giovedì, Luglio 25, 2024

Serie D. Ischia, si punta alla conferma di un blocco di calciatori. Ma il mercato avrà i suoi “colpi”

Gli ultimi articoli

Iscriviti alla nostra newsletter

Resta informato e non perderti nessun articolo

Nuova stagione alle porte, è tempo di ripartire. L’Ischia Calcio, nella sua base operativa, non ha mai smesso di lavorare e sta continuando a muoversi in vista del prossimo campionato di Serie D. Con le nubi sul futuro ormai diradate, il progetto gialloblù va avanti e nel quartier generale Pino Taglialatela studia le mosse per rendere sempre più solida la sua creatura. Una prima e importante conferma è arrivata lo scorso 10 giugno, con la permanenza di mister Enrico Buonocore in panchina e con il sì che ha fatto rifiatare tutta la piazza. “Siamo estremamente felici di proseguire il nostro viaggio insieme”, ha riferito il presidente subito dopo la firma. Le parti, raggiunta l’intesa, sono in aggiornamento costante e gli incontri proseguono: il club isolano infatti si ritrova a dover discutere anche della posizione del direttore sportivo. La separazione da Mario Lubrano è una delle ipotesi più gettonate, la società deve sciogliere il nodo dirigenziale per dare il via ai movimenti estivi.

La presenza di Franco Brienza potrebbe rappresentare una soluzione in più per l’Ischia, disponibile ad accogliere suggerimenti e consigli da parte di una figura esperta come l’ex fantasista. Affari di campo al centro dei discorsi, ma si opera anche dietro una scrivania per garantire una continuità alla squadra. C’è una documentazione da completare, una fideiussione bancaria dal valore di 31mila euro da depositare e una serie di altri importi – tra diritti, acconto spese e tassa associativa – da allegare alla domanda d’iscrizione, da presentare nel periodo compreso dall’8 al 12 luglio, con le ore 18.00 come termine ultimo e di natura perentoria per definire tale operazione. La nuova annata, d’altro canto, inizierà ufficialmente nella seconda parte dell’estate, come di consueto. Il Dipartimento Interregionale della Lega Nazionale Dilettanti ha stabilito le date di inizio dei campionati relativi alla stagione sportiva 2024/2025. Si partirà il 25 agosto con la Coppa Italia, la competizione principale prenderà il via l’8 settembre. Il torneo nazionale Juniores invece vedrà il suo start il 14 settembre.

L’Ischia non vuole farsi trovare impreparata e dunque riflette su varie tematiche: dal ritiro estivo alla campagna abbonamenti, passando per l’allestimento della squadra e per la definizione dalla rosa che affronterà il prossimo percorso. Di mezzo ci sono da programmare anche le eventuali amichevoli che il gruppo dovrà disputare. Non ci sarà Valerio Baldassi nel roster gialloblù. Il trascinatore dello scorso campionato vestirà la maglia della Sambenedettese e quindi il suo saluto all’isola è definitivo. L’Ischia andrà alla ricerca di un profilo simile, ma la priorità è quella di partire da una base ormai collaudata. Il senso di appartenenza resterà un punto forte dello spogliatoio del futuro e quindi la coppia Taglialatela-Buonocore punta alla conferma di un blocco notevole di calciatori, protagonisti di un rendimento oltre le aspettative nei mesi scorsi. In attesa di sviluppi dal mercato, con la proprietà intenzionata a non cambiare tantissimo rispetto al passato, si aspetta di conoscere anche il girone in cui sarà impegnata la formazione ischitana.

Sarà una Serie D ancora di marca campana, con tante compagini pronte a far valere il fattore regionale. Con la Cavese promossa in Serie C e le retrocessioni di Gladiator e Polisportiva Santa Maria archiviate, negli ultimi giorni si sono registrati incredibili cambi di scenari. Non ci sarà il San Marzano, con il presidente Romano che ha trasferito il suo titolo e ripartirà dalla Scafatese. Il Savoia della Casa Reale prende il posto del Portici, la Puteolana si assicura la quarta serie in sostituzione del Real Casalnuovo. Dall’Eccellenza salgono Acerrana, Sarnese e Costa d’Amalfi (impresa contro il Bisceglie ai playoff), mentre il Pompei è ad un passo dalla promozione (domenica è prevista la finale di ritorno contro il Modica). La Nocerina resta ambiziosa ed è molto vigile sul mercato, così come la Paganese che ha rafforzato i quadri dirigenziali. Angri, Gelbison e Palmese vogliono invece migliorare il bilancio della scorsa stagione.

[sibwp_form id=1]

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Gli ultimi articoli

Stock images by Depositphotos