martedì, Giugno 15, 2021

Coronavirus, Franco “Ci sarà nuovo scostamento e decreto per sostegno”

In primo piano

ROMA (ITALPRESS) – “Anche per l’Italia ci sono motivi di incertezza. L’evoluzione dell’epidemia negli ultimi mesi ha avuto alti e bassi, il Governo sta adottando misure per la crescita economica e nelle prossime settimane completeremo il Def con il quale fisseremo i nuovi obiettivi di finanza pubblica. Nel far questo chiederemo al Parlamento un nuovo scostamento per un nuovo decreto, volto a dare ulteriore sostegno all’economia e ai cittadini”. Lo ha detto il ministro dell’Economia, Daniele Franco, nel corso della conferenza stampa a conclusione della seconda riunione dei ministri delle Finanze e dei governatori delle banche centrali del G20. La crescita dell’Italia “è quasi in linea con quella dei paesi più sviluppati. Per quest’anno – ha aggiunto – vediamo una leggera flessione del Pil nel primo trimestre, ci aspettiamo invece una ripresa nel secondo trimestre che dovrebbe accentuarsi nel terzo e nel quarto in relazione alla graduale rimozione dei vincoli al movimento e alla graduale riapertura di tutte le attività economiche che ci aspettiamo abbia luogo nei prossimi mesi”. Per il ministro “l’outlook è migliorato soprattutto in ragione del processo di vaccinazione in atto, la ripresa è comunque ricca di incertezze ed è iniqua tra i paesi. Il G20 ha rinnovato l’impegno a evitare il ritiro prematuro delle misure di supporto, abbiamo riaffermato la decisione di avvalerci di tutti gli strumenti disponibili fino a che sarà necessario e affrontare le conseguenze a lungo termine della pandemia”.
(ITALPRESS).

- Advertisement -

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Articoli

SILENZIO D’ANGELI. E’ estate, il commissario di Serrara Fontana sospende le attività edilizie: non bisogna fare rumore

Serrara Fontana: il divieto vale solo per i privati e non per gli Enti pubblici. Nel borgo di Sant’Angelo tutto fermo dal 10 giugno al 30 settembre, nel resto del territorio comunale dal 1 agosto al 15 settembre. Nel mirino anche le attività di svago rumorose. Evidenziata la necessità di garantire la tranquillità di turisti e residenti
- Advertisement -