fbpx
giovedì, Giugno 20, 2024

Il Rizzoli e il 118 | #4WD

Gli ultimi articoli

Iscriviti alla nostra newsletter

Resta informato e non perderti nessun articolo

Daily 4ward di Davide Conte del 12 marzo 2023

Venerdì mattina presto ho dovuto, insieme al resto della famiglia, avere nuovamente a che fare con il sistema sanitario ischitano, per un problema di salute che ha reso necessario il ricovero di mio padre. Ebbene, ancora una volta ho dovuto toccare con mano quanto avevo già avuto modo di appurare nelle tante esperienze precedenti, dirette e indirette: guai a chi tocca il Rizzoli e il servizio 118!

Non possiamo e non dobbiamo mai smettere di ringraziare il comm. Angelo Rizzoli (come diceva sempre il compianto direttore Domenico, ogni ischitano dovrebbe onorarne ogni giorno il busto in Piazza Santa Restituta) per averci donato un ospedale che, nel corso degli anni, con pregi e difetti innegabili, è riuscito comunque ad assistere migliaia di persone e a salvarne altrettante che, in mancanza, non avrebbero avuto la stessa sorte.

Mentre le ruspe stanno lavorando all’area di ampliamento finalmente finanziata dalla Regione, decine di persone offrono la loro professionalità diuturna nei settori di riferimento per cercare di tenere in piedi nel migliore dei modi un carrozzone che non esito definire “mica da ridere”. E ancora una volta, ho riscontrato con piacere che la maggior parte di loro si distingue in positivo rispetto a dei luoghi comuni che a volte la imbroccano, ma molto più spesso meriterebbero un’esperienza diretta per raccontare la verità.

Mio padre, tuttora ricoverato nell’UTIC, pur non essendo la sua prima “villeggiatura” in zona Fundera, è rimasto commosso dal tatto e dalla dedizione riservatigli. E personalmente non posso che confermarlo, aggiungendo che sono rimasto ulteriormente sorpreso anche dalla determinazione con cui, nonostante la sua situazione sembrasse in miglioramento, il medico del 118 giunto a casa non ha avuto la benché minima esitazione a trasferirlo. E mai scelta fu più provvidenziale!

Difendiamo sempre e comunque il nostro Ospedale! E se proprio abbiamo voglia di profondere energie, facciamolo per pretendere personale di qualità e servizi all’avanguardia, degni dei migliori standard nazionali ed europei.

[sibwp_form id=1]

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Gli ultimi articoli

Stock images by Depositphotos