fbpx
giovedì, Giugno 20, 2024

Real Forio. Con l’Afragolese approccio al match giusto ma non basta il cuore… IL COMMENTO

Gli ultimi articoli

Iscriviti alla nostra newsletter

Resta informato e non perderti nessun articolo

Il Real Forio arriva alla partita d’esordio in campionato con le certezze delle prime uscite stagionali e con l’incognita ancora forte riguardante la condizione fisica. Sul percorso dei biancoverdi c’è una delle “sette sorelle”, come definite da mister Angelo Iervolino nel post-pubblicazione dei gironi di Eccellenza. L’Afragolese è una squadra costruita per vincere il campionato e per risalire subito in Serie D, ma le differenze in campo non si notano. L’approccio al match è giusto, l’atteggiamento anche e lo spartito tattico è ormai improntato nel gruppo. Si parte con il consueto 4-3-3, si rivede Arcamone dal 1’ così come Sirabella che prende il posto dell’assente D’Alessandro.

Solito tridente in avanti, mentre Pelliccia parte dalla panchina. La rete di Liccardi al quarto d’ora gela il Calise, ma a tagliare le gambe è l’episodio al 17’: troppa irruenza da parte di Castagna su Vitiello ed espulsione diretta comminata dal direttore di gara. Nonostante l’inferiorità numerica, che favorisce i rossoblù nello sviluppo della manovra e nella costruzione di palle-gol nitide, i biancoverdi riescono a replicare e a mettere in difficoltà gli avversari fino al triplice fischio. Un match che si è mantenuto in equilibrio fino al 95’, gli isolani non trovano il guizzo vincente per imprecisione e per mancanza di lucidità. Tanta generosità e molto cuore, gettato altresì oltre l’ostacolo. Una tirata d’orecchie però è d’obbligo per il nervosismo eccessivo nelle battute iniziali dell’incontro (l’ammonizione di Guatieri è l’emblema).

È soltanto un passo falso, il Forio ha forza e qualità per rispondere subito e riscattarsi. Per Iervolino, lo staff tecnico e la squadra si apre una settimana importante: nel prossimo turno di campionato ci sarà la trasferta del San Mauro da affrontare. L’ultima partita disputata a Casoria evoca ricordi dolci a tutto l’ambiente: sconfitta con salvezza all’ultimo turno della passata stagione. Oggi i viola sono rinnovati, ma si sono presentati al debutto nel Girone A con un risultato tennistico, un 6-0 rifilato al Rione Terra allo stadio Chiovato di Bacoli. Servirà la giusta mentalità da parte dei biancoverdi per compiere l’impresa in esterna.

[sibwp_form id=1]

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Gli ultimi articoli

Stock images by Depositphotos