fbpx
domenica, Marzo 3, 2024

Serie D. Il focus. Dario, il nuovo conquistatore gialloblù

Gli ultimi articoli

Il suo timbro, decisivo, sulla partita dello stadio Mazzella. Una punizione apparentemente non irresistibile, ma che scardina il bunker degli avversari e piega le mani dell’ultimo ostacolo, il portiere Marano, protagonista di una serie di parate salva-risultato. E invece sulla bordata di Dario nulla può. E l’impianto isolano, colorato di gialloblù, si inchina al suo metronomo. La copertina dell’ultima gara disputata dall’Ischia è tutta per Giacomarro, autore del calcio piazzato finale. La responsabilità sulle spalle non lo spaventa, il classe ’95 di Palermo si incarica della battuta e piazza il colpaccio.

Tre punti, l’Ischia Calcio sorride, i presenti esultano e Buonocore festeggia in panchina. Per il ventottenne è già la migliore stagione, in termini realizzativi, della sua carriera. Perché i numeri non mentono: 7 gol in 62 presenze con la Primavera del Palermo dal 2012 al 2014, poi 5 gol in 61 gettoni con il Melfi in Serie C dal 2014 al 2016. Due anni anche a Gubbio dove colleziona una sola rete in 64 apparizioni, zero spunti con il Bisceglie nel 2018/19 e uno con il Casarano tra il 2019 e il 2021.

Due marcature con l’Audace Cerignola nella storica promozione dell’annata 2021/22, nessun guizzo invece a Nocera. Sull’isola sembra aver trovato la sua dimensione, il posto che ne esalta il rendimento e con uno staff che lo sta mettendo al centro del progetto. Lo score stagionale dice 21 presenze e 4 sigilli, un record mai raggiunto nelle altre piazze in un singolo anno e battuto con il bolide di domenica scorsa. Soltanto con le giovanili rosanero, nel 2012/13, ha fatto meglio (5) a campionato concluso. È l’uomo dell’Ischia, tra i più decisivi. Con la Costa Orientale Sarda completò la rimonta all’andata, con la Romana firmò il momentaneo primo pareggio. Decisive invece le punizioni con Trastevere e Budoni. Buonocore si coccola il suo centrocampista, i gialloblù gongolano. E Giacomarro ha trovato la giusta realtà per esaltare le sue indiscutibili qualità.

foto Francesco Di Noto Morgera

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Gli ultimi articoli