fbpx
domenica, Maggio 19, 2024

Iervolino, una strategia salva Forio e si discute il futuro

Gli ultimi articoli

Dopo l’endorsement del presidente Amato

Ha accettato l’incarico in corso d’opera, ha fronteggiato alla grande le numerose difficoltà e ha risollevato le sorti di un ambiente con la conquista della meta. C’è il marchio di Angelo Iervolino sull’impresa stagionale del Real Forio. Un’annata di continua sofferenza per un progetto partito in extremis, complice anche il ripescaggio a poche settimane dal via. E invece i biancoverdi hanno fatto quadrato, si sono chiusi in una bolla e hanno agguantato il meritato bottino. Il lavoro del mister è stato prezioso per il raggiungimento del traguardo, in seguito alla pesante e scottante eredità lasciata dal maestro Billone Monti. Se la prima parte non ha funzionato, nel girone di ritorno c’è stata una vera e propria metamorfosi ai piedi del Torrione.

Una rivoluzione, più di mentalità e di carattere, che ha spinto il Forio alla salvezza diretta. Scongiurato il pericolo dei playout, autentico tormento negli ultimi mesi per una fascia dell’isola. Lo spettro retrocessione tramite spareggi ha aleggiato sull’ambiente. Bravo il gruppo e lo stesso staff ad acciuffare la permanenza senza passare dagli scontri post-season.Come detto, c’è tanto di Iervolino sul miracolo foriano, chiuso col record di punti in classifica. L’opera del tecnico è stata resa possibile anche dal contributo della proprietà a dicembre, con un mercato di riparazione da top team, e con la vicinanza costante della dirigenza. Il mister non si è lasciato sopraffare dalla piaga infortuni, anzi ha allontanato la pressione esterna dalla squadra, trascinandola fuori dalla zona calda.

Sempre sul pezzo e pronto a stravolgere il suo undici per le numerose defezioni, Iervolino ha dato anche un’impronta identitaria importante al gruppo. Una formazione di carattere, abile a saper capire i momenti di sofferenza e a giocare a viso aperto con tutte. Gli errori dei singoli o del collettivo non sono mancati, ma il presidente Luigi Amato è stato netto: “Il nostro allenatore ha fatto un ottimo lavoro”.Dalla parentesi con l’Ischia, conclusa con un quarto posto l’anno prima e con l’eliminazione ai playoff contro il San Marzano, alla cavalcata con il Forio. Un passaggio da una realtà all’altra, ma restando fedele all’isola. E adesso c’è in discussione il suo futuro. I prossimi infatti saranno giorni determinanti per la sua conferma. Il patron biancoverde, come raccontato ai nostri microfoni nell’intervista esclusiva, sarà ad Ischia per una serie d’incontri propedeutici per il ciclo del club. La società è già al lavoro da diverse settimane per la programmazione della prossima annata sportiva, in cui Iervolino dovrebbe ancora essere parte integrante.

Il numero uno Amato si è espresso così sulla posizione del tecnico: “È normale voler continuare il percorso assieme. Dobbiamo confrontarci con i dirigenti per sciogliere questo nodo, però la volontà è quella di proseguire con l’attuale allenatore perché alla fine siamo riusciti a raggiungere l’obiettivo in maniera tranquilla. Questa cosa ci rasserena. Tuttavia dobbiamo ancora incontrarci e definire alcune cose, poi annunceremo la scelta”.La sensazione, come testimoniato dalle parole del patron, è che ci possa essere un nuovo accordo in vista del campionato che verrà. Il Forio ha la piena intenzione di consolidarsi tra le grandi, l’imperativo – al netto di rischi, di sfortuna e di episodi contrari – sarà chiudere nella parte sinistra della graduatoria. Al timone della prima squadra, che sarà rinforzata con elementi del territorio e con fresca qualità dalla terraferma, potrebbe esserci ancora Iervolino: filtra massima fiducia per la riconferma dello stratega in panchina

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Gli ultimi articoli

Stock images by Depositphotos