fbpx
venerdì, Aprile 19, 2024

Serie D. Ischia-Anzio 0-0.

Gli ultimi articoli

Simone Corino: “Cassino banco di prova importante, ora nove finali”

Un pareggio che ha lasciato il rammarico e una prova tutt’altro che brillante. L’Ischia Calcio ha rallentato la sua corsa allo stadio Mazzella, l’Anzio è riuscito nell’impresa di assicurarsi metà del bottino al triplice fischio. Mister Simone Corino ha commentato la prestazione della squadra in sala stampa: “Le assenze sono tante e importanti, sicuramente dovevamo fare molto meglio. Abbiamo affrontato un avversario che ha cercato questo tipo di partita, puntando sulla fisicità dell’attaccante affiancato da calciatori veloci. Questa idea ci ha messo in difficoltà perché ci ha allungato.

Dovevamo essere molto più bravi nella gestione della palla, capisco che non sia semplice per le condizioni del campo. Le assenze le conosciamo, parliamo di calciatori molto importanti per l’Ischia. Quelli che hanno giocato, hanno fatto il loro, c’è da dirlo. Ora dobbiamo cercare di recuperare qualche elemento perché la squadra ne ha bisogno. Dobbiamo riprendere un certo tipo di cammino e di gioco. Alla fine abbiamo provato più soluzioni, rinforzando l’attacco e puntando su altre situazioni. Ci sono state occasioni da una parte e dall’altra, il portiere avversario ha fatto una grandissima parata”.

Corino si è soffermato anche sul tipo di atteggiamento in avvio di ripresa: “Non abbiamo fatto un ingresso nel secondo tempo come di solito siamo abituati a fare. È stata una partita sporca, nata così e finita allo stesso modo. Potevamo trovare il guizzo, questa è la classica gara che può sbloccarsi con un calcio piazzato. Abbiamo costruito un paio di situazioni anche al limite dell’area, ma dobbiamo fare meglio. Da martedì cercheremo di recuperare energie, perché queste partite sono dispendiose, e giocatori”.

Sugli errori in fase di costruzione e di disimpegno a centrocampo, Corino ha affermato: “Oltre all’imprecisione tecnica, con le condizioni del campo che possono influire, è mancato proprio il nostro ritmo. Nel girone d’andata e per gran parte in quello di ritorno, abbiamo alzato sempre il ritmo, anche per un minutaggio molto alto della partita. Contro l’Anzio è stato basso, forse ci siamo un po’ adeguati. Questa cosa non va bene. Bisogna sempre andare oltre. In questo momento non ci sta riuscendo, ma dobbiamo recuperare quello che di buono abbiamo fatto finora”.

Sulla scelta di Montuori a destra: “Ha giocato in quel ruolo anche nelle stagioni precedenti. Cercavamo un certo tipo di fisicità per contrastare la struttura dei calciatori dell’Anzio. Abbiamo fatto una scelta e Montuori ha fatto la sua prestazione, Buono ci tornerà utile nelle prossime partite. Quattro attaccanti? Si può fare tutto, l’importante è trovare equilibrio. In questo momento ci mancano giocatori molto importanti come Giacomarro, Maiorano e lo stesso Florio. Bisogna stare attenti perché l’equilibrio della squadra è la prima cosa. È stata una situazione di “emergenza”, volevamo vincere e abbiamo provato ad affidarci su più attaccanti. È una dinamica che si può ripetere, ma inizialmente non è semplice”.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Gli ultimi articoli

Stock images by Depositphotos