fbpx

Centoundici comparse contro quindici | #4WD

Daily 4ward di Davide Conte del 15 maggio 2022

Must Read

Visto il delirante comunicato “a reti unificate” di Gino Di Meglio, forse ancora convinto che gli Ischitani bevano qualsiasi cosa gli si proponga sotto forma di scusanti che stanno alla credibilità come l’opinione negativa della gatta al lardo presunto puzzolente, e tenuto conto che dalle 11.20 alle 11.45 di ieri non c’è stata alcuna traccia del novello guerriero temprato del Sol Levante (al secolo Luciano Venia) nei paraggi dell’ufficio elettorale di Ischia, non ci resta che prendere atto delle centoundici comparse di Enzo Ferrandino che, fino al 12 giugno prossimo, in qualità di nemici, ritroveranno solo loro stesse (sì, avete capito bene: loro stesse!) e le quindici “colleghe” veterocomuniste della lista di Gennaro Savio.

Prima di ogni considerazione, però, devo prendere atto che è accaduto ciò che Vi scrivo da tempo, ovvero: l’assenza di ADESSO ISCHIA dalla competizione elettorale (unico elemento innovatore del panorama politico locale attraverso un messaggio purtroppo incompreso da questo Paese egoista e retrogrado), annunciata da tempi non sospetti, ha creato la materiale impossibilità di costruire un’alternativa seria e credibile allo strapotere dell’amministrazione in carica. Una sola era la chance, ovvero quella di annunciare un candidato Sindaco che si rispetti e le relative liste d’appoggio con il giusto anticipo (al massimo entro Natale scorso), lavorando su scontenti e incerti dell’altra parte e aggregando tanti giovani e alte professionalità per andare a giocarsi seriamente la partita. Ma i soliti, stupidi personalismi hanno avuto la meglio in prima battuta, per poi causare la figuraccia a cui tutti abbiamo assistito ufficialmente dalle dodici di ieri, che di fatto dimostra il “nulla cosmico” costituente il portato politico di certi personaggi ai cui tranelli -fortunatamente- neppure il commissario provinciale di Fratelli d’Italia, Michele Schiano di Visconti, ha abboccato. Mi spiace solo per Ottorino Mattera, persona perbene e coerente, che avrebbe meritato una conclusione migliore del suo attuale percorso politico, ma che sono certo di ritrovare in futuro in un possibile progetto comune. Al resto, invece, è bastato l’ennesimo, meritato colpo di spugna per essere spazzato via, ancora una volta, inesorabilmente, quale eterna causa del suo mal.

Per ora mi fermo qui. Ma solo per ora. Perché è d’ora in poi che viene il bello!

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

In evidenza

Ischia, arrestati due spacciatori: 103 dosi di cocaina per il mercato di Forio

Ieri sera gli agenti del Commissariato di Ischia, durante il servizio di controllo del territorio, hanno notato, presso lo...