fbpx

Eccellenza. Anche il Real Forio cade al “Papa” di Cardito

Must Read

Il Real Forio 2014 esce sconfitto dalla sfida del “Papa” di Cardito. L’Altetico Calcio rimonta l’iniziale vantaggio degli isolani, messo a segno al 39’ da Filosa, e con due reti nella ripresa, di Lepre e Cardillo, ribalta il risultato.

Tanti assenti per mister Iervolino, costretto ad inventarsi il pacchetto arretrato. Delgado è squalificato, mentre capitan Accurso, De Micco e Pistola sono fermi ai box. Il tecnico biancoverde getta nella mischia l’under Aiello sulla corsia di sinistra, con Cerase a destra e Sirabella centrale al fianco di Iacono. Esordio dal primo minuto per Martinelli e Jelicanin.

Nel primo tempo il Real Forio attacca con insistenza ed al 5’ troverebbe anche la rete del vantaggio con Filosa ma la terna annulla tutto per fuorigioco. Al 15’ è la traversa a dire di no agli isolani, respingendo il velenoso calcio di punizione di Sogliuzzo. Poco prima della mezz’ora si vedono anche gli ospiti in avanti con la rete annullata a Piscopo per fuorigioco. Al minuto 38 si sblocca la gara: i padroni di casa si rendono pericolosi con Labriola senza però trovare il gol, sul capovolgimento di fronte Filosa si presenta davanti a Mola, lo mette a sedere e deposita la palla in rete per il vantaggio biancoverde. All’intervallo la squadra di Iervolino è meritatamente avanti.

Nella ripresa l’Atletico Calcio pareggia i conti all’11: traversone di Sannino dalla sinistra per Lepre che, con un bel colpo di testa, non lascia scampo a Iandoli. La risposta del Real Forio è immediata ed a 20’ Castaldi, servito da calcio piazzato, sfiora il nuovo vantaggio biancoverde. A trovare il gol è invece, quando mancano circa dieci minuti al triplice fischio, la squadra di casa con Cardillo che gira in rete un traversone proveniente dalla destra. Sul finire della gara Filosa si invola verso l’area di rigore avversaria ed, al momento della conclusione viene ostacolato con la maniere forti. In campo gli animi si surriscaldano e si registrano dapprima due espulsioni (una per parte) per doppio giallo, ovvero Castaldi e Aliperta e, successivamente alle espulsioni del tecnico locale De Michele e di Pasquale Savio dalla panchina. L’ultima occasione è per il Forio: sugli sviluppi di calcio d’angolo, Mario Sogliuzzo appostato sul primo palo colpisce con la testa ma la palla esce di un soffio. Finisce così due a uno in favore dell’Atletico Calcio.

ATLETICO CALCIO – REAL FORIO 2014 2 – 1

ATLETICO CALCIO: Mola, Bove, Calone, Sannino, Aliperta, Viglietti, Cardillo, D’Abronzo (12’ s.t. Salazaro), Lepre, Labriola (18’ s.t. Piscopo), Grieco.

A disp: Diodati, Romanucci, Nascari, Vitale, Cuomo. All. De Michele

REAL FORIO 2014: Iandoli, Cerase, Aiello, Sangare (46’ s.t. Seprano), Martinelli (31’ s.t. Peluso), Sogliuzzo, Iacono, Jelicanin (18’ s.t. Rubino), Castaldi, Sirabella, Filosa (46’ s.t. Di Meglio A.).

A disp: Delicato, Tedesco, Valentino, Savio, Di Meglio A.,Di Maio, Seprano. All. Iervolino

ARBITRO: Sig. Di Placido della sez. di Ariano Irpino (assistenti sig.ri Pipola di Ercolano e Di Rosa di Torre Annunziata)

RETI: 39’ Filosa (RF); nella ripresa 11’ Lepre, 35’ Cardillo

NOTE. Ammoniti: Bove, Aliperta, Piscopo, Calonne(AC); Castaldi, Filosa, Iandoli, Sangare, Sirabella(RF). Espulsi per doppia ammonizione Aliperta (AC) e Castaldi (RF), espulsi dalla panchina mister De Michele (AC), Savio e Taglialatela (RF). Angoli 3 – 2. Recupero 1’ e 4’

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

In evidenza

Sodano: «Ischia, faremo presto e bene: da lunedì all’opera sull’isola»

Il presidente della S.M.A. delinea le operazioni che si svolgeranno sul territorio isolano, dalla pulizia degli alvei alla rimozione del fango: «L’obiettivo è riutilizzarlo per quanto possibile in loco»
In evidenza

Sodano: «Ischia, faremo presto e bene: da lunedì all’opera sull’isola»

Il presidente della S.M.A. delinea le operazioni che si svolgeranno sul territorio isolano, dalla pulizia degli alvei alla rimozione del fango: «L’obiettivo è riutilizzarlo per quanto possibile in loco»