fbpx

Tragedia di Casamicciola.Il paese abbandonato senza aiuti istituzionali! L’ex sindaco Mennella chiede al Prefetto Palomba e al Presidente Meloni la immediata sostituzione di questo funzionari dello Stato

Must Read

La frana è partita dalla parte alta di via Celario e ha raggiunto il lungomare in piazza Ancora, oggi tristemente delicato ad Anna De Felice vittima dell’alluvione del 2009. Fra i dispersi donne, uomini e bambini anche in fasce.Salvate due persone che si trovavano in un’auto finita in mare. Estratte vive dal fango altre persone.  Si stimano fino a 200 sfollati. Il governatore della Campania De Luca ha chiesto lo stato di emergenza, il premier Meloni ha detto che il governo farà la sua parte. Il maltempo rallenta i soccorsi eppure non mancano le speculazioni e le assenze che pesano.L’ex sindaco di Casamicciola Terme Luigi Mennella ha chiesto la rimozione dei commissari nominati per Casamicciola Terme. Dure le parole di Mennella che parla di speculazioni senza aiuti concreti al paese. 
“Stanno continuando ad offendere Casamicciola Terme. La sua tragedia, il fango che ha portato morte e distruzione  è diventata ancora terreno fertile per le speculazioni politiche e le sterili passerelle.La cosa squallida e grave, istituzionalmente, è che per Casamicciola , paese colpito da questa tragedia , debbano parlare i sindaci degli altri comuni e nessuno dei commissari straordinari nominati dal Presidente della repubblica su proposta del Prefetto di Napoli Palomba. Nessuno  che ci raggiunga sul territorio e che stia vicino alla popolazione bisognosa più di quanto lo fosse stato nella disastrosa notte del terremoto del 21 agosto del 2017.In  primis la commissaria Simonetta Calcaterra che doveva essere a Casamicciola a coordinare e nominare il COC, il centro operativo comunale . È gravissimo.Si chiede al Prefetto e al Presidente del Consiglio dei ministri Meloni la immediata sostituzione di questo funzionario dello Stato. Nel pomeriggio è giunta la protezioni civile regionale ma nessuno è stato in grado di coordinare opportunamente e stiamo a livello di sei anni fa quando mandarono 747 uomini e 115 mezzi meccanici ad alta tecnologia  per rimuovere le macerie del sisma e invece dopo sei anni ritroviamo ancora macerie sul territorio ”.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

In evidenza

Sodano: «Ischia, faremo presto e bene: da lunedì all’opera sull’isola»

Il presidente della S.M.A. delinea le operazioni che si svolgeranno sul territorio isolano, dalla pulizia degli alvei alla rimozione del fango: «L’obiettivo è riutilizzarlo per quanto possibile in loco»
In evidenza

Sodano: «Ischia, faremo presto e bene: da lunedì all’opera sull’isola»

Il presidente della S.M.A. delinea le operazioni che si svolgeranno sul territorio isolano, dalla pulizia degli alvei alla rimozione del fango: «L’obiettivo è riutilizzarlo per quanto possibile in loco»