fbpx
giovedì, Febbraio 22, 2024

Eccellenza. Ischia, insidia flegrea. In campo per il primato

Gli ultimi articoli

113 novembre 2022. Partita abbordabile sulla carta e verdetto apparentemente già segnato: al Mazzella arriva il fanalino di coda, il Montecalcio. Per la capolista Ischia sembra una giornata tranquilla e serena, il guizzo di Trofa dopo appena circa otto giri di cronometro appare come primo assolo di una weekend prosperoso.
Gli uomini di Enrico Buonocore tengono il dominio territoriale e si divorano qualche importante occasione. I flegrei non vogliono passare da vittime e col passare dei minuti crescono. È nella ripresa che si consuma la più classica delle beffe, il pronostico in favore della più forte si capovolge e premia la Cenerentola della competizione.

Al 70’ Viola s’inventa la giocata che nessuno si aspetta, un missile dai trenta metri che fulmina Gemito, protagonista di diversi interventi notevoli e incolpevole nella circostanza. A due dal termine, Carandente conquista la sfera e, in solitaria, deposita in rete. Il Montecalcio, unica squadra a riuscirci finora, espugna l’isola e fa suonare qualche campanello d’allarme in casa Ischia.Quella sconfitta segna lo spogliatoio e rappresenta probabilmente la chiave di svolta della stagione.

Nonostante sia stata una capolista indiscussa dalle prime giornate, la formazione gialloblù ha raggiunto maggiori consapevolezze. A partire dalla mentalità: dopo quell’impensato passo falso casalingo, l’Ischia ha lavorato sull’approccio e sulla continuità d’atteggiamento durante le partite. Aspetti che si sono rivelati vincenti per la truppa di Buonocore che, da quel giorno di novembre, ha conquistato dodici successi e quattro pareggi. L’unica macchia di un percorso pressoché perfetto è il pareggio interno senza reti contro il Massa Lubrense. Dopo la disfatta contro il team flegreo, gli isolani hanno dato vita ad un filotto di sedici risultati consecutivi.Buonocore, nella conferenza stampa di presentazione del match, ha però respinto l’ipotesi vendetta sportiva per ciò che è accaduto un girone fa. Analisi impeccabile dell’allenatore che tiene il focus esclusivamente sulla sua squadra.

Al Vezzuto-Marasco ci sarà un Montecalcio profondamente rivoluzionato dal mercato di dicembre e con l’arma in più: il fattore interno.
La compagine di Gennaro Illiano, che punta all’impresa salvezza dopo aver alzato il tasso tecnico, è reduce da quattro vittorie di fila nel proprio fortino: battute Pompei, Napoli United, Sant’Antonio Abate e Saviano. Dunque, non sarà un impegno facile per i gialloblù che dovranno far leva sui propri punti di forza.

Qui Montecalcio
Il Montecalcio, incubo delle big del Girone A, punta a fare un’altra impresa: la compagine flegrea si sta preparando all’impegno contro l’Ischia. L’allenatore Gennaro Illiano ha così commentato l’ultima settimana: “La partita contro l’Albanova è stata fatta veramente bene. C’è molto da recriminare e poco da imputare ai ragazzi, abbiamo avuto le occasioni per passare in vantaggio prima di subire il gol. C’è stato anche l’episodio dell’espulsione non data dopo un fallo da ultimo uomo su Di Lorenzo, secondo me ha condizionato la partita. La prestazione è stata ben fatta e interpretata nella maniera giusta. La sconfitta immeritata. Stiamo cercando di recuperare tutti gli infortunati, arriva l’Ischia: è la squadra più forte del campionato. Dobbiamo cercare di non regalare uomini e assenze contro un avversario così forte. Dopo l’Ischia avremo tutte squadre in lotta per la salvezza, lì sarà decisivo e i punti avranno un peso maggiore”.

I convocati di mister Buonocore
Portieri: Mazzella, GemitoDifensori: Ballirano, Chiariello, Di Costanzo, Florio, Matarese, Pastore, Buono L.Centrocampisti: Arcamone G.G., Arcamone M., Cibelli, Matute, Patalano, TrofaAttaccanti: Brienza, Simonetti, Padin, Longo, Mattera, De Luise

Arbitro
Mauro Tomei di SapriAssistenti: Vincenzo Tallarico di Ercolano – Francesco Gallo di Torre Annunziata

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Gli ultimi articoli