giovedì, Luglio 25, 2024

Serie D. Romana-Ischia 2-2 GLADIATORI. L’Ischia non si arrende e lotta fino novantesimo

Gli ultimi articoli

Iscriviti alla nostra newsletter

Resta informato e non perderti nessun articolo

Francesco Fiorillo | Un punto utile, che muove la classifica e che tiene alto il morale in vista di una nuova, importante settimana di lavoro. Come accaduto ad Anzio undici giorni prima, l’Ischia Calcio trova ancora un pareggio in trasferta nelle battute conclusive dell’incontro. Un risultato, quello di 2-2, che va ad aggiungersi alla continuità degli ultimi tre.

Con grande carattere e con il cuore oltre l’ostacolo, i gialloblù riprendono due volte la Romana, passata in vantaggio con un gol su rigore e con una manovra nata da una disattenzione della difesa. E, invece, gli isolani, con pazienza e amministrazione del gioco, riprendono gli avversari due volte nel punteggio: la prima rete è un pregevole bolide di Giacomarro che si spegne all’incrocio, il secondo è un tocco vincente dell’under Quirino alla prima gioia nel calcio dei grandi. Senza farsi prendere dalla frenesia e dal nervosismo, il team di Enrico Buonocore strappa un punto ai capitolini e torna a casa con ulteriori indicazioni positive in vista del prosieguo della stagione. Avvio di partita da rivedere per Pastore e compagni, non sempre precisi in fase di impostazione e non attenti in occasione dell’azione che porta al rigore locale.

Con il passare dei minuti l’Ischia prende sempre più confidenza con il terreno di gioco, tutt’altro che amico, e mette in pratica i concetti che fanno ormai parte dell’identità tracciata dallo staff. Poi l’invenzione dalla panchina con i cambi, mister Buonocore manda in campo l’ex Procida che ringrazia e ripaga la fiducia con un guizzo pesantissimo. Qualche meccanismo è da rivedere, in vista altresì del complicato impegno contro la Cynthialbalonga al Mazzella. Tuttavia, cioè che balza all’occhio è l’incredibile senso d’esperienza messo in mostra all’Academy Sport Center da una squadra relativamente giovane. È un pareggio frutto della maturità e del consolidamento del gruppo, sempre più tra le interessanti sorprese del girone.

LA GARA | Cuore e carattere, caparbietà e intuizione. C’è tutto nella clamorosa (e doppia) rimonta dell’Ischia Calcio all’Academy Sport Center contro la Romana. Quarto risultato utile consecutivo, secondo pareggio esterno di fila e allo scadere per i gialloblù. La squadra di Enrico Buonocore non si arrende mai e, anche nell’undicesima giornata del campionato, dimostra grande reazione e voglia di non mollare mai. Uno strepitoso jolly, estratto dal cilindro come un mago, da parte di Giacomarro e la prima gioia personale di Quirino permettono agli isolani di acciuffare un prezioso risultato in trasferta. La classifica sorride ancora al club di Pino Taglialatela che aggancia il Sassari Latte Dolce, ma scivola nei confronti di Cassino e Atletico Uri. Lo staff tecnico si affida a un 4-3-3 classico, con una sola modifica nell’undici di partenza come dichiarato dal mister in conferenza stampa.

Il cambio riguarda il pacchetto under, con Damiano che fa rifiatare Patalano. Confermata la difesa, blocco di centrocampo ormai consolidato con Arcamone che si presenta in buone condizioni dopo la preoccupazione della gara del Mazzella. In avanti ci sono i soliti Baldassi e Talamo. Pronti via e subito tentativo dei padroni di casa con Succi che cerca la conclusione, il muro difensivo risponde presente ed allontana la minaccia. Ghiotta chance invece per il numero dieci isolano all’8’: l’ex Monterotondo sguscia sulla destra e scarica un diagonale verso il bersaglio, la sfera si spegne poco distante dalla porta difesa da Antolini. Al 13’ sussulto della formazione capitolina con un’azione personale di Ruggeri, il mancino è neutralizzato senza problemi da Gemito. Quest’ultimo è protagonista al 18’ con un contatto ai danni di Calì, l’arbitro non ha dubbi e assegna il rigore tra le proteste gialloblù. Dal dischetto si presenta proprio l’attaccante che, con freddezza, spiazza l’estremo difensore e rompe l’equilibrio del match.

La reazione dei ragazzi di Buonocore non tarda ad arrivare con un’opportunità per Damiano, ma Antolini si fa trovare di nuovo pronto. Alla mezz’ora Maiorano prova ad emulare quanto accaduto una settimana prima sull’isola con una punizione dal limite, la traiettoria è intercettata dalla barriera. Con il passare dei minuti, l’Ischia prende le redini della sfida e al 34’ Baldassi va vicino alla rete con un destro a giro che termina sul fondo. Poco altro nel finale di frazione, le squadre rientrano negli spogliatoi con la Romana in vantaggio. Qualche rischio in avvio di ripresa per gli ospiti, la compagine locale sfiora il raddoppio con Armini. Il numero 17 cerca di sfruttare un rimpallo e una superiorità numerica, ma impiega troppo nella conclusione: la retroguardia allontana la minaccia con un intervento in extremis. Tanto possesso poi per gli isolani con Florio che tenta di scuotere i suoi con un destro al 50’ che si perde lontano dallo specchio difeso da Antolini. Trascorrono due minuti ed è Damiano a trovare i guantoni del portiere capitolino. Il giovanissimo esterno punta ad affondare il colpo anche poco dopo a margine di una serie di dribbling, il 77 di D’Antoni chiude la porta.

Il giro palla dell’Ischia prosegue e al 63’ Giacomarro si inventa la perla di giornata: il centrocampista riceve dai ventidue metri e, con una sassata spaventosa, insacca all’incrocio dei pali. Il gol galvanizza gli isolani che hanno una nuova chance qualche minuto più tardi con uno schema da piazzato, Talamo viene liberato da posizione ravvicinata ma tra lui e l’esultanza c’è ancora Antolini. Le squadre si allungano e, complice anche un po’ di stanchezza, si aprono praterie importanti. La Romana sfiora il secondo vantaggio con Calì che, all’ultimo pallone della sua partita, rischia di beffare Gemito. La panchina di casa invade invece il campo all’88’ quando, dopo un pasticcio difensivo degli ospiti, Alagna approfitta della situazione favorevole e infila alle spalle di Gemito. Il team laziale sente di avere il bottino in tasca, ma il cuore degli uomini di Buonocore va oltre l’ostacolo. Quirino, entrato sul terreno di gioco attorno alla mezz’ora del secondo tempo, impatta di testa su un calcio d’angolo e fa 2-2. Buon punto in trasferta per l’Ischia che porta a quattro la striscia di risultati utili di fila. Ora si spalanca una settimana di lavoro in vista del prossimo appuntamento, al Mazzella contro la Cynthialbalonga.


IL TABELLINO: ROMANA-ISCHIA 2-2

Romana: Antolini, Tarantino (71′ Avellini), Sfanò, Paolelli, Vagnoni (73′ Errico), Fiore (35′ Nannini), Spinosa, Ruggeri, Calì (82′ Alagna), Armini (86′ Romagnoli), Succi. A disp.: Allegrucci, Lisi, Ricozzi, Macrì. All.: D’Antoni
Ischia Calcio: Gemito, Florio, Ballirano, Maiorano, Montuori (93′ Chiariello), Pastore, Giacomarro, Damiano (73′ Quirino), Talamo (82′ Pinto), Baldassi, Arcamone (46′ Patalano). A disp.: Vivace, Cibelli, Di Meglio, Bisogno, Buono L. All.: Buonocore
Arbitro: Caggiari di Cagliari
Assistenti: Moroso di Sassari e Macchia di Moliterno
Marcatori: 20′ rig. Calì (R), 63′ Giacomarro (I), 88′ Alagna (R), 90′ Quirino (I)
Ammoniti: Giacomarro (I), Talamo (I)
Angoli 2-4
Recupero: pt 47’, st 51’
Gara disputata a porte chiuse

[sibwp_form id=1]

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Gli ultimi articoli

Stock images by Depositphotos