Quello smarrito orgoglio italiano | #4WD

Daily 4ward di Davide Conte del 18 novembre 2020

0

Nel paese in cui una trasmissione assolutamente demenziale come il “Grande Fratello Vip” totalizza ancora tre milioni e mezzo di telespettatori con oltre il 19% di share in prima serata, come ci si può meravigliare del grande attaccamento al gossip nostrano o della capacità quasi impareggiabile di mitizzare personaggi in cerca d’autore, ormai ridotti ai minimi termini dalla storia o, semplicemente, dall’età?

E’ strana l’Italia! E ancor più di lei, lo siamo noi italiani. Quello che Mussolini definì “popolo di eroi, di santi, di poeti, di artisti, di navigatori, di colonizzatori, di trasmigratori”, oggi è ormai ridotto alla stregua di un branco di pecoroni, pronto ad accettare passivamente i dettami di un governo senza né capo né coda e, senza per questo entrare nella reprimenda politica a Conte e compagni (che pur meriterebbero quotidianamente), comportarsi allo stesso modo verso le mode del momento, fatte di cose o persone, iconiche o stomachevoli che possano oggettivamente risultare.

Sarei curioso di sapere in quale altro paese europeo, oltre l’Italia, sia stato violato reiteratamente il divieto di assembramenti per il nobile scopo di accaparrarsi un paio di ciabatte o di sneakers firmate Lidl. Sì, avete capito bene: avrete letto senz’altro della linea sportiva super economica lanciata pochi giorni fa dal noto brand tedesco del settore gdo discount, operante in tutto il mondo e anche dalle nostre parti, il cui reselling online da parte di tanti furbetti che si sono catapultati a comprarne qualche pezzo sta fruttando loro fior di quattrini.

Un’Italia, la nostra, che avrebbe tantissimo bisogno del risciacquo dei panni in Arno di manzoniana memoria, piuttosto che della rincorsa a valori sempre più effimeri ed al conseguente, graduale abbandono della pur minima ed indispensabile cultura di base; quella che ci ha reso grandi grazie alle gesta di tanti suoi illustri protagonisti di sempre e a cui sovente preferiamo voltare le spalle.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui