fbpx

Ischia, PACO FROLA ha bisogno del nostro aiuto. Ha rischiato di morire!

Must Read

Paco Frola, chef ischiano e da anni trasferito negli USA è attualmente ricoverato in terapia intensiva all’ospedale di Morristown a causa di un arresto cardiaco mentre era impegnato in una battuta di pesca alla spigola in Kayak.

Una storia che ci racconta la moglie Jaime. Gli amici, la famiglia e i vicini hanno fatto partire una raccolta fondi per aiutare lui e la sua famiglia con le spese mediche. In America, lo sappiamo, la sanità non funziona come da noi in Italia, ma è completamente a pagamento. Paco ha bisogno di sentire il cuore di Ischia che batte forte per lui, Jaime e le sue due meravigliose bimbe. DAI ISCHIA!

IL RACCONTO DELLA MOGLIE JAIME

Giovedì 12 maggio si è verificato un evento incredibile che ha cambiato la mia vita.  Un evento che non dimenticherò mai e per il quale sarò sempre grata. Paco e il suo compagno di pesca numero 1, Gregory Simon, sono partiti per una giornata di pesca alla spigola in kayak sul lago Swartswood, NJ.  Un evento abituale: la scorsa stagione di pesca questo duo ha gareggiato come squadra, The Bass Assassins. Avevano appena iniziato a pescare quando Paco fece sapere a Greg che si sarebbe spostato in un altro punto, a circa 40 metri di distanza. Una volta lì, Paco ha tirato su il motore e questa è l’ultima cosa che ricorda. 

Un minuto dopo Gregory si è affacciato per vedere il kayak di Paco capovolto e non lo vede. Lo chiamò, ma non ricevette risposta. Gregory ha Paco con la testa intrappolata sotto il kayak, con il giubbotto di salvataggio gonfiato che lo spingeva contro il lato inferiore. Non poteva essere rimasto sott’acqua per più di 10 secondi.  Gregory ha tirato fuori Paco da sotto il kayak e lo ha portato a terra, urlandogli contro, schiaffeggiandolo… cercando in tutti i modi di farlo svegliare.  Paco è rimasto incosciente, così Gregory ha chiamato il 911 e ha iniziato la rianimazione cardiopolmonare.  Per 12 minuti ha continuato a praticare la rianimazione, dicendoci poi che sentiva le ossa scricchiolare sotto il peso delle sue mani. Per fortuna, questo significava che lo stava facendo bene. 

Nel frattempo, una coppia dall’altra parte del lago aveva sentito le grida di dolore di Gregory e si era avvicinata per vedere cosa stava succedendo.  Lo hanno tirato fuori dalla barca per aiutarlo e sono andati a cercare l’indirizzo della casa più vicina per poter dire all’EMS dove andare, ma in quel momento il 911 aveva già fatto un ping al cellulare di Gregory e il capo dei pompieri è arrivato con l’EMS. 

Fino a quel momento Gregory aveva tenuto in vita Paco.

I soccorritori hanno preso il suo posto e lo hanno defibrillato quattro volte.  Stavano per farlo quando sono arrivati i poliziotti della contea di Sussex, Kevin Foulds, Anthony Pall e Julio Rodriguez. Gregory è partito per guidare i poliziotti attraverso i boschi fino alla zona remota in cui si trovavano. Una volta stabilizzato, l’equipaggio composto da un amico, i soccorritori, gli agenti di Stato e alcuni sconosciuti del lago hanno portato Paco sulla loro barca, attraverso l’acqua e fino all’ambulanza in attesa sull’altra sponda.

È stato trasportato all’ospedale di Newton e poi trasferito in aereo al Morristown Medical Center.  Durante il trasporto aereo, per la prima volta, Paco ha iniziato a riprendere conoscenza ed è stato in grado di pronunciare il suo nome e di iniziare a comunicare.  Più tardi, un agente mi ha detto che quando ha iniziato a parlare nessuno riusciva a capire ed erano preoccupati… finché non hanno capito che stava parlando in italiano. 

Quando io e la mia cara amica Caroline siamo arrivate al pronto soccorso di Morristown abbiamo trovato Paco circondato da un’équipe di medici.  Era freddo, bagnato e vivo. Era in grado di comunicare sia in inglese che in italiano con il personale e dopo vari esami hanno scoperto che il suo cuore non era bloccato, non aveva lesioni alla colonna vertebrale o al collo e il suo cervello funzionava normalmente. Alcune costole e lo sterno rotti sono un piccolo prezzo da pagare per una vita guadagnata.

Il medico traumatologo ci ha detto che questa è stata una di quelle rare occasioni in cui tutto è andato per il verso giusto. Che ogni passo compiuto lungo il percorso era stato fatto correttamente. Se uno qualsiasi di questi passaggi fosse andato diversamente, avremmo avuto un esito diverso. È davvero un miracolo. 

Quello che sappiamo ora è che Paco ha avuto un arresto cardiaco.  L’arresto cardiaco improvviso si verifica all’improvviso e spesso senza preavviso. È innescato da un malfunzionamento elettrico del cuore che causa un battito irregolare.  Con l’interruzione dell’azione di pompaggio, il cuore non può pompare il sangue al cervello, ai polmoni e agli altri organi. Pochi secondi dopo, la persona perde conoscenza e non ha più polso. La morte sopraggiunge in pochi minuti se la vittima non riceve cure. Se Gregory Simon non fosse stato lì, se non avesse reagito come ha fatto, Paco non sarebbe qui con noi oggi. Per questo gli sono eternamente grato e non ci sono parole sufficienti per esprimere la mia gratitudine. Ci è stato dato un tale dono e non lo darò mai per scontato.

Sono emotivamente sopraffatta dalla quantità di amore e di sostegno che abbiamo ricevuto negli ultimi giorni. La polizia del parco statale è rimasta sul posto per recuperare il kayak di Paco e tutti i suoi effetti personali. Gli agenti della Contea di Sussex hanno chiamato ogni giorno per controllare Paco. Ci sono troppe persone da ringraziare e sono sicura che mi sfuggirà qualcosa, ma sappiate che ogni messaggio, chiamata e contatto è come un abbraccio al nostro cuore, anche se non sono in grado di rispondere al momento. Non so nemmeno la metà di quello che è successo dietro le quinte, perché non ho mosso un dito e la mia famiglia è stata accudita. I nostri figli sono stati presi in braccio, amati, portati alle loro attività, nutriti e accuditi senza alcun dubbio. La mia casa è stata pulita, il nostro zoo è stato curato.

Caro Sturm-Reganato ha lasciato tutto per stare con me e ha gestito l’intero primo giorno al mio fianco, comunicando per mio conto, aggiornando amici e familiari.  Alba Si, la moglie di Gregory, ha dovuto chiamare per dare questa notizia e, anche se so che è stato difficile, sono grato che sia arrivata da un’amica. 

Ringrazio Alba Lucia Morales Jimenez e Jon Carter per essersi assicurati che la nostra famiglia stia bene nei prossimi mesi.  È difficile per me accettare questo tipo di aiuto, ma il peso che solleverà è incommensurabile. So solo una parte di quello che avete fatto e ve ne sarò per sempre grato”.  Jen Cohen e Alia Lesser, negli ultimi giorni avete preso con voi un paio di bambini senza battere ciglio.

Callie Carter, Eve Bolla, Zilia Medina, Emily Avidon, Sara Antonson Suehr, la nostra incredibile e magica troupe di Aberdeen. Steve Barth e Erik Thorson per aver guidato per più di un’ora nel buio pesto per trovare l’auto e il rimorchio di Paco e per aver recuperato il suo kayak dalla caserma.

La gente di Radburn, la nostra famiglia di Long Island Mia Price e Al Notarnicola, Ami Price-Coyle.  La mia famiglia Craig Fisher, Heather Heartwell Fisher, Brad Fisher, Carissa Fisher.  Tina Wallingford per i suoi continui controlli e per il suo amore e sostegno a distanza.  Alla famiglia e agli amici di Paco in Italia, Dario Frola, Sergio Frola, Alessandro Frola e Carmine Frola, vogliamo bene e ci mancate.  A tutte le persone che ci hanno aiutato in qualsiasi modo o forma, siamo molto grati.  La vita può cambiare in un minuto.  La strada per la guarigione è lunga, ma se conoscete Paco, sapete che è l’uomo con la testa più dura, testardo, che si autoproclama rompiscatole, e non si lascerà abbattere.  È anche l’anima più generosa e amorevole che conosca ed è un vero dono per tutti noi.  Siamo così fortunati.

Vi prego di continuare a pregare, non siamo ancora fuori pericolo.  Paco sta combattendo contro un’infezione, una possibile polmonite e sta ancora lottando. Grazie.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

In evidenza

Ischia, arrestati due spacciatori: 103 dosi di cocaina per il mercato di Forio

Ieri sera gli agenti del Commissariato di Ischia, durante il servizio di controllo del territorio, hanno notato, presso lo...