fbpx
domenica, Marzo 3, 2024

In che modo la pandemia può aver influenzato in Italia i guadagni del gioco d’azzardo?

Gli ultimi articoli

A causa dell’impatto della pandemia i ricavi del gioco d’azzardo sono aumentati in modo significativo già all’inizio ossia a marzo 2020

A causa dell’impatto della pandemia di coronavirus (COVID-19), i ricavi del gioco d’azzardo sono aumentati in modo significativo già all’inizio ossia a marzo 2020, rispetto all’anno precedente. Dai tornei di poker sono infatti arrivati incassi più che raddoppiati, passando da 7,2 mln a oltre 16 mln di euro. Allo stesso modo, mentre i casinò online hanno generato guadagni per 72,6 mln a marzo 2019, tale cifra è salita a 94 mln nello stesso mese dell’anno successivo.

Al contrario, le scommesse sportive hanno subito l’impatto coronavirus, poiché tutti i negozi di scommesse sono stati chiusi e le attività sportive sospese durante il lockdown. In tale settore di conseguenza si è registrato un fatturato di circa 71 mln a marzo 2020, perdendo oltre 35 mln di euro nei confronti dell’equivalente mese dell’anno precedente.

Quale risultato ha ottenuto il gioco italiano durante la crisi pandemica?

Sebbene il Covid abbia stimolato riflessione sulla vita e finanze, molti appassionati di casinò, visto che non potevano recarsi in quelli fisici a causa del lockdown e del divieto di spostamento tra regioni, hanno continuato a giocare standosene a casa.

Grazie a ciò tanti gestori di casinò operativi via web non hanno perso nulla, anzi sono addirittura contenti che il guadagno è cresciuto a cospetto all’era pre-pandemia. Un altro valido motivo che ha permesso a tanti siti compresi casinò stranieri che accettano Italiani di ottenere eccellenti profitti, è quello legato al fatto che pagamenti tramite carta di credito (e di debito) possono anche rendere più difficile tenere traccia delle spese, comportando un’uscita complessiva maggiore (sebbene non necessariamente puntate più alte). Tuttavia in alcuni studi redatti dai maggiori enti internazionali che regolano il gioco, hanno rilevato che molti partecipanti sono rimasti delusi per essersi fatti influenzare e per aver cambiato abitudini di gioco dopo la pandemia che però soltanto per una minoranza è risultato in grado di creare un impatto positivo.

Evidentemente rimanere chiusi in casa e senza particolari svaghi hanno permesso di mettere in atto il buon senso ossia è prevalso il cosiddetto gioco responsabile e hanno quindi indotto molte persone a scommettere più di quanto amavano fare in precedenza. Ovviamente alla loro scontentezza, fa da contraltare tanta soddisfazione dei gestori di casinò on-line che hanno ottenuto degli introiti a dir poco eccezionali.

 L’Italia è il paese europeo primo nel gioco

La nazione italiana in Europa rappresenta il paese dove vengono spesi più soldi per il gioco. Tale tendenza è confermata da alcuni dati raccolti da autorevoli fonti e anche da Siticasinononaams in grado entrambi di dimostrare che si è passati dai circa 47 miliardi spesi dalla popolazione italiana nell’anno 2008 a 110 miliardi del 2019. Numeri in mano, si può dedurre che durante e dopo l’evento pandemico tali cifre sono continuate a lievitare raggiungendo il massimo storico. In tale situazione c’è senza alcun dubbio la responsabilità di organi statali; infatti, l’avvento del coronavirus e del relativo periodo di chiusura totale delle sale gioco presenti sulla penisola italiana e lo stesso dicasi per molti casinò fisici hanno contribuito alle puntate sulle piattaforme web consentendo agli operatori di prosperare finanziariamente.

Il valore aggiunto creato dal gioco on-line

Crisi pandemica e relative chiusure hanno fatto in modo che nell’intera penisola italiana molti investimenti nei casinò on-line da parte dei frequentatori abituali venissero dirottati su quelli online. Molte note piattaforme preposte a ciò e affiliate all’AMD ossia l’ente regolatore in Italia che regola gioco e lotterie di conseguenza ne hanno tratto significativi benefici. Terminata l’emergenza pandemia alcuni vantaggi sono risultati notevoli visto il business che è cresciuto ancora di più poiché chi in precedenza si era orientato sui casinò on-line, adesso continua ad investire su di essi e quando possibile frequenta anche quelli fisici e le sale da gioco ormai operativi al 100% sull’intero territorio italiano.

I tanti game disponibili online

Nella penisola italiana durante il covid noia e chiusure delle sale di scommesse sportive e di casinò fisici hanno indotto molti appassionati di gioco d’azzardo a trovare una valida alternativa. Quest’ultima è emersa con molta facilità poiché ci sono tanti casinò on-line che propongono giochi nuovi senza contare che spesso permettono di centrare ottime combinazioni vincenti , anche se va sempre ricordato che bisogna comportarsi in modo responsabile per non diventare dipendenti dal gioco. Fatta questa importante premessa, va aggiunto che alcuni gestori di questi casinò sono riusciti a crearsi delle ottime fonti di guadagno, frutto di tanti temi di slots presenti e che sono molto popolari.

Tali siti infatti propongono quelli di slot con svariati temi (storici, horror e poliziesco), il blackjack e altri da tavolo come per esempio il poker e le sue varianti nonché la mitica roulette in tutte le sue versioni e persino quella con croupier dal vivo. La roulette, è tra l’altro considerata la regina di un casinò ed in particolare quella con 36 numeri equamente distribuiti su rosso e nero e con un solo zero. Quella nota come versione americana invece propone il doppio.

Il vero boom del gioco per tanti gestori di casinò presenti sul web è stato quello di crearsi un più che soddisfacente guadagno e che è legato al tavolo da poker. Il gioco infatti è possibile sperimentarlo da soli contro il computer o praticarlo in multiplayer (Poker Texas Hold’em) interagendo cioè in tempo reale con utenti sparsi per il mondo. La restrizione pandemica a livello globale in tal senso è stata positiva per l’interazione via web tra le persone comportando un conseguente maggior introito di denaro nelle casse dei gestori di casinò.

 Conclusioni

La crisi sanitaria e finanziaria causata dall’evento pandemico, ha fatto crescere a dismisura la tendenza della popolazione locale verso il gioco, consolidando ulteriormente il primato che vede il paese al primo posto in Europa. A ringraziare sono in questo caso ci sono tanti gestori di casinò on-line che hanno guadagnato bene, anche se molti sono gli utenti che per fortuna ma anche per aver messo in pratica il meglio della loro forza interiore ossia giocando in modo responsabile, si dichiarano soddisfatti di quanto ottenuto e promettono di continuare a lungo sulla medesima falsariga. Molti gestori di casinò consapevoli di ciò promettono di introdurre nuovi game, tante altre allettanti combinazioni vincenti e jackpot progressivi.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Gli ultimi articoli