fbpx
mercoledì, Giugno 12, 2024

Cucciniello al Festival STORIÆ: Proteggere la Sanità Pubblica in nome di Basaglia

Gli ultimi articoli

Iscriviti alla nostra newsletter

Resta informato e non perderti nessun articolo

Durante una giornata ricca di eventi al Festival STORIÆ, il dottor Angelo Cucciniello ha lanciato un appello per la salvaguardia della sanità pubblica italiana, sottolineando l'importanza del lavoro svolto da Franco Basaglia. Nel pomeriggio, il prof. Vincenzo Esposito ha presentato il suo libro e il documentario sul disastro ferroviario di Balvano. La giornata ha incluso anche una visita guidata agli scavi subacquei di Aenaria e un laboratorio creativo per bambini presso il Teatro dei Burattini.

Durante una giornata ricca di eventi al Festival STORIÆ, il dottor Angelo Cucciniello, direttore del dipartimento di Salute Mentale Asl Napoli Nord 2, ha lanciato un appello accorato per la salvaguardia della sanità pubblica italiana, sottolineando l’importanza del lavoro svolto da Franco Basaglia, lo psichiatra che ha rivoluzionato l’approccio alle malattie mentali nel nostro Paese. Nel corso dell’evento, Cucciniello ha affermato: “La sanità pubblica è in pericolo, e questo mette a rischio tutto il grande lavoro fatto fino ad ora per garantire un’assistenza sanitaria equa e universale. 

“Dobbiamo difendere le istituzioni che garantiscono il welfare di comunità.” Pasquale Arcamone, direttore dell’ unità operativa del Centro di Salute Mentale di Ischia e Procida, ha enfatizzato l’importanza dell’unità operativa di salute mentale locale, sottolineando come al centro di ogni intervento ci sia sempre la persona e la sanità pubblica. 

Nel pomeriggio, il prof. Vincenzo Esposito ha presentato il suo libro “3 marzo ’44. Storia orale e corale di una comunità affettiva del ricordo“, e il documentario tratto dalla sua ricerca. Esposito ha illustrato il tragico disastro ferroviario di Balvano, il più grave della storia italiana, che ha visto la morte di circa 600 persone a causa delle esalazioni tossiche nella galleria delle Armi.

L’incontro ha offerto una prospettiva unica grazie alle testimonianze inedite e ai dettagli finora rimasti oscuri. 

Eventi della Giornata: 

La giornata è iniziata con una visita guidata agli scavi subacquei di Aenaria, l’antico insediamento romano nella Baia di Cartaromana. I partecipanti hanno potuto esplorare i resti sommersi attraverso una barca con fondo trasparente, ammirando le vestigia storiche accompagnate da commenti degli esperti dell’Associazione Marina di Sant’Anna e dalla guida dell’archeologa Alessandra Benini. 

Nel pomeriggio, i più piccoli hanno partecipato al laboratorio “La storia sulle dita“, presso il Teatro dei Burattini di Ischia. Il laboratorio ha offerto ai bambini l’opportunità di inventare, progettare e realizzare burattini, stimolando la loro creatività e manualità, sotto la guida esperta dell’Ischia Puppets – Teatro Mobile Nazionale.

[sibwp_form id=1]

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Gli ultimi articoli

Stock images by Depositphotos