fbpx
giovedì, Giugno 20, 2024

L’Ischia Marine Club batte in volata la Metanopoli e brinda alla salvezza: alla Scandone finisce 9-8

Gli ultimi articoli

Iscriviti alla nostra newsletter

Resta informato e non perderti nessun articolo

Firma una prepotente rimonta l’Ischia Marine Club che, nell’incontro valevole per gara 2 di finale playout del campionato di serie A2, supera 9-8 la Waterpolo Milano Metanopoli, chiude la serie sul 2-0 e può così brindare alla conquista della salvezza. Il club partenopeo compie così un’impresa paragonabile alla splendida promozione conquistata lo scorso anno e guadagna il diritto a disputare la seconda storica stagione in massima serie.

Il pomeriggio non era certamente iniziato nel migliore dei modi per i padroni di casa che ad inizio secondo quarto hanno toccato il massimo svantaggio quando Scollo ha messo dentro il punto del provvisorio 6-1. La squadra ha risentito, probabilmente, in maniera eccessiva della tensione derivante dall’importanza della posta in palio: numerose le ingenuità commesse tanto in difesa, diversi i gol subiti parsi evitabili, che in attacco.

Nel momento in cui tutto sarebbe potuto crollare il sette in calottina bianca ha il merito di non perdere la calma, continua a giocare, si aggrappa, come sabato scorso, a Napolitano, top scorer dei suoi con un poker, e rientra in partita. Gli ospiti, con il trascorrere dei minuti, perdono di efficacia nel pressing alto che aveva caratterizzato la loro prova nei primi sedici minuti e timbrano, in uomo in più, l’ultimo sussulto con Rosanò, poi espulso con Mattiello per reciproche scorrettezze.

Negli ultimi otto minuti la Scandone diventa una bolgia, gli isolani mettono in acqua tutto quel che hanno e confezionano, complice anche la stanchezza dei lombardi che non hanno più cambi a causa delle diverse uscite per raggiunto limite di falli, il parziale decisivo. Sembra quasi un segno del destino che, come lo scorso anno, Giuseppe Barberisi assuma il ruolo di uomo del destino. A 25 secondi dal suono della sirena è il numero 8 a scaricare in rete il pallone che scatena la festa degli isolani. A fine partita sono il match winner e l’ottimo Lorenzo Lindstrom, autore di numerose parate importanti e decisivo sul rigore parato a Scollo, a commentare il match.

Giuseppe Barberisi: Una partita incredibile, l’avevamo preparata nei minimi dettagli. Sapevamo che avrebbero portato i giocatori più leggeri a marcare i loro centri per avere vantaggio in attacco. All’inizio abbiamo sbagliato nello scalare e abbiamo preso subito gol finendo il primo tempo sul parziale di 5-1. Un brutto blackout che poteva condizionare il corso della partita, ma ci siamo ripresi, abbiamo cominciato a giocare e siamo riusciti ad entrare in partita. Nel finale ogni azione poteva essere decisiva siamo stati bravi ad utilizzare tutte le energie necessarie nel non prendere gol e vincerla segnando l’uomo in più a 25 secondi dalla fine.

Lorenzo Lindstrom: Che parkour di emozioni. Fortunatamente abbiamo trovato la forza mentale e fisica per ribaltare il risultato, e lo abbiamo fatto finalmente da squadra. Il giusto premio per un anno di alti e bassi in cui ci siamo fatti tutti insieme le ossa, e in cui noi giovani abbiamo avuto la possibilità di affacciarci nel mondo adulto della pallanuoto.

[sibwp_form id=1]

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Gli ultimi articoli

Stock images by Depositphotos