Monti: “Non abbiamo mai subito nulla. Peccato che nessuna delle palle gol sia entrata”

0

Simone Vicidomini – L’Ischia dopo sette vittorie consecutive frena la sua corsa. I gialloblu, hanno pareggiato nel derby delle isole allo “Spinetti” contro il Procida. Un punto che lascia sicuramente l’amaro in bocca per le occasioni avute per portare a casa il massimo risultato a disposizione. Non è stato di certo un derby scintillante. A punti sicuramente avrebbe meritato l’Ischia, fermata purtroppo da due legni e una super parata di Lamarra. Nulla da dire per la prestazione offerta dalla squadra di Monti in campo, che ha dimostrato di essere superiore dominando il lungo e il largo l’intero arco della gara, anche se forse con un pizzico di personalità in più, si poteva portare a casa una vittoria. Purtroppo il mezzo passo falso contro i procidani, ha fatto perdere la testa della classifica agli isolani, che ora sono nuovamente al secondo posto ad una sola lunghezza dal Pianura (vittorioso per 5-0 contro l’Ercolano). Comunque, per commentare il pareggio di sabato pomeriggio contro il Procida allo Spinetti, il tecnico isolano Giuseppe Monti è intervenuto ai nostri microfoni. Ecco le sue parole. 

Mister Monti, è inutile nascondersi, è un pareggio che fa comodo molto di più al Procida, ma in virtù dei risultati delle altre squadre non fa comodo a nessuno? 
“Come ho detto sempre io ora non guarda la classifica. Questa è stata la partita, un po’ sulla farsa riga dell’andata. All’andata forse abbiamo concluso un poco di più. Abbiamo avuto quattro palle gol, due di Rubino, una bella parata di Lamarra e poi con Castagna che invece di mettere in mezzo eravamo tre liberi da soli in area ha preferito tirare in porta. Era difficile trovare spazi in un campo piccolo. Non abbiamo mai subito nulla dal Procida. Ai ragazzi posso imputare qualche azione singola o individuale di troppo, portare palla di troppo o quando gli spazi sono chiusi bisogna muovere la palla più velocemente. Siamo venuti qui per vincere e non ci siamo riusciti”. 

L’ingresso in campo di Rubino nel secondo tempo ha cambiato l’inerzia del match. Al novantesimo forse si poteva ipotizzare questa scelta dal primo minuto o ci sarebbero potuti essere anche altri problemi in campo? 
“No a parte gli equilibri in generale con gli under e dei ruoli, non è facile far giocare tutti quelli che meriterebbero dall’inizio. Rubino, oltre ai suoi problemi di pubalgia che ormai si porta dietro, è stato due giorni con vomito e febbre. E’ stato peggio di come doveva stare. E’stata una scelta mia di portarlo in panchina per vedere come si evolveva la partita. Quei venticinque minuti che ha giocato, non sembra che abbia fatto male. Peccato per lui che ha avuto due ottime palle gol, prima il palo e poi la parata del portiere. Purtroppo è così…” .

Questi sono due punti persi per strada, viste le tante occasioni avute contro una squadra che non vi ha mai messo in difficoltà per l’intero arco della gara? 
“Persi si…Non abbiamo fatto sfracelli, però se riuscivamo a buttare dentro una delle quattro occasioni che abbiamo avuto potevamo portare a casa il risultato. Non ti devi rammaricare, come detto prima, la classifica non la guardo. Volevo qualcosa in più, però un punto a Procida che è un’ottima squadra può anche andar bene in virtù di mantenere la terza ad una certa distanza”. 

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui