fbpx
venerdì, Giugno 21, 2024

Consiglio comunale: approvato all’unanimità il regolamento per la tutela degli animali

Gli ultimi articoli

Iscriviti alla nostra newsletter

Resta informato e non perderti nessun articolo

Ass. Antonio Carannante: “Quando accudiamo i nostri animali, fare in modo che ciò avvenga nella maniera più rispettosa possibile dell'ambiente circostante”

Promuove la cura, la presenza e la tutela degli animali su un determinato territorio, è da sempre ritenuto un tratto distintivo di civiltà di una comunità.Con il Regolamento Comunale approvato nell’ultimo civico consesso dello scorso 4 agosto, anche l’isola di Procida si è dotata di uno strumento indispensabile finalizzato a quanto in premessa.

Soddisfazione ha espresso l’assessore alla tutela degli animali Antonio Carannante“Finalmente anche per Procida un Regolamento (pubblicato il 4 agosto sull’Albo Pretorio) che, anche con una serie di prescrizioni (raccolta deiezioni ecc), disciplina della tutela degli animali, approvato all’unanimità nell’ultimo Consiglio Comunale. Ne avevamo la necessità visto che la nostra comunità è assai sensibile verso i bisogni degli animali tanto che sono in crescente aumento i cittadini che scelgono di prendersene cura. La conferma è la recente nascita di una specifica Associazione Pro-ci-dà una zampa, che ringrazio per la grande collaborazione con questo assessorato, la quale si prodiga nel curare le colonie feline e nel contrastare il fenomeno randagismo animali in generale, oltre che a divulgare informazioni in merito.Nell’ottobre scorso abbiamo anche ottenuto un servizio di sterilizzazione felini convenzionato grazie all’ASL Napoli 2 Nord, evitando quindi ai possessori di felini dispendiosi trasferimenti in terraferma.

Ovviamente, essendo in aumento gli animali accuditi, dobbiamo essere sempre più coscienti del fatto che la loro corretta conduzione deve anche garantire l’incolumità delle persone, la tutela della salute, l’igiene pubblica oltre che ovviamente il benessere dell’animale medesimo.E’ importante, quando accudiamo i nostri animali, fare in modo che ciò avvenga nella maniera più rispettosa possibile dell’ambiente circostante. Solo cosi assicuriamo una corretta convivenza e un reale benessere sociale insieme ai nostri amici animali.”

I PUNTI PIU SALIENTI

Il comune promuove, favorisce e tutela, nei limiti delle competenze comunali, la presenza nel proprio territorio degli animali domestici e della fauna selvatica stanziale e migratoria, in un’ottica di rispetto e di tolleranza verso tutti gli esseri viventi; inoltre, in particolare, auspica che nei circhi e nelle attività di spettacolo/mostre viaggianti non siano utilizzate alcune specie animali che richiedono modalità di gestione incompatibili con la detenzione in strutture mobili e si adopera per ridurre la sofferenza dei crostacei decapodi vivi destinati all’alimentazione umana;

2. riconosce alle specie animali il diritto ad un’esistenza compatibile con le proprie caratteristiche biologiche, fisiologiche ed etologiche;

3. disincentiva la detenzione di animali appartenenti a specie non addomesticate (esotiche e non), in particolare quando risulta complesso garantirne condizioni di benessere;

4. promuove e favorisce iniziative volte alla conservazione e recupero degli ecosistemi e degli equilibri ecologici del territorio comunale al fine di favorire la biodiversità locale e la tutela dell’integrità dell’ambiente;

5. riconosce valore etico a tutte le forme di pensiero che si richiamano al dovere di rispetto e tutela di tutte le specie animali e dell’ambiente;

6. promuove, favorisce e organizza le attività di carattere culturale e formativo aventi come finalità l’educazione a un corretto rapporto tra l’uomo e gli altri animali, anche all’interno del sistema scolastico cittadino;

7. promuove e favorisce il Terzo Settore e la funzione delle attività di volontariato;

8. riconosce e tutela i vincoli affettivi e di convivenza che s’instaurano tra gli esseri umani e gli animali nell’ambito del nucleo familiare;

9. riconosce, condanna e sanziona qualunque atto o gesto di effettivo maltrattamento, secondo i parametri della legge nazionale n. 189 del 2004;

10. il Comune promuove iniziative atte a favorire la diffusione di figure professionali nella gestione dell’animale d’affezione e promuovere un turismo consapevole nella corretta convivenza tra le specie e nel rispetto degli interessi della comunità gestita.

[sibwp_form id=1]

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Gli ultimi articoli

Stock images by Depositphotos