fbpx

Stop a passeggiate a torso nudo. Enzo firma l’ordinanza “decoro”

Must Read

Altrove viene emanata con largo anticipo e in pacchetti salva decoro complessivi. Noi , amministrati da Enzo Ferrandino e da un’amministrazione che definire indecorosa politicamente è un complimento, lo ha fatto solo oggi per punire, forse, i villeggianti agostani. Ovviamente nessun comunicato stampa fino ad ora, l’addetta forse è in vacanza comunale altrove.

Ecco il testo dell’ordinanza anti mao mao di Enzo.

Visto il Regolamento sull’estetica cittadina approvato con delibera di C.S. Maggio 2007 e le finalità di tutela anche del decoro urbano cui esso si ispira; considerato che -fermi di divieti in esso contenuti e le deroghe previste – è stato rilevato che sul territorio comunale con particolare riferimento ai centri storici, ed alle zone a maggior flusso turistico, si verificano frequentemente comportamenti che vengono avvertiti da turisti e residenti come contrari al decoro di una località turistica di fama nazionale ed internazionale, quali a titolo esemplificativo e non esaustivo, camminare in costume da bagno, a torso nudo, scalzi, provocare schiamazzi e compromettere il decoro.

RITENUTO che tali comportamenti risultano in contrasto con il decoro dei centri storici e dei luoghi più rinomati di un Comune a vocazione turistica che intende qualificare l’offerta turistica, assicurando agli ospiti  condizioni  di vivibilità e di tutela dell’estetica  cittadina,  del  decoro  e  della  decenza, soprattutto nelle zone a vocazione commerciale e nelle  aree  destinate  al passeggio.

RITENUTO dover disporre conseguentemente come per altre rinomate località turistiche sul ten-itorio nazionale -fenna ogni altra prescrizione e divieto contenuti in precedenti  ordinanze e/o Regolamenti-  il divieto di camminare in costume da bagno, a torso nudo, scalzi, di provocare schiamazzi e compromettere il decoro dei luoghi turistici

ordina

  • Ferme le prescrizioni e i divieti contenuti  in  precedenti  ordinanze –  per  le strade dell’ intero territorio del Comune di Ischia ad eccezione delle traverse in prossimità delle spiagge- il divieto di camminare in costume da bagno, a torso nudo, scalzi, di provocare schiamazzi e compromettere il decoro dei luoghi
  • Gli eventuali trasgressori (saranno soggetti, salvo che il fatto sia previsto costituisca più grave illecito amministrativo, al pagamento delle sanzioni amministrative previste dall’ art. 7 bis del D.Lgs 267/00 (da Euro 25 a 500 Euro).

 

17 Commenti

  1. Si crede di essere il sindaco di Capri?…solo fumo tanto fumo…come l’ordinanza dei panni stesi e quella del sacchetto selvaggio…ma dimmi un po caro Sindaco dove stanno i vigili che dovrebbero far rispettare queste ordinanze? Si contano quelli che stanno in servizio sulle strade…ora che sono tutti effettivi e non più vigilini…Si comportano come i vigili vecchi…tanto concorsi non ne devono più fare….ma caro Sindaco pensa a togliere un po di auto dalle strade e metti un po di ordine all’imbarco dei traghetti…sembra essere in una giungla…Non ci sono regole…ognuno fa ciò che vuole….

  2. Uso degli zoccoli di legno
    Su tutto il territorio comunale di Capri, con esclusione delle spiagge e degli stabilimenti balneari, è vietato l’uso degli zoccoli di legno (ordinanza Comune di Capri del 19 luglio 1960).

    Radio, giradischi
    In tutti i luoghi all’aperto (strade, piazze, spiagge, etc.), compresi nel territorio comunale di Capri, è vietata l’attivazione di radio, giradischi e macchine a gettone per la riproduzione fonografica (juke-boxes) (ordinanza Comune di Capri del 2 agosto 1963).

    Circolazione in costume da bagno
    E’ fatto divieto di circolazione nell’ambito del Comune di Capri, ed in particolare sui mezzi pubblici di trasporto, a torso nudo ed in costume da bagno (ordinanza Comune di Capri del 9 agosto 1988).

    I sindaci gelatai ischitani arrivano giusto con qualche decennio di ritardo.

  3. Ottimo! Secondo me con tutti i trocloditi isolani brutti con i peli e la panza c’è da divertirsi a fare le multe ,Addirittura li ho visti a torso nudo marciare nei loro ape 50 scattanti. con l’isolano ci sarà sicuramente da lavorare tanto con questa ordinanza.I n quanto se ne vedono tanti a torso nudo.Ed non è assolutamente un bel spettacolo in virtù del fatto che fanno tutti schifo grassi pelosi e senza capelli.

    • Invece le donne con mezzo culo da fuori oppure pancia da fuori sono un bel vedere specialmente quando hanno cellulite e pelle pendente

  4. Se venisse fatta rispettare, l’iniziativa sarebbe ottima, da estendersi su tutto il territorio isolano.
    Conosciamo il “turismo” cafone che in questo periodo insozza l’isola e la necessità di porvi un freno, se proprio non si riesce a mandarli altrove per fare sfoggio della loro tamarragine. Ma ovviamente le altre località turistiche se ne guardano bene da accogliere certe masse provenienti da una determinata area.
    Selezionare il turismo a monte, questi non servono a nulla se non a far guadagnare quattro pidocchi (quando pagano) a chi se li mette dentro casa.

    • Mi scusi lei che difende gratis… L’articolo che linka dice anche quanto segue:
      “Resta fermo il fatto che, in determinate zone della città, come in prossimità di chiese, scuole o di centri storico-culturali, è potenzialmente possibile che possano sussistono specifici divieti stabiliti dal sindaco.”

      Quindi se vogliono possono farci la multa e a ragione. Che poi probabilmente non lo faranno mai è un altro paio di maniche…

    • Nel link da lei citato c’è scritto: “Resta fermo il fatto che, in determinate zone della città, come in prossimità di chiese, scuole o di centri storico-culturali, è potenzialmente possibile che possano sussistono specifici divieti stabiliti dal sindaco”.

      Epic fail di Antoniadis, che andò per difendere il turismo cafonal e fece una sonora figuraccia.

      • Leggi i commenti sotto il link. Il sindaco puó emettere ordinanza specifica in vicinanza di chiese é non dapertutto come fa. Poi un sindaco fa le ordinanze che vuole. Poi il giudice di pace le anulla el comune perde. Conosco bene la prassi concreta a Ischia a differenza di chi fa il saputelo sfogliando Internet. Se Il sindaco avesse indicato zone specifiche sarebbe diverso. Per esempio andando dal Rispoli a lo stadio Mazzella dove sta il centro storico?

        • Ripeto: nel link che lei stesso ha citato, sia nel testo dell’articolo che nei commenti, si fa riferimento a luoghi “sensibili” come chiese, scuole, centri culturali ecc.
          Orbene, il centro di Ischia è pieno di tali strutture; non le faccio l’elenco delle chiese e delle scuole altrimenti facciamo notte.
          Lei si chiede quali strutture “sensibili” ci sono da via dello Stadio fino a Fondobosso: c’è la scuola vicino al tribunale, il tribunale stesso che lei dovrebbe conoscere, poi la chiesa del Crocefisso di fronte a Prevenzano..
          Se si dedicasse a qualcosa di più costruttivo anziché invogliare i cafoni ad andare in giro nudi gliene saremmo tutti grati.

  5. vacanzieri agostiani? No sono sempre quei turisti ( se così si possono definire) che fittano le case a prezzi esorbitanti e che non spendono nemmeno un euro dai nostri esercenti , quando arrivano caricano le proprie vetture ( come sbarcano non si sa) all inverosimile con tutto e di più, si lamentano che la spesa al supermercato è troppo cara , sono abituati con prepotenza a fare ciò che vogliono, Basta! Per arginare il problema oltre che andare casa per casa con le autorità bisogna stringerli , multarli per tutto, dai ragazzini che per le aree pedonali sfrecciano con pseudo biciclette elettriche , fregandosene dei passanti , chi cammina per strada con zoccoli, a torso nudo, chi urla chi infastidisce la tranquillità altrui età etc bisogna far sì che si sentano braccati stretti, e non benvenuti! Questi Vacanzieri agostani non fanno altro che allontanare le persone per bene, basti pensare che quelle rare volte che qualche personaggio holliwoodiano passeggia per le nostre strade è costretto a farlo scortato .a Capri ? Non la nominiamo non ne siamo degni!
    Bene sindaco! Gli altri sindaci ? Prendete esempio!

    • Ma bene sindaco cosa??
      Enzo siede in consiglio comunale dal 1994, è pienamente responsabile del degrado del comune di Ischia assieme a tutti gli altri che fanno politica da 20/30 anni.
      Ora se ne esce con queste ordinanzine di mezza estate e non le fa nemmeno rispettare!
      Ma vi siete dimenticati che Enzo ha autorizzato il tagada’ a Ischia Ponte l’anno scorso??

  6. Un comune rovinato x colpa delle nostre amministrazioni presenti e passate dove la politica e fatta di clientelismo mi è piaciuto il signore che ha detto ,a la dolce sosta ke occupa mezzo marciapiedi dove e in regolare? E da quanto e in regola ? Una bella domanda

  7. Rientrano nel divieto anche le donne (comprese le ragazzine di 15 anni) che per seguire la moda girano in strada senza reggiseno e con magliette o top attillate che mettono i capezzoli in risalto?

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

In evidenza

Gianni Mattera: parte da noi il nuovo corso di Fratelli d’Italia

La vittoria di Giorgia Meloni, di Fratelli d’Italia e della coalizione di centro destra è un momento cruciale della...
In evidenza

Gianni Mattera: parte da noi il nuovo corso di Fratelli d’Italia

La vittoria di Giorgia Meloni, di Fratelli d’Italia e della coalizione di centro destra è un momento cruciale della...