venerdì, Luglio 19, 2024

Next Generation Eu, erogati agli Stati membri 225 miliardi

Gli ultimi articoli

Iscriviti alla nostra newsletter

Resta informato e non perderti nessun articolo

BRUXELLES (BELGIO) (ITALPRESS) – Ad oggi sono già stati erogati agli Stati membri quasi 225 miliardi di euro di fondi nell’ambito del Next Generation Eu. Lo ha reso noto la Commissione Europea.
“Gli Stati membri e la Commissione, insieme al Parlamento europeo e al Consiglio, hanno lavorato a stretto contatto per raggiungere questi risultati”, sottolinea la Commissione Europea, che alla fine del 2023 aveva valutato come raggiunti “in modo soddisfacente” oltre 1.150 obiettivi e tappe fondamentali. “Il raggiungimento di questi passi nell’attuazione delle riforme e degli investimenti ha portato a cambiamenti positivi e risultati tangibili sul campo”, spiegano da Bruxelles.
“Abbiamo istituito il piano di ripresa Next Generation Eu da 800 miliardi di euro come risposta potente alle ricadute economiche e sociali della pandemia – spiega la presidente della Commissione Europea Ursula von der Leyen -. A tre anni dalla sua nascita, Next Generation Eu continua a sostenere la nostra ripresa economica e a promuovere cambiamenti positivi in tutta l’Unione. Abbiamo visto finanziamenti per progetti di efficienza energetica, energie rinnovabili e digitalizzazione come mai prima d’ora. Con una combinazione unica di riforme e investimenti, Next Generation Eu sta affrontando le sfide nazionali e accelerando le nostre priorità comuni per un’Unione Europea verde, inclusiva, digitale, resiliente e competitiva. La valutazione intermedia odierna illustra questi risultati e apre la strada al 2026”.
“A metà del ciclo di vita del Next Generation Eu, possiamo evidenziare una serie di risultati chiave – ha detto il commissario europeo agli Affari Economici, Paolo Gentiloni -. Nei mesi più bui della pandemia, l’annuncio ha contribuito a calmare i mercati ed evitare una grande frammentazione tra le economie dell’Unione. Poi, quando i fondi hanno iniziato ad affluire, ha dato impulso alla ripresa economica, sostenendo gli investimenti pubblici e accelerando la riduzione della disoccupazione. Nei due anni trascorsi dall’invasione su vasta scala dell’Ucraina da parte della Russia, ha aiutato le nostre economie a navigare in acque incredibilmente agitate. E nei prossimi anni, man mano che gli investimenti procedono e i benefici delle riforme si manifestano gradualmente, l’impatto sulla crescita dell’UE è destinato ad aumentare ulteriormente. La Commissione continuerà a lavorare duramente per aiutare i nostri Stati membri a sfruttare con successo questa opportunità unica”.

– Foto: Agenzia Fotogramma –

(ITALPRESS).

[sibwp_form id=1]

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Gli ultimi articoli

Stock images by Depositphotos