Le interviste di Giosi

3

 

LA STRADA MAESTRA di Luigi Boccanfuso

Ogni qualvolta Giosi Ferrandino è in difficoltá, vuoi per fatti personali ( come la vicenda CPL Concordia che ha versato circa mezzo milione di euro ai suoi familiari per prestazioni ritenute quanto meno sospette dalla magistratura o come il recente sequestro per presunti abusi edilizi all’hotel di famiglia effettuato dalle Fiamme Gialle), vuoi per fatti politici interni all’Amministrazione comunale ( recenti dimissioni di Gesuè Mazzella e lotte intestine tra i vari “cespugli” dei consiglieri comunali), puntuale e metodico, rilascia interviste a qualche organo di stampa locale.

In ossequio al suo credo ” il miglior modo di difendersi è quello di attaccare”,ogni qualvolta si ritrova nella ” cacca”,lancia fendenti agli avversari e manifesta sicumera;mistifica e racconta bugie, incurante che a causa di ciò il suo naso diventa sempre più lungo e il sul fascino sempre più effimero…

Per fare un “fioretto”  mi astengo dal commentare alcuni passaggi della sua recente intervista come quello dove afferma che ” la migliore giunta sarebbe quella che sta per nascere perchè ricca di competenze specifiche e che Gesuè ha pagato il peccato originario di aver fatto parte del gruppo dei 6 che mise in crisi l’Amministrazione” perché sul tema, dovrei raccontare alcuni fatti del passato  che solo io conosco e che lo screditerebbero ancora di più…

Piuttosto mi vorrei soffermare su qualche altro “passaggio” che ha caratterizzato la sua intervista di domenica scorsa e più precisamente quando  afferma  che “lui e i suoi fedelissimi, sono l’unica proposta seria per le prossime elezioni”.
Evidentemente la bestemmia più grande che può pronunciare Giosi  Ferrandino è la parola “SERIETÀ”.
Giosi non ha mai rispettato un accordo elettorale,ma piuttosto ha improntato la sua pseudo carriera politica sulla sistematica violazione del dovere di correttezza e reciproca lealtà; ha costretto ben 5 assessori e un consigliere a dimettersi per non essere inquinati dal suo modo di agire,ha riciclato numerosi personaggi sconfitti e bocciati dall’elettorato sin dal 2007 facendo proprie lo loro logiche inquietanti; nella migliore delle ipotesi si è macchiato di gravissimi atti di immoralità; ha infangato il nome di Ischia nel mondo e nonostante tutto ciò ha il ” vergognoso ardire”  di parlare di “SERIETÀ”.

Sono invece d’accordo con lui quando afferma che “in campagna elettorale le alchimie matematiche non contano mentre  conta la  suggestione…che suscita il candidato sindaco”.
A questo punto però dovrebbe spiegarci qual’è la “suggestione”  che riesce a mettere in campo il candidato sindaco che lui avrebbe…designato:
la circostanza di aver sempre e solo pensato di coltivare e incrementare il suo orto elettorale?
la circostanza di aver ispirato la nuova giunta con il criterio dell’appartenenza a discapito di quello della competenza?
o forse la “suggestione” sarebbe quella di essere stato designato dallo stesso Giosi e di aver assunto impegno di cristallizzare il settore tecnico garantendo la riconferma di tutti i dirigenti a Lui tanto a cuore…con possibilità di continuare a dare appalti e direzioni lavori a sostenitori politici e/o parenti stretti?

Caro Giosi Ferrandino la “suggestione”  di cui ha bisogno Ischia non è questa,ma piuttosto è la “suggestione” capace di suscitare la speranza di avere un sindaco per vocazione piuttosto che in carriera politica e/o al servizio delle logiche di potere più retrogradi.
Giosi facci almeno quest’opera di caritá:
Per il futuro risparmiaci questo linguaggio politichese e queste interviste ipocrite e blasfeme,ma  rilascia piuttosto un’intervista sui tanti problemi irrisolti del nostro territorio e illustraci
1)che iniziative intendi assumere per sbloccare i lavori del depuratore;
2) come intendi risanare le “partecipate”
3)come intendi arginare l’invasione  di accattoni e ambulanti abusivi per la prossima stagione turistica;
4)che iniziative intendi intraprendere per sbloccare lo stallo dei lavori relativi all’approdo degli aliscafi;
5)che soluzione intendi adottare per sostituire i pontili fatiscenti della nautica da diporto;
6) più in generale illustraci come e quando intendi adottare UN PIANO STRAORDINARIO DI MANUTENZIONE DEL TERRITORIO e di tutti i servizi essenziali strettamente legati al turismo.

Tutto il resto ed in particolare le tue auto celebrazioni… e le giustificazioni…che dirami sono oramai solo  “racconti fiabeschi” che forse un giorno potrai raccontare ai tuoi nipotini canticchiandoli a mo’ di ninna nanna…bebeeeè!

3 Commenti

  1. Pienamente d’accordo con Boccanfuso. Penso che il gelataio sia l’ennesimo illuso dal pifferaio Giosi. Presto ne vederemo delle belle!!

  2. Vogliamo scommettere, e spero di perderla, che alla prossima tornata elettorale ce li ritoveremo tra i piedi? Caro Avv. Boccanfuso l’analisi è puntuale e me ne rallegro ma…….. anche Lei è in campagna elettorale!

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui