…nun sapn manc mbruglià! Qualsiasi cosa sia successa nel segreto della Sezione 3 è stato un errore. Per tutti e due

2

Gaetano Di Meglio | Da ieri pomeriggio penso alla stessa cosa: Lacco Ameno è nella storia per l’imbroglio sbagliato. E’ solo questa la sintesi, perfetta, di tutto quello che è successo nelle Scuole Medie di Via Fundera.
Se non avessi vissuto in prima persona e filmato quello che è successo, beh, oggi avrei un mare di dubbi ma c’ero! Ho vissuto ogni attimo di questo lungo martedì e, numeri alla mano, non posso far altro che esclamare: “nun sapn manc mbruglià”!
Provo a farla breve.

Inizia lo spoglio come in tutte le altre competizioni elettorali. Ottimo controllo della Polizia di Stato con un attento e scrupoloso Sovrintendente Mangiacapre che ha gestito, direi in maniera ottima, la situazione.
I primi numeri, e lo testimoniano le dirette che trovate sul nostro portale internet e sul nostro profilo facebook, li raccontiamo dal giardino all’esterno della scuola media di Lacco Ameno. Sul giardinetto le postazioni dei media seri, noi e Teleischia e nel parcheggio, invece, quelli che vengono spostati col vento.
I primi ad arrivare sono i risultati della sezione 2 e della sezione 1. Nella “famosa” 1, De Siano vince di 17 voti. Nella sezione 2, invece, di 14.
Se ascoltate le nostre dirette di martedì mattina, più volte, rimarchiamo come lo scarto certo tra Pascale e De Siano è di 31 voti.

Arriva qualche goccia d’acqua e con i colleghi di Teleischia ci spostiamo all’interno del salone delle medie dove, nel frattempo era stata posta una barriera di transenne per isolare la sezione 3 e la sezione 4 dove erano ancora in corso le operazioni di spoglio.
Nel frattempo aggiorniamo in tempo reale quelli che sono gli aggiornamenti fino a quando, con enfasi, sempre live e in diretta, raccontiamo prima di un pareggio di Pascale e poi di un leggero sorpasso del sindaco uscente rispetto a Domenico De Siano.
Le operazioni di spoglio continuano e, sotto gli occhi attenti degli agenti della Polizia di Stato coordinati dal vicquestore Maria Antonietta Ferrara si arriva alla fine delle operazioni di spoglio della sezione numero 4. La conta finale della “4” (è inutile sottolineare la presenza fissa di Zavota seduto al fianco della scrutatrice in maniera fissa e costante, ndr) produce un risultato di pareggio con 6 schede contestate e non assegnate.

Risultato, anche questo pacifico, al pari dei 17 voti in più della sezione numero 1 e dei 14 della sezione numero 2.
Di fatto, stando ai numeri ufficiali che erano in possesso di tutti, ovvero, pubblici, in attesa del conteggio finale della sezione 3, De Siano erano in vantaggio di 31 voti.
Lo spoglio della sezione 3 continua e, così come i colleghi di TeleIschia, riprendiamo la parte finale dello spoglio.
Le famose 25, 26 o mille schede contestate o non contestate sono un problema relativo. Il presidente, d’accordo con i rappresentanti delle due liste procede all’assegnazione delle schede rimanenti.
Il conteggio, così come raccontato dai video, si ferma quando Giacomo Pascale è a quota 435 e Domenico De Siano a 401 (anche se si sente anche un 402) e il presidente afferma: “Signori le operazioni di voto sono terminate”.
A questo punto, siccome la matematica non è un’opinione, il conto è presto fatto. 435-401 (o nel caso migliore per De Siano, 402) rilascia un numero chiarissimo: Pascale è in vantaggio, nell’unica sezione aperta di 34 voti. Ovvero di 2 in totale, sottraendo i risultati positivi della 1 e della 2.
A questo punto, con un +3 (o un +2), non fa differenza nella sostanza, Pascale è sindaco. Lo annunciamo in diretta web, lo scriviamo e ne raccontiamo la gioia quando, collegati, ci guardano in 1200!

Da qui in poi, la parte pubblica del voto di Lacco Ameno è terminata. Mancano solo le operazioni di chiusura dei verbali che, di solito, da che elezione è elezione, si fa a porte chiuse.
Fuori a festeggiare o a piangere e dentro a completare i registri e tutte le altre incombenze.
A questo punto arriva il colpo di scena. Da Lacco Ameno, dalla sede elettorale di Lacco Ameno viene comunicato al Ministero degli Interni, il dato aggiornato dell’elezione del comune di Lacco Ameno alle ore 16:12: 3.082 voti validi di cui 1.541 a Pascale Giacomo e 1.541 a Domenico De Siano.
E qui casca l’asino. Chi ha portato il voto di Domenico De Siano a 404? Perché rispetto a quello che ho vissuto e raccontato, nella sezione numero 3, Domenico De Siano era arrivato a quota 401 quando c’erano le telecamere accese sia di Teleischia che le nostre. Su questo non c’è dubbio!
E, allora, giù ogni velo: non hanno saputo neanche imbrogliare!
Chiunque ha manomesso il voto rispetto a quello che abbiamo ripreso, non lo ha saputo fare. Imbrogliare (o qualsiasi altra cosa sia successo) per andare al ballottaggio è follia pura!

Perché, chiunque sia stato, ha creato un danno al proprio candidato che ora rischia e ha regalato il 50% di possibilità di essere eletto all’avversario.
Non entro nella polemica del presidente della sezione 3 (che pure raccontiamo a parte) ma mi chiedo: chi ha sbagliato ad imbrogliare o a fare quello che sia stato? In realtà bastava mettere o togliere un solo voto in più. Ma “imbrogliare” (o quello che sia) per arrivare al ballottaggio e produrre un “PARI” è davvero storico. Una perla che non avevamo mai visto da nessuna parte. Una manovra da premio Oscar! (e nessuno pensi all’altro Oscar di Lacco Ameno. Lui non avrebbe fallito!)

2 Commenti

  1. Se la legge desse la possibilità annullarei i risultati e imporrei il commissario prefettizio per altri 5 anni, escludendo per sempre dalla vita politica questi due personaggi. Due personaggi poco chiari, che sanno districarsi sul filo del rasoio tra il consentito e il non. Uno che recita la parte del personaggio importante che siede a Roma ove non azzecca manco un congiuntivo, l altro che recita la parte del fesso e poi fa giochi e giochetti (come asserisce de siano) per far espandere il potere di politici e impresari di forio verso lacco ameno.una cosa è chiara tra lui e lei scegliere non saprei

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui