fbpx
venerdì, Giugno 21, 2024

Ardea-Ischia, le pagelle. Ischia, prova da “grandi” per gli under

Gli ultimi articoli

Iscriviti alla nostra newsletter

Resta informato e non perderti nessun articolo

Francesco Fiorillo | Debutto nel Girone G e primo punto messo in cassaforte. L’Ischia Calcio va soltanto vicina alla vittoria, la Nuova Florida Ardea riesce ad agguantare il pareggio, rovinando i piani gialloblù in una domenica pomeriggio che sembrava serbare un balzo in classifica. E invece i ragazzi di Enrico Buonocore sono obbligati a dividere la posta in palio con la squadra di Alessandro Boccolini. Considerando le statistiche, il risultato pare essere il più coerente: tuttavia, resta l’amaro per aver incassato un gol in una fase di sostanziale equilibrio del match, complice un terreno di gioco in condizioni negative.

Gemito 6.5 – Gli aggettivi sono ormai sprecati. Provvidenziale nel primo tempo con una doppia parata su Vianni in avvio, attento anche su Sbordone e Costa. Nella ripresa risponde magistralmente a Barba, ma viene tradito dal rimbalzo del pallone al 69’. Una traiettoria insidiosa che gli rende complicata la parata e permette all’attaccante locale di insaccare.

Florio 6.5 – La forma fisica non è ancora al top in questa fase della stagione, ma Pippo prova a colpire in maniera costante con le accelerazioni e gli strappi. Da segnalare una chance nel finale, ma il terzino non riesce a correggere. Dalle sue parti si rischia pochissimo, seppur l’azione del pareggio si sviluppi proprio su quella corsia.
Chiariello 6 – Fatica un po’ a trovare le misure giuste per contrastare un calciatore fisico e altrettanto mobile come Vianni. I meccanismi ormai collaudati con i compagni di reparto gli facilitano il lavoro.
Pastore 6.5 – Ad oggi è imprescindibile nel reparto arretrato. Dopo la conferma arrivata in estate, l’ex Agropoli e Gladiator prova subito a ripagare la fiducia. Attento, puntuale nelle chiusure e nella ripresa anche provvidenziale con un intervento in extremis. Fondamentale nella fase difensiva di mister Buonocore.
Ballirano 6 – L’esordio tra i grandi, in un contesto diverso dall’Eccellenza, potrebbe condizionare la performance di un under e, invece, il classe 2005 – che prende il posto del prezioso Mattera – sfodera una prova piuttosto positiva. Da affinare il processo decisionale e anche in termini di furbizia può fare di più.
Trofa 6 – Una partita generosa, di sacrificio e di continui inserimenti. Il capitano non si allontana dalle prestazioni dello scorso anno e si presenta con l’intelligenza tattica che lo contraddistingue. Lascia il campo dopo oltre un’ora di gioco ben disputata (70’ Maiorano 6 – Il suo ingresso è importante per freschezza e forze rinnovate, fa il suo).
Giacomarro 6 – Primo tempo leggermente in ombra, grande spolvero nel corso della seconda frazione. Nel momento del non possesso soffre un po’ e anche in qualità di filtro non è sempre impeccabile, ma nei metri finali si fa vedere due volte, spaventando l’Ardea. Un destro dal limite in avvio di ripresa e un diagonale nel recupero gelano i padroni di casa.
Patalano 7 – Unica modifica nell’undici di partenza rispetto alla partita di Coppa Italia a Nocera, sostituisce Di Meglio e si presenta alla Serie D con il primo gol in gialloblù. Tempismo e lettura dell’azione, attende il momento giusto per affondare il colpo e infilare il pallone alle spalle di Giordani. Ottimo così, Alessandro (78’ Quirino s.v.).

Damiano 5.5 – Non un esordio indimenticabile per l’altro giovanissimo della brigata. Prova a inventare qualche giocata, oltre ad offrire soluzioni differenti sulla destra. Non riesce mai ad entrare nel vivo della manovra (71’ Arcamone 6 – Va a rinvigorire la mediana, valida alternativa in corso d’opera).
Talamo 5.5 – Un bolide impreciso su assistenza di Baldassi a metà primo tempo, qualche pallone giocabile e una punizione calciata bene nella seconda parte del match. Poi è continuamente braccato dai difensori avversari che gli lasciano davvero poco spazio (78’ Pinto s.v.).
Baldassi 5.5 – Ci mette lo zampino, con un tiro deviato, in occasione del gol segnato da Patalano. Confeziona qualche passaggio interessante per i compagni, ma spesso i dribbling e le iniziative personali non vanno a buon fine. Non al meglio, ancora con la marcia bloccata.

Buonocore 6.5 – Mister, è stata fatta un po’ di pre-tattica all’antivigilia della partita? Si è detto non soddisfatto della condizione dei suoi, un piccolo indizio però l’aveva lanciato: “Probabile che si vada in trasferta e si faccia una buona prestazione”. Detto, fatto. L’Ischia non sarà al top, ma allo stadio Mazzucchi non ha sfigurato. Merito anche delle idee dello staff e dell’allenatore, decisi a puntare sulla qualità del gioco e su concetti validi, superando l’uso comune della quarta serie: il lancio lungo costante in avanti.

[sibwp_form id=1]

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Gli ultimi articoli

Stock images by Depositphotos