Panni sporchi in diretta sul web: la fine indecorosa del voto di Lacco Ameno

1

Martedì sera, martedì notte e mercoledì mattina siamo stati spettatori di uno spettacolo indegno. Il ciak lo ha dato il candidato sindaco Giacomo Pascale. La scenetta organizzata all’esterno del seggio (che non si capisce perché dovrebbe essere zona loro), non ha convinto nessuno di quelli che conoscono Giacomo.

La storia del voto, tarocco o meno, bisogna raccontarla a chi è distratto e a chi, chiude un occhio e fa finta di non sapere chi è chi. Perché, caro Giacomo, qui nessuno di noi tiene l’anello al naso.
Sul web, ad un certo punto, la comunicazione di Giacomo Pascale, programma la pubblicazione (forse anche degli post, dobbiamo immaginare) un post che contiene questa frase: “Ma c’è una cosa che voglio sottolineare, e mi è stata appena confermata: uno dei vertici (se non erro il Presidente) della sezione uno (e quindi tecnicamente una persona che da un punto di vista etico e morale dovrebbe essere super partes) è un importante dipendente di Domenico De Siano.”

Ma come… Giacomo Pascale e i suoi rappresentanti di lista sono stati a contatto con questa persona da sabato sera e solo martedì sera, dopo quasi 4 giorni, l’hanno riconosciuto? Ma smettetela!
Così come è ridicolissima la sceneggiata del Barone organizzata con l’infermiera e l’ambulanza del 118 che già era presente al seggio (in attesa che si sentisse male?) solo per completare la sceneggiata organizzata per il malore. Non c’è stata neanche la necessità di gridare “chiamate un medico o l’ambulanza”!
A questo siparietto, però, è impossibile non aggiunge e censurare, dal lato di De Siano, la performance della potenziale first lady che si è espressa in una vajassata (con tanto di mimica) poco elegante per una signora.

Sul web, nel frattempo, però, i panni sporchi continuano ad essere stesi. E di presidenti di seggio in presidenti di seggio, arriva l’affondo di De Siano contro il presidente della Sezione numero 3.
«Ieri notte – scrive De Siano sul web -, mentre il candidato della lista avversaria e i suoi fedelissimi mettevano in scena quello spettacolo indegno, pieno di odio e di calunnie che nelle prossime ore verranno vagliate dagli organi competenti, il nostro candidato Sindaco ed i componenti della nostra lista si sono ritirati a casa propria. Perché chi ha un lavoro, la coscienza a posto e fiducia nella magistratura, non ha bisogno di dare spettacolo. Chi ha fondato e fonda ogni giorno la sua vita sull’impegno imprenditoriale non ha tempo da perdere ed, al contrario di altri che un lavoro non ce l’hanno, non ha bisogno di vivere sulle spalle dei cittadini. A breve, con la consueta chiarezza, sveleremo, carte alla mano, l’ignobile truffa che i nostri concittadini hanno subito ieri.»

In un altro post, invece, sempre De Siano anuncia la «LA VERITÀ SUL PRESIDENTE DELLA SEZIONE 1. Hanno detto: “Un direttore del Dok è stato messo da De Siano a presiedere una sezione! Vergogna! Camorristi!”. Quel che è vero è che i presidenti di seggio vengono nominati dalla Corte di Appello di Napoli ed un ragazzo per bene, conosciutissimo e ben voluto da tutti, direttore di un supermercato della catena DOK, presidente della sezione 1, è stato sbranato e dato in pasto ai cani dalla propaganda rabbiosa di Giacomo Pascale quando, proprio nella sezione da lui presieduta, non è stata riscontrata NESSUNA ANOMALIA. Anomalie, però, sono state riscontrate sul verbale della sezione nr. 3, presieduta dal Sig. Sergio Trani, che vedete in queste foto. In una Trani posa durante la presentazione della lista di Pascale, nell’altra partecipa attivamente ad una riunione elettorale. Come la mettiamo? Sbagliamo o il fango gettato su un povero lavoratore innocente ora si ritorce improvvisamente sulla comitiva dei teatranti?» Lo spettacolo può finire anche qua in attesa del campagna elettorale per il ballottaggio che si terrà il 4 e 5 ottobre 2020, così come certificato dal Ministero degli Interni: “Candidato sindaco non eletto al primo turno” dato aggiornato al: 22/09/2020 – 16:12.

1 commento

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui