitare, quello MSC, specialmente perché made in Campania!

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui