fbpx
mercoledì, Giugno 12, 2024

Serie D. Ischia, ti serve una prova capitale! Round 3 con la Romana per sognare la finale

Gli ultimi articoli

Iscriviti alla nostra newsletter

Resta informato e non perderti nessun articolo

Da matricola a sorpresa, da neopromossa ad outsider. È il viaggio stagionale dell’Ischia Calcio che completa il suo straordinario percorso con la partecipazione ai playoff del girone. La squadra di Enrico Buonocore, reduce dalla delusione del San Francesco di Nocera, arriva agli impegni post-season da quarta della classe e con il sogno, al momento, svanito di giocare di nuovo al Mazzella. I gialloblù fanno tappa allo stadio Francesca Gianni per sfidare la Romana di David D’Antoni: è la prima fase del mini-torneo, chi otterrà il pass approderà alla finalissima contro la vincente di Nocerina-Cassino.

A Talamo e compagni servirà obbligatoriamente un successo per assicurarsi la qualificazione e accedere al turno conclusivo. In caso di parità al termine dei tempi regolamentari, saranno effettuati i tempi supplementari ma non i calci di rigore. Persistendo l’equilibrio in campo, sarà considerata vincente la società meglio classificata alla fine del campionato. Il team laziale dunque giocherà con due risultati su tre a favore, l’Ischia dovrà imporsi in trasferta per regalarsi la finale e sperare in un passo falso della Nocerina per ritrovare l’impianto amico.

L’ultimo stop sulla terraferma ha sicuramente influito sul morale del gruppo e sul lavoro settimanale svolto, a fare un punto sul momento è stato mister Buonocore: “Quella sconfitta ci ha un po’ destabilizzato, abbiamo preso gol a sei minuti dalla fine in una partita dove abbiamo fatto poco noi e poco loro. Ci siamo allenati non benissimo, mi auguro che le motivazioni tornino in questi due giorni perché è molto importante provare a fare una buona prestazione. Vogliamo proseguire e riuscire ad arrivare al turno successivo”. Sarà una gara diversa rispetto alle precedenti disputate in campionato e il fattore mentale, oltre alla condizione fisica, sarà determinante per superare l’avversario. Cambia anche il terreno di gioco, differente da quello che ha ospitato i gialloblù nel girone d’andata.

Sul tipo di prestazione che dovrà fare l’Ischia, il tecnico isolano ha le idee chiare: “Affrontiamo una buona squadra, ci conosciamo e sappiamo come giochiamo. Dobbiamo limitare le loro qualità sulle ripartenze, sono molto bravi ad abbassarsi e ad andare in contropiede. Non sarà una partita semplice, ma noi andremo lì per fare quello che sappiamo. Dobbiamo capire i vari momenti della partita e il tipo di gestione, se farà caldo sarà importante tenere il pallone e non rincorrere gli avversari. Bisogna essere aggressivi o almeno provare a farlo e stare attenti alle situazioni che la Romana cercherà di creare. Voglio che la mia Ischia sia alta, chiedo personalità nelle giocate veloci e in verticale”. La Romana ha chiuso l’annata sportiva con un filotto di risultati positivi: quattro vittorie e un pareggio è il bilancio nelle ultime cinque partite giocate da Spinosa e soci.

La compagine di D’Antoni, che predilige un 3-5-2 come struttura tattica di partenza, con il blitz sul campo della Nuova Florida ha fatto registrare il sorpasso sul club di Taglialatela all’ultima giornata. Una gerarchia di classifica stravolta in volata e la possibilità dei capitolini di lottare per il playoff in casa, con due risultati su tre a disposizione. Il rendimento interno degli avversari recita 9 vittorie e 6 pareggi in 17 partite, soltanto 2 le sconfitte contro Cassino e Nocerina. Sarà il terzo incrocio stagionale invece con gli isolani: 2-2 all’Academy Sport Center con la doppia rimonta firmata Giacomarro e Quirino a novembre, 2-0 per i ragazzi di Buonocore al Mazzella con i gol di Trofa e Pastore lo scorso marzo.

Proprio in riferimento all’ultimo testa a testa tra le due squadre, il tecnico ex Cynthialbalonga aveva commentato: “L’Ischia è stata superiore e più brava di noi, per fare risultato sull’isola c’è bisogno di una grande prestazione e non ci siamo riusciti. Se vieni qua e non rispondi allo stesso livello, perdi”. Rispetto ad un mese e mezzo fa, sarà una sfida completamente diversa e il margine d’errore è minimo: per andare avanti bisognerà sbagliare meno degli altri. Simone Corino, allenatore in seconda, ritrova Pastore ma non può contare sugli infortunati Florio e Baldassi: il terzino si è fermato due settimane fa per un problema alla caviglia, il fantasista è out per uno stiramento. Sono venti i calciatori convocati per la trasferta romana.

La gara: Domenica 12 Maggio, ore 15.00
Stadio “Centro Sportivo Francesca Gianni – Roma

La terna arbitrale
Michele Buzzone, Enna;
Andrea Giulio Adragna, Milano;
Marco Tonti, Brescia

I CONVOCATI
PORTIERI: Vivace, Sarracino
DIFENSORI: Buono, Chiariello, Pastore, Montuori, Mattera, Ballirano
CENTROCAMPISTI: Trofa, Arcamone, Maiorano, Montanino, Bisogno, Spunticcia, Patalano, Giacomarro
ATTACCANTI: Longo, Di Meglio, Quirino, Talamo

[sibwp_form id=1]

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Gli ultimi articoli

Stock images by Depositphotos