giovedì, Luglio 25, 2024
Dopo la pubblicazione degli avvisi l’ing. Grasso nomina la Commissione

Tavolati a Casamicciola, va avanti la procedura voluta da Giosi

Gli ultimi articoli

Iscriviti alla nostra newsletter

Resta informato e non perderti nessun articolo

Oltre all’auto rinnovo fino al 2030 delle concessioni demaniali intestate al Comune si procederà all’affidamento a terzi «del servizio di stabilimento balneare ad uso pubblico con chiosco bar e strutture pertinenziali», nonché all’affidamento «dell’area demaniale marittima da attrezzare con panchine, fioriere, giochi per bambini, siepi e chiosco bar». Una iniziativa oggetto di esposto all’Agcom

A marzo scorso l’Amministrazione comunale di Casamicciola aveva deciso l’auto-rinnovo delle otto concessioni demaniali marittime con finalità turistico-ricreative di cui è titolare all’interno e all’esterno dell’area portuale, per poi procedere all’affidamento a terzi «del servizio di stabilimento balneare ad uso pubblico con chiosco bar e strutture pertinenziali». Le concessioni in questione sono le nn. 3/2004, 4/2004, 4/2005, 6/2005, 2/2005, 1/2009, 02/2008, 01/2004. E anche questa iniziativa che interessa i “tavolati” è finita all’attenzione dell’Agcom su esposto di una società che opera sul territorio. Sta di fatto che l’iniziativa prosegue, tanto che sono già stati pubblicati i relativi avvisi per l’individuazione dei soggetti interessati. La delibera di Giunta approvata per l’auto-rinnovo assicurava ad ogni modo il rispetto della normativa europea, oltre ad evidenziare l’interesse pubblico (che anche altri Comuni hanno invocato per gli approdi turistici).

Una deliberazione richiamata dal responsabile dell’Area Urbanistica ing. Gaetano Grasso, che sta portando avanti la procedura. La Giunta ha autorizzato il sindaco a presentare all’Ufficio Demanio «ai sensi e per gli effetti dell’art. 36 Cod. Nav. e per tutti i fini di legge, istanza di rinnovo delle concessioni demaniali marittime n. 3/2004, 4/2004, 4/2005, 6/2005, 2/2005, 1/2009, 02/2008, 01/2004e s.m.i. per il periodo dal 30.04.2024 al 30.04.2030 in favore del Comune di Casamicciola Terme… per il mantenimento, la occupazione e la gestione diretta (a mezzo di società in house) ovvero mediante affidamento a terzi ex art. 45 bis c.n. mediante procedure evidenziali delle aree demaniali marittime secondo le relative destinazioni e opere come desunte dagli atti concessori sopra richiamati».

RISPETTO DELLA NORMATIVA EUROUNITARIA

Dando mandato al responsabile dell’Ufficio Demanio di accogliere l’istanza, con il rinnovo dei titoli demaniali e «di porre in essere ogni attività in grado di assicurare speditezza e celerità alla definizione del procedimento in esame anche attraverso il rilascio delle necessarie autorizzazioni; di adottare, in via di assoluta urgenza ed in considerazione della imminente stagione turistica alle porte, tutti gli atti consequenziali al presente deliberato e necessari per l’attuazione dello stesso ivi compresi quelli relativi al successivo affidamento in subconcessione ex art. 45 bis cod. nav. delle aree demaniali a terzi (di cui alle concessioni demaniali marittime n. 3/2004, 4/2004, 4/2005, 6/2005, 2/2005, 1/2009), a mezzo di procedure trasparenti non discriminatorie ed imparziali e, comunque, nel rispetto della normativa eurounitaria».

Tali procedure devono assicurare: «a) almeno per una quota non inferiore al 10% dei metri quadrati e del fronte mare, un uso pubblico e gratuito dei beni da parte della collettività in ragione degli esigui tratti di arenili liberi e da destinare all’uso indifferenziato degli utenti; b) una serie di servizi minimi obbligatori da offrire all’utenza al fine di implementare gli standard di qualità dei servizi turistici; c) l’applicazione di tariffe agevolate per i residenti da parametrare, sotto il profilo quantitativo, in sede di procedura evidenziale».

OCCUPAZIONE ANTICIPATA

Grasso ora attesta che le attività indicate risultano espletate e, «nelle more della formalizzazione del rinnovo dei predetti titoli concessori, attesa l’urgenza di provvedere in vista dell’imminente avvio della stagione estiva, con provvedimento del 26.04.2024 risulta rilasciato atto di anticipata occupazione ex art. 38 c.n. relativo alle concessioni nn. 03/2004, 04/2004 (esclusivamente per il lotto B3.a), 04/2005, 02/2005». Il responsabile dell’Area ricorda anche che «all’interno delle concessioni si è inteso affidare a terzi, con sistema di evidenza pubblica, la gestione del servizio di posa tensostrutture e lettini, nonché per il posizionamento di un gruppo di infrastrutture turistiche e chiosco bar, ai sensi dell’art. 45 bis c.n., fermo restando il carattere pubblico delle concessioni».

Il 30 aprile scorso sono stati pubblicati ben quattro avvisi pubblici di “prequalificazione”. I primi tre per la selezione dei soggetti interessati ad una procedura ristretta «per l’affidamento di servizio di stabilimento balneare ad uso pubblico con chiosco bar e strutture pertinenziali, ai sensi dell’art. 45 bis C.N. all’interno della concessione, previo ottenimento delle autorizzazioni di legge» rispettivamente per il Modulo B1 (composto dai Lotti B1.b – B1.c – B1.d – B1.e – B1.f), per il Modulo B3 (composto dal Lotto B3.a) e per il Modulo B5 (composto dal Lotto B5.a); nonché il quarto «per l’affidamento dell’area demaniale marittima da attrezzare con panchine, fioriere, giochi per bambini, siepi e chiosco bar, ai sensi dell’art. 45 bis C.N. all’interno della concessione, previo ottenimento delle autorizzazioni di legge.- Modulo F2 (composto dal Lotto F2)».

Grasso attesta ancora che «per i lotti “B1.b”, “B1.c”, “B1.d”, “B1.e” e “B1.f”, per il Lotto “B3.a”, nonché del lotto “B5.a” e del lotto “F2” , a seguito della manifestazione di interesse sono state trasmesse le lettere di invito alle quali sono seguite, le offerte tecniche ed economiche inviate dagli operatori economici come da lettere di invito» e che «sono state avviate le procedure per l’affidamento della gestione di aree attrezzate ai sensi dell’art. 45 del Codice della Navigazione».

Entro il termine del 16 maggio sono pervenute 15 istanze di operatori interessati, mentre il termine per la presentazione delle offerte è scaduto il 3 giugno. Per proseguire l’iter, il responsabile dell’Area ha proceduto allora alla nomina della Commissione giudicatrice, tutta “interna” e che quindi non comporta spese per compensi. La Commissione è presieduta dallo stesso ing. Grasso e dai funzionari tecnici arch. Floriana Carraturo e ing. Gennaro Giugliano in qualità di componenti esperti. La procedura va avanti come deliberato dalla Giunta. Una nuova “sfida” di Giosi all’Agcom?

La delibera

«… per il mantenimento, la occupazione e la gestione diretta (a mezzo di società in house) ovvero mediante affidamento a terzi ex art. 45 bis c.n. mediante procedure evidenziali delle aree demaniali marittime secondo le relative destinazioni e opere come desunte dagli atti concessori sopra richiamati»

[sibwp_form id=1]

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Gli ultimi articoli

Stock images by Depositphotos