giovedì, Luglio 25, 2024

La “popolarità” di Enzo, gli uccellini e l’atelofobia | #4WD

Gli ultimi articoli

Iscriviti alla nostra newsletter

Resta informato e non perderti nessun articolo

La “popolarità” di Enzo, gli uccellini e l’atelofobia | #4WD

Daily 4ward di Davide Conte del 19 novembre 2023

Il fatto che gli uccellini pronti a cinguettarmi sempre più episodi legati al sindaco d’Ischia Enzo Ferrandino e al momento difficile che sta attraversando a palazzo aumentino sempre di più, la dice lunga sul rinnovato entusiasmo che rinfocola, oggi più che mai, la speranza di chiudere presto questa disastrosa esperienza di non-amministrazione nel nostro Comune. Anche giovedì scorso, in sala consiliare, la scena dell’omuncolo di Giunta che correva all’orecchio dell’anchor man per bisbigliargli chissà che cosa durante il mio puntuale intervento e l’imbarazzo di Enzo che guardava preoccupato Ejarque e il suo partner amalfitano nella speranza che avessero qualche buon motivo per replicarmi adeguatamente (cosa che non sono riusciti a fare, visto che ci sono ancora i segni delle loro unghie sugli specchi), sono l’ennesima fedele rappresentazione di tutta l’approssimazione a cui sono affidate, anche a caro prezzo come in questo caso, le nostre sorti e quelle del nostro Comune. 

Ma adesso… veniamo al cinguettio del giorno.

Proprio oggi ricorre una settimana dall’ultima, splendida perla che Enzo Ferrandino ha regalato al mondo in uno dei suoi recenti interventi pubblici. E’ successo, infatti, che domenica scorsa il sindaco ha partecipato all’inaugurazione della nuova libreria in Via Roma. Neppure un grande evento, a dire il vero, se si considera che in situazioni ben più rilevanti Enzo abbia preferito delegare. Ma in questo caso Benedetto Valentino si sarebbe occupato dell’ufficio stampa dell’evento e, di conseguenza, ne poteva scaturire una ribalta mediatica interessante. E allora, ecco la telefonata ai “padroni di casa” per accertarsi della cosa e annunciare la partecipazione (ma come… l’amministrazione non era stata invitata?).
E il bello viene adesso!
Nel corso dell’evento e dinanzi a testimoni letteralmente sbigottiti (alcuni dei quali, naturalmente, sono i miei “uccellini”, pronti a confermare il racconto in qualsiasi sede), uno dei presenti, ritenuto presumibilmente un addetto della Giunti, ha posto a Enzo il sindaco una domanda: “Quanti abitanti ha l’isola d’Ischia?”. E la risposta è stata delle più singolari: “La POPOLARITA’ di Ischia è di sessantamila abitanti”. T’hee capì? Direbbero i milanesi…

E poi c’è anche chi si permette di dire che io mi aggrappo eccessivamente alla forma. Ma credetemi e, se ci riuscite, rifletteteci: spesso la forma è anche sostanza, specie quando si riveste un ruolo pubblico così importante. Tuttavia, rifacendomi ad un commento estremamente puntuale esteso al mio articolo “Enzo e le sue vittime” della scorsa settimana dal sempre presente ed acuto Luigi Boccanfuso, la possibile atelofobia di Enzo potrebbe essere l’unica giustificazione utile ad una gaffe del genere, molto più che un semplice lapsus. L’atelofobia richiamata da Luigi (cito Wikipedia, perché non ne conoscevo il significato) è classificata come “un disturbo d’ansia, che influenza le relazioni personali e che si traduce in un costante senso di inadeguatezza. Fa credere che tutto ciò che si fa o dice sia sbagliato.

Luigi ha ragione! “Dobbiamo fare qualcosa per aiutarlo perché l’atelofobia rende gli uomini infelici e grigi.”. Io un’idea ce l’avrei: mandarlo a casa. Aiuterebbe di certo anche tutti noi!

[sibwp_form id=1]

1 COMMENT

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Gli ultimi articoli

Stock images by Depositphotos