fbpx

Sant’Angelo, divieto orario per i carrelli elettrici. Ordinanza a tutela della quiete

Le zone interessate sono quelle dall’arco di via Chiaia delle Rose al centro del borgo e tutta la ZTL Madonnella fino alla zona di Cavascura, a partire da piazzale Cava Mare

Must Read

L’Amministrazione comunale di Serrara Fontana ha deciso di vietare in alcune zone e in determinati orari la circolazione dei carrelli elettrici utilizzati per il trasporto a Sant’Angelo, al fine di garantire la tranquillità dei turisti. Le finalità dell’ordinanza firmata dal comandante della Polizia Locale cap. Vito Gallo vengono chiaramente spiegate in premessa, evidenziando che «il comune di Serrara Fontana, sia per l’afflusso di turisti che per il rispetto della quiete dei suoi cittadini, deve adottare tutte le misure occorrenti per evitare rumori molesti, intralcio al traffico veicolare, accumulo di materiali edilizi negli spazi pubblici e/o privati e quanto possa comunque nuocere al regolare svolgimento delle attività quotidiane nonché di quelle connesse al turismo, settore portante dell’economia locale, garantendo la vivibilità e il decoro del comune».

Inoltre «la stessa vocazione turistica del territorio comunale deve essere contemperata con le esigenze di natura abitativa e di soggiorno nonché di quelle relative alle attività economiche e lavorative». Fenomeno che «riguarda anche l’utilizzo di altri tipi di veicoli, quali velocipedi e/o monopattini elettrici o a motore ed altri sistemi similari, per i quali vige espresso divieto di transito nel centro di Sant’Angelo, in quanto costituiscono pericolo per la pubblica e privata incolumità e intralcio per la ordinaria circolazione pedonale». In linea con l’indirizzo indicato dall’Amministrazione, dunque risulta opportuno «adottare un nuovo provvedimento che tenga, comunque, conto delle necessità di limitazione del traffico veicolare nel centro di Sant’Angelo a tutela della sicurezza e dell’ordine pubblico e delle esigenze rappresentate dalle categorie produttive». Contemperando le richieste a tutela della quiete e le esigenze rappresentate dalle associazioni di categoria.

L’ordinanza dunque dispone: «E’ vietata la circolazione dei carrelli elettrici pubblici e privati a partire dall’arco di via Chiaia di Rose per tutto il centro di Sant’Angelo dalle ore 10.00 alle 12.30; dalle ore 15.30 alle 20.00; dalle ore 21.00 alle 23.30. In deroga a quanto sopra, sono esclusi dal divieto di transito nel centro di Sant’Angelo i carrelli elettrici al servizio di persone diversamente abili in possesso di contrassegno disabili, donne in stato di gravidanza, anziani/soggetti con evidenti difficoltà motorie, nonché carrelli che trasportano merci e/o carrelli che trasportano bagagli per i turisti in arrivo o in partenza, soggiornanti presso le strutture alberghiere del centro di Sant’Angelo.

E’ vietata la circolazione dei carrelli elettrici privati in tutta la ZTL Madonnella fino alla zona di Cavascura, a partire da piazzale Cava Mare e viceversa dalle ore 10.00 alle 13.00; dalle ore 16.00 alle 19.00; dalle ore 20.00 alle 00.00».

E’ inoltre istituito il divieto di sosta di tutti i veicoli nel centro di Sant’Angelo non espressamente autorizzati dal Servizio di Polizia Municipale. Disposizioni che il Comune si riserva di modificare o integrare a seconda delle esigenze o in concomitanza di grandi eventi religiosi, sportivi, culturali.

1 commento

  1. Si scrivono articoli sulle manifestazioni in piazza, sulle ordinanze per la circolazione elettrica ma si omettono quelli sull’affidamento dei lavori sul territorio tramite chiamata diretta ad una ditta di Barano per complessivi 15.000 euro (tra poco si vota a Barano) e lavori al borgo di Sant’Angelo ad una ditta di Panza sempre tramite chiamata diretta per complessivi 19.000 euro e poco più (chissà come mai proprio lei con altre ditte sul territorio di Serrara Fontana capaci e all’altezza). Solo per citarne qualcuna…ma che per chi fa giornalismo serio queste sono sciocchezze.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

In evidenza

Ciro Re arresta il “bulgaro” mano lunga

Forse è la parola fine. Il vicequestore Ciro Re ha arrestato, personalmente, il cittadino bulgaro, più volte denunciato a...
In evidenza

Ciro Re arresta il “bulgaro” mano lunga

Forse è la parola fine. Il vicequestore Ciro Re ha arrestato, personalmente, il cittadino bulgaro, più volte denunciato a...