Salvatore e Domenico, la prima unione civile al comune di Ischia

13

Questa mattina presso la sala consiliare di Ischia è stata celebrata, dal sindaco Giosi Ferrandino, la prima unione civile del nostro comune. Protagonisti, sorridentissimi, Salvatore Carino e Domenico Nardiello.

“Felicità e orgoglio per una normalità ancora da conquistare” dichiara il consigliere comunale Luigi Di Vaia, che aggiunge: “Ho provato una forte emozione durante la cerimonia che stamattina si è tenuta presso la sala consiliare. Sono passati pochi mesi dalla battaglia che facemmo in quella stessa sala quando, alla fine, il consiglio comunale approvò l’istituzione del registro delle unioni civili. Devo dire che sembrava una cosa impossibile invece oggi ad Ischia si è tenuta la cerimonia che ha ufficializzato la prima unione civile sull’isola. Sono felicissimo per Domenico e Salvatore. La nostra comunità ha vissuto una giornata di festa come tante altre. Stiamo raggiungendo quella normalità che attiene a tutti i paesi civili nei quali i diritti sono uguali per tutti.”

13 Commenti

  1. …… è triste constatare che esistono ancora persone che la pensano così come la pensavano nel medioevo! !!! Vergognatevi! Probabile che chi scrive sia pure un giovane e non un “matusa”!

  2. Infatti,i muri mettiamoli alla famiglia tradizionale,emarginiamola o addirittura facciamola passare come stereotipo. Oggi sono di moda “questi”,le lobby del potere ce li hanno imposti per i loro affari. Il nuovo business si chiama utero in affitto,traffico di bambini e riduzione delle donne a schiave da riproduzione. Tutto per appagare l’egoismo di certi personaggi,il caso Vendola su tutti. Ma per farlo accettare all’opinione pubblica bisogna farla passare per civiltà. Ovviamente i paladini che s’immolano per la causa,pur di apparire,non mancano mai.
    W la famiglia tradizionale,quella composta da uomo e donna,da padre e madre.

  3. Cosa c’è di civile in due persone dello stesso sesso che si sposano? Credo che una persona che avvalora queste unioni con grandi frasi progressiste, sputa in faccia ai genitori che lo hanno messo al mondo. E non credo che siano stati procreati tramite l’ausilio dell’utero in affitto o tutte queste disumanerie del momento. Padre uomo, ti appoggio nel pensiero scritto perché è uguale al mio

  4. Qualcuno vi ha tolto il diritto di sposarvi e avere figli? A me sembra proprio il contrario; E’ soltanto una successione dei beni al compagno in caso di morte e l’affido dei figli avuti da passate relazioni; L’utero in affitto, sempre tornando alla legge, non è neanche contemplato perchè in Italia è illegale.

  5. Di civile non c’è nulla,sono solo il nuovo business: Ormoni,bambini,chirurgia.
    Per questo i potenti li tutelano e li impongono. Il pensiero unico ha fatto in modo che il buon senso venga tacciato di OMOFOBIA. Consapevole di trovare terreno fertile nelle fragili menti ipnotizzate dalla televisione. Questa è una generazione addestrata a fermare il proprio pensiero alla superficie,per questo possono accettare di distruggere il sacro principio della famiglia tradizionale che ha donato loro la vita.
    Ischitano per caso,il nostro è il pensiero del buon senso che accomuna,per fortuna,la maggioranza degli esseri umani. Consapevoli che il senso stesso della vita è la capacità di procreare e rendere ogni esistenza fantastica. Accettare l’unione sterile significa accettare la morte dell’umanità.

    • A me pare che il pensiero unico sia il suo . “Il senso stesso della vita è la capacità di procreare “. Affermazione assolutamente arbitraria. Se una persona eterosessuale decide di non avere figli? E’ immorale per questo? Si parla di morte dell’umanità con una popolazione mondiale di 7 miliardi di individui, cifre mai toccate nella storia dell’uomo. Il riconoscimento di alcuni SACROSANTI diritti di due persone sancirebbe l’estinzione del genere umano? Di fronte ad una probabile catastrofe malthusiana? Ancora, lo stesso riconoscimento dei diritti di due esseri umani minaccerebbe la famiglia tradizionale? Ed in che modo? Con una media di separazioni e divorzi terrificante, esiste ancora una famiglia tradizionale?

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui