fbpx

Amici e Uomini | #4WD

Daily 4ward di Davide Conte del 26 luglio 2022

Must Read

Gaetano Di Meglio, direttore di questo giornale, non è certo un personaggio col quale è semplice avere a che fare. Molto spesso mi trovo a dover fare da parafulmine a chi, in virtù della nostra storica amicizia prima che per il fatto che io scriva su “Il Dispari”, gli rivolge per mio tramite una serie di improperi, a cui replico sempre molto seccamente rivendicando non solo l’autonomia di pensiero e la libertà di espressione, ma anche la facoltà di difendersi nelle sedi opportune, sempre che chi di dovere ne abbia titolo e -consentitemi- attributi per farlo. Ma Gaetano, oltre ad essere mio amico e, come tale, chi intende fargli del male mi troverà sempre a mo’ di ostacolo sulla sua strada, fa il suo mestiere. Spesso esaspera certi toni, specialmente quando convinto di essere nel giusto in quanto conoscitore di una verità che scotta per molti, ma di certo non gli si può addebitare di non metterci la faccia in quel che fa e, soprattutto, in quel che scrive.

Roberto Buonanno, primario della rianimazione al Rizzoli, lo conosco da un bel po’ di anni e ho di lui profondissima stima, perché ritengo abbia dato tantissimo al nostro Ospedale in un reparto delicato e con dotazioni di uomini e mezzi non sempre sufficienti alle enormi responsabilità da affrontare. Ho sempre trovato in Roberto grande umanità e disponibilità, ammirando la sua capacità di coniugare la figura di professionista a quella di appassionato nuotatore, portandole avanti con entusiasmo ed armonia.

Così come sono convinto che Gaetano abbia fatto benissimo a denunciare le inaccettabili istigazioni all’odio di Roberto su Facebook contro di lui (per molto meno ci sono stati professionisti sospesi e studenti bocciati, non a caso ideologicamente non “del bottone”), concedo all’autore l’attenuante di una pericolosa impulsività, che ovviamente verrebbe a cadere ove mai Buonanno non giungesse, a mente fredda, a smorzare i toni con scuse pubbliche ed autocensura. Perché per gli uomini con la U maiuscola c’è sempre tempo per tornare sui propri passi!

p.s. che fine hanno fatto i soliti perbenisti facilmente indignabili?

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

In evidenza

Ciro Re arresta il “bulgaro” mano lunga

Forse è la parola fine. Il vicequestore Ciro Re ha arrestato, personalmente, il cittadino bulgaro, più volte denunciato a...
In evidenza

Ciro Re arresta il “bulgaro” mano lunga

Forse è la parola fine. Il vicequestore Ciro Re ha arrestato, personalmente, il cittadino bulgaro, più volte denunciato a...