fbpx
venerdì, Giugno 21, 2024

SERIE D. Lubrano: “Finalmente la Serie D, affrontiamo società blasonate. Mercato? È stato fatto un lavoro di programmazione a giugno e luglio”

Gli ultimi articoli

È stato protagonista a suon di acquisti nella finestra estiva di calciomercato, il suo lavoro ha permesso all’Ischia di perfezionare l’organico a pochi giorni dal debutto ufficiale con la nuova stagione. Il Direttore Sportivo Mario Lubrano ha commentato le ultime settimane di lavoro in casa gialloblù.

Direttore, proviamo a tracciare un primo bilancio dopo il ritiro estivo. Quali sono le sensazioni?
“Sono stati venti giorni importanti, c’è stato qualche problemino dal punto di vista degli infortuni, ci sono stati acciacchi, ma routine per quanto riguarda questa fase della stagione in cui si lavora tanto. È stata l’occasione per cercare di capire un po’ la bontà del lavoro fatto, se la squadra avesse bisogno ancora di qualche caratteristiche per essere completa, se i giocatori presi fossero funzionali al progetto tecnico. C’è stato un lavoro di ricerca certosino nella parte iniziale della stagione, nei mesi di giugno e luglio, per cercare di portare ad Ischia dei giocatori adatti a quello che mi ha chiesto l’allenatore. Siamo soddisfatti per questo e per il gruppo che si sta creando. Abbiamo cambiato tanto, l’anno scorso partivamo già da un gruppo più consolidato di ragazzi d’Ischia. Quest’anno ci sono tanti profili nuovi e giovani, ma devo dire che si sta formando un gruppo di bravi ragazzi e questo è molto importante, quando torneremo ad Ischia lo spogliatoio si consoliderà ancora di più”.

Il mercato è stato progressivo e costante, con cadenza in base agli allenamenti. Avete cercato di inquadrare bene l’equilibrio dell’organico.
“La rosa, quando va costruita, ha bisogno di equilibrio che dev’essere innanzitutto tattico per cercare di dare all’allenatore tutte le caratteristiche per affrontare la stagione, sempre sulla base di un progetto tecnico già prestabilito. C’è la necessità poi di equilibrare i ruoli, cioè avere una coppia per ogni posizione. In questo caso, essendoci l’esigenza di avere quattro under in campo nei 90’ di tutte le partite, è servito anche un equilibrio numerico. Ci sono 7 over in campo, 4 o massimo 5 in panchina, quindi più di 13 o 14 in rosa non ne puoi avere, tutto il resto è under. Noi abbiamo rispettato questi parametri. Ci siamo presentati a questo ritiro con tutta la squadra già formata. Anche le ufficialità arrivate a ritiro in corso hanno riguardato ragazzi che avevano già iniziato il ritiro con noi, per questioni burocratiche li abbiamo annunciati nei giorni successivi, vale a dire Vivace, Pinto, Di Meglio e Bisogno. L’unico acquisto chiuso in fase di ritiro è questo qui di Maiorano, ma già sapevamo di dover aggiungere un centrocampista centrale. Abbiamo trovato il calciatore giusto, Maiorano per caratteristiche sarà un giocatore importante per l’Ischia”.

Si ripartirà dopo Ferragosto con il lavoro ad Ischia. Bisogna accendere l’entusiasmo in vista del primo impegno in Coppa.
“Sì, il 27 agosto scenderemo in campo a Nocera per il turno preliminare di Coppa Italia. Sarà una gara importante perché vedere l’Ischia di nuovo opposta ad una società gloriosa come la Nocerina è qualcosa di molto emozionante e ci rende orgogliosi. Negli ultimi anni abbiamo affrontato società che, con tutto il rispetto, non hanno un grande blasone equiparato alla centenaria storia dell’Ischia. Non vedo l’ora di far vedere ai ragazzi cosa ci attende ad Ischia, sia a livello di organizzazione che di stare insieme. Dal 16, quando ritorneremo ad Ischia, inizierà la vita quotidiana. Quindi venire al campo, avere i propri spazi, condividere il tempo fuori con i ragazzi, captare l’entusiasmo dell’isola e capire la considerazione del lavoro svolto finora. Spero ci sia vicinanza da parte di tutti già a partire da questa prima fase della campagna abbonamenti che sta proseguendo”.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here