fbpx
sabato, Aprile 20, 2024

Il cartellone isolano degli eventi | #4WD

Gli ultimi articoli

Daily 4ward di Davide Conte del 31 marzo 2024

I foriani, ancora una volta, rivendicano con orgoglio la loro impronta nel panorama degli eventi isolani. E dobbiamo dire che questa volta, sebbene sarà difficile (è giusto ricordarlo) organizzare un altro Natale come quello trascorso senza la pioggia di soldi di cui hanno usufruito nel 2023 e che poco probabilmente sarà concessa anche quest’anno, la ragione potrebbe essere dalla loro parte. Anche l’Actus Tragicus, ben riuscito, ha dato un ennesimo colpo di grazia al resto dell’Isola d’Ischia, che continua a vivacchiare nell’indifferenza, nell’incompetenza e nell’incapacità di gran parte degli amministratori in carica di dare un’identità al proprio territorio e alle rispettive tradizioni, ma anche di offrire semplicemente un briciolo di buona accoglienza agli Ospiti di una Pasqua resa bassa non solo dal calendario, ma anche dal livello particolarmente scarno e scadente dell’offerta turistica locale.

Tuttavia, mi piacerebbe lanciare ancora una volta un segnale costruttivo e non necessariamente di mera contrapposizione al sistema che non va e ai suoi sciocchi protagonisti: l’Actus Tragicus, la Passione di Santa Restituta a San Montano, l’Ischia Film Festival, l’Ischia Global (o quel che ne resta), la Festa a Mare agli Scogli di Sant’Anna, il Corteo Storico di Sant’Alessandro, Piano e Jazz, Andar per Cantine, Andar per Sentieri, la Festa di San Michele Arcangelo, La Festa della Ginestra e chissà quanti altri eventi che nel corso dell’anno si ripetono puntualmente ma continuano a restare fenomeni isolati sotto l’egida del singolo Comune o Associazione, potrebbero ancora contribuire a costituire un unico cartellone da promuovere, a tempo debito, attraverso un vero sistema turistico locale composto da tutti e sei i Comuni e coordinato da un manager professionista con i titoli giusti per lavorare super partes e nell’interesse unico del brand Ischia.

Per quanto ancora possiamo illuderci di vivacchiare, galleggiare e annaspare sulle ceneri di un’isola che fu e che non potrà mai tornare, dando fin troppo spazio alle rivalità campanilistiche di un Comune che diventa più visibile o vivibile dell’altro, ovvero di un sindaco più o meno capace o incapace del collega storicamente più in vista al quale ha di fatto sottratto la leadership amministrativa e territoriale, o ancora degli albergatori arricchitisi per grazia ricevuta che ancora cercano le cause dei loro insuccessi dando la caccia alle streghe del low cost e della pubblicità Dimhotels in tv, salvo sfuggirgli altri colleghi e operatori che fanno veramente ben peggio ancora oggi? 

Il mondo, così come il mercato, cambia vertiginosamente. E noi, quando impareremo a crescere? Buona Pasqua a tutti!

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Gli ultimi articoli

Stock images by Depositphotos