fbpx
sabato, Aprile 20, 2024

Serie D. Sassari-Ischia. In Sardegna per cullare il sogno play off. Ischia, è emergenza infermeria

Gli ultimi articoli

Il viaggio stagionale prosegue con l’ultima tappa in Sardegna. L’Ischia Calcio, tra scelte obbligate e volontà di riscatto dopo una prestazione opaca, arriva a Sassari per affrontare il Latte Dolce al Campo Principale. Venerdì la partenza verso l’isola, ieri mattina l’approdo e il ritiro per completare la preparazione con la rifinitura. Archiviata la prova non brillante contro l’Anzio al Mazzella, i gialloblù si presentano alla ventisettesima giornata del campionato con qualche assenza di troppo a centrocampo, ma con l’intenzione di rifarsi.

La squadra vuole continuare a cullare il sogno playoff, anche le partite in trasferta assumono un valore importante per la volata finale. Il rendimento contro le avversarie sarde inoltre premia il gruppo di Enrico Buonocore: due vittorie e un pareggio in trasferta, mai sconfitto in sei gare di campionato. Il mister, in sala stampa, è stato chiaro e diretto: “Siamo in emergenza, ma andremo lì per fare la nostra partita, sono sicuro che domenica l’Ischia farà una grande prova. Cercheremo di portare a casa un risultato positivo”.

Il Latte Dolce, in crescita e in risalita in classifica, ha collezionato cinque risultati utili consecutivi, ma soltanto un successo ottenuto. All’ottimo avvio di stagione è seguita una flessione, i risultati altalenanti hanno portato la formazione a lottare per l’obiettivo salvezza. Mauro Giorico, al termine del match pareggiato contro la Romana, ha commentato: “Nessuno poteva aspettarsi un Latte Dolce oltre 40 punti quando mancano tante giornate alla fine del campionato. Sapevamo di dover soffrire per arrivare al traguardo, stiamo tentando di avvicinarci, qualche volta però bisogna dare qualcosa in più per cercare di vincere. Con l’Ischia proveremo a raggiungere un risultato pieno. Siamo in linea con le nostre ambizioni, ci vuole uno step ulteriore per non soffrire troppo nelle partite finali di questo campionato”.

Anche il bilancio interno conferma il percorso ad intermittenza dei sardi: 4 vittorie, 5 pareggi e 4 sconfitte, per una media punti di 1,31. Numeri che non accendono l’entusiasmo, ma che certificano gli alti e i bassi di una compagine comunque esperta della categoria. L’attaccante Alessio Grassi ha parlato brevemente dei gialloblù: “Siamo consapevoli di dover affrontare una grandissima squadra, di alta classifica. Dobbiamo prepararci nel migliore dei modi per cercare di portare a casa i tre punti. Vogliamo raggiungere in breve tempo la salvezza”. L’Ischia sbarca a Sassari con alcune defezioni. Giacomarro non ha recuperato e resta ai box, a completare i posti in infermeria altresì Patalano, Ballirano e Aniceto. Non c’è Arcamone che ha alzato bandiera bianca, Maiorano torna nella lista dei calciatori a disposizione.

L’esperto mediano, fermo da alcune settimane, non ha i 90’ nelle gambe e difficilmente potrà dare il suo contributo per l’intera sfida. Buonocore a distanza e Corino sul campo cercano soluzioni alternative per tamponare l’emergenza. Possibile una conferma di Spunticcia a metà campo, mentre in difesa si rivedrà un reparto interamente over. In mezzo alla retroguardia ci sarà Pastore, mentre Chiariello e Montuori sono in ballottaggio per l’altra maglia. Florio ritrova la sua posizione a destra, a sinistra resta qualche incognita tra Buono e Mattera. Considerate le difficoltà sul numero degli under, Di Meglio e Quirino dovrebbero avere spazio tra i titolari. L’Ischia non si allontanerà dalle sue certezze in attacco, rappresentate da Talamo e Baldassi. Sono venti i ragazzi convocati per la sfida contro il Latte Dolce.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Gli ultimi articoli

Stock images by Depositphotos