fbpx

Contagi in aumento. Il virus colpisce i bambini: positivo bimbo di 5 mesi

Must Read

Continuano a salire i contagi e i ricoveri tra i bambini in tutti gli ospedali pediatrici italiani. In questo panorama non è rimasto immune la Campania e ora anche l’isola d’Ischia comincia a fare i conti con il contagio emerso in danno dei bambini, in particolare dei neonati. L’ultimo caso ha riguardato un bimbo di 5 mesi risultato positivo al COVID 19. A svelare la dura verità il tampone molecolare effettuato presso i centri accreditati ASL NA2 Nord nelle scorse ore, a seguito dell’insorgere di un preoccupante stato febbrile.

Il piccolo è affidato alle cure dei genitori in terapia domiciliare supportato dal sostegno medico-pediatrico del territorio che dovranno seguirli nel loro percorso assistenziale. Non si tratta di un caso isolato, ma di certo testimonia la crescente diffusione delle infezioni da coronavirus anche nei più piccini, specie nei neonati. Comprensibili le ansie e le attese per l’aumento dei casi. Adesso i bambini sono più colpiti dal virus rispetto al passato. Si parla di numeri nettamente superiori a quelli registrati nelle precedenti tre ondate dell’epidemia, e mostrano. Sono interessate tutte le fasce di età pediatrica con una minima prevalenza dei bambini molto piccoli al di sotto dell’anno di vita. Nella maggior parte dei casi i bimbi restano a casa. Pochi necessitano di ricoveri.

I casi tenuti sotto osservazione negli ospedali campani specializzati per il trattamento dei bambini, come il Santobono hanno riguardati i lattanti al di sotto dei 6 mesi, con febbre elevata o con problemi respiratori. Non sempre il Covid nei bambini è senza rischi. In casi estremi li può esporre alla temutissima “MIS-C”, una complicanza tardiva dell’infezione da Sars-CoV-2 anche quando questa è stata asintomatica. La vaccinazione rimane l’unica arma.

Al Pronto Soccorso dell’ospedale pediatrico napoletano da settimane di registra un costante incremento di accessi al Pronto Soccorso di bambini Covid positivi con una media di 50-60 accessi al giorno. Al momento non si registrano ricoveri nell’ Ospedale di Ischia. La sintomatologia prevalente è quella febbrile associata a sintomi gastrointestinali, cefalea e dolori muscolari. In alcuni casi, sempre, al Santobono a cui fanno riferimenti i ricoveri territoriali di genere, sono emerse, ad esempio, anche le polmoniti interstiziali.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

In evidenza

«Tira» l’abuso e FLASH. Forio, un comune da super eroi

Quando si dice che l’Italia è un paese che ad agosto va in ferie e che è l’unico nel...