giovedì, Luglio 25, 2024

Il cambio di passo | #4WD

Gli ultimi articoli

Iscriviti alla nostra newsletter

Resta informato e non perderti nessun articolo

Daily 4ward di Davide Conte del 23 giugno 2024

Dopo il 4WARD di giovedì scorso, a proposito di tipicità gastronomica nei ristoranti dell’isola d’Ischia, ho ricevuto un sacco di commenti positivi e, per giunta, alcune citazioni autoreferenziali che mi hanno fatto molto piacere.
Tra tutte, mi piace ricordare Pierfrancesco Di Meglio, che con il suo “TrattoRiva” (alla Riva Destra, appunto), mi ha sottolineato che “con il mio modesto locale, ma fatto di tanto cuore e sacrificio e sangue… faccio una cucina semplice , ischitana e sfiziosa ..a “Pan e puparuol” … E ti dico che da domenica ad oggi (escluso lunedì) ho comprato ben 16 conigli… Che è il nostro piatto di punta …sulla riva destra dove il pesce regna sovrano”.

E una citazione la merita anche Raimondo Giusto, che dall’altro versante dell’Isola, in quel di Sant’Angelo, mi ha inviato un reel in cui gli chef del Ristorante “Casa Celestino” preparano (non so se come aperitivo o parte di antipasto) dei gustosissimi mini-culurci di pane e pomodoro, ricalcando così la bella tradizione ischitana e anche il mio racconto sul grande Sandro Petti e Alida Valli al “Rangio Fellone” degli anni cinquanta.

Oggi è domenica e siamo entrati già da due giorni ufficialmente nel cuore dell’estate, cronologicamente parlando, anche con l’ausilio di un meteo assolutamente invidiabile. Mi piace pensare che questi piccoli contributi ricevuti, unitamente a tanti altri che magari arriveranno nei prossimi giorni e che Vi invito a inviarmi quanto prima, non rappresentino una semplice ricerca di visibilità, ma una vera e propria reazione al “piattume” che purtroppo avvolge da tempo la nostra offerta turistica, non solo gastronomicamente parlando. 

Una botta di vita, quella che mi aspetto da tempo, che dovrebbe riguardarci a tutto tondo e verso ogni comparto del nostro sociale, che meriterebbe ben altre sorti di quelle che la nostra Ischia, pur ancora gettonatissima in giro per il mondo, sta vivendo negli ultimi due lustri. Il mio lavoro mi porta ad avere a che fare spesso con importanti investitori esteri; e specialmente negli ultimi tempi, molti di loro mi stanno chiedendo a più riprese di proporgli buoni affari qui sull’Isola, perché a loro giudizio esiste ancora un potenziale importante, da sfruttare ben meglio di quanto non abbiamo fatto noi indigeni finora.
E se consideriamo che questo genere di richieste arriva da operatori che rivolgono i propri sforzi a un target assolutamente luxury, questo la dice lunga su quanto fuori strada siano stati finora (e lo sono tuttora) i nostri orientamenti di mercato.
Vogliamo lavorare o no a un deciso cambio di passo, sia nel privato che nel pubblico?

[sibwp_form id=1]

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Gli ultimi articoli

Stock images by Depositphotos