Catarsi telematica | #4wd

Daily 4ward di Davide Conte del 2 aprile 2020

0

Orban è un sovversivo neo-fascista perché ha ottenuto “pieni poteri” in Ungheria in epoca di coronavirus, dopo essere stato eletto, a suo tempo, con il 55% dei voti. Conte e compagni, invece, figli di una coalizione mai passata per le urne, sono al secondo governo consecutivo incaricato dal Presidente della Repubblica Italiana, con una procedura figlia “del pieno rispetto della Costituzione”.

Il valore dell’intolleranza si concretizza anche in questo modo, affidando cioè alla propria faziosità l’essenza di un’opinione e mandando a puttane l’obiettività, mal sopportando o contestando palesemente chi e cosa vi si oppone con la stessa, legittima libertà d’espressione che tocca a chiunque viva in un paese democratico come il nostro.

Per carità, ci sono poi episodi come l’Eterno Riposo recitato da Salvini e la D’Urso in diretta nazionale, la cui indigeribilità non ha confini né barriere ideologiche; ma da lì a sparare addosso impunemente a chi non la pensa come te ne passa di strada, specie da parte della tipica insofferenza “sinistra” nei confronti dell’avversario, poi resa più universale dall’ormai caduco ambiente grillino.

Nel mondo dell’informazione, l’orientamento che domina le linee editoriali collima spesso con la corrente vincente del momento e, di conseguenza, non ci si meraviglia più se testate non ufficialmente “di partito” assumono improvvisamente il ruolo di house organ filogovernista, ritenendolo ormai parte integrante di quel malcostume inestirpabile dal nostro tessuto sociale a cui ci siamo quasi del tutto assuefatti. Il guaio vero, invece, è il perpetrarsi dell’intolleranza di cui sopra nell’ambito dei social network, dove prima o poi sarà necessario porre in essere un vero e proprio processo catartico che li depuri dall’arroganza, dalla stupidità e, soprattutto, dall’ignoranza e dalla cultura cosiddetta “googlistica”.

Dipendesse da me, comincerei subito. E, credetemi, sarebbe pianto e stridore di denti. E di dita sui tasti.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui