fbpx
domenica, Marzo 3, 2024

Il pickleball (prima puntata di due) | #4WD

Gli ultimi articoli

Daily 4ward di Davide Conte del 10 febbraio 2024

Dopo il brevetto da istruttore di padel, ho deciso di ottenere anche quello di pickleball. E quando lo racconto ai miei amici, molti di loro strabuzzano gli occhi rivolgendomi il più classico dei quesiti: “Istruttore… di cosaaaaaa?”
E allora, eccomi a raccontarVi in poche righe che cos’è il pickleball, nei limiti delle conoscenze che approfondirò alla grande proprio durante il corso e, oggi, con l’aiuto di qualche autorevole citazione.
Recita il sito AlphaPadel: “Se lo conosci, non lo eviti. Il pickleball è uno sport divertente e destinato a diventare un must tra gli amanti della racchetta. Disciplina che fonde elementi di tennis, badminton e ping pong, ha una genesi recente e un’esplosione violenta. Nato nel 1965 negli Stati Uniti, è già uno degli sport più amati oltreoceano e la sua popolarità sta sconfinando nel Vecchio Continente.

E ancora: “La particolarità del pickleball è quella di giocarsi su un campo dalle dimensioni molto ridotte, diventando una sorta di ping pong umanizzato. Il campo di gioco è infatti quello del badminton, che misura 13,4 metri di lunghezza e 5,18 di larghezza. In questa area si può giocare in singolo (uno contro uno) o addirittura in coppia. La rete che divide le due metà campo deve essere alta almeno 86,36 centimetri al centro e 91,44 cm agli estremi. Ogni metà campo contiene:

· Due parti uguali, denominate area di servizio a destra e sinistra

· Un’area di 2,13 metri a ridosso della rete, denominata “kitchen”. Questa è una “non volley zone”, ovvero una zona del campo nella quale è vietato colpire la palla al volo.

Si gioca con racchette con piatto solido e la palla è leggera, circa la metà rispetto a quelle da tennis o da padel. Tutto inizia con una battuta. Il servizio deve essere eseguito:

· In diagonale, da dietro l’area di battuta (partendo da destra) e alternando ogni servizio

· Con entrambi i piedi dietro la linea di fondo

· Lasciando cadere la palla con una mano e colpendola con la racchetta da sotto

· Eseguendo il colpo non oltre l’altezza della cintura

In nessun caso la palla deve rimbalzare o essere lanciata in aria per battere. Affinché sia valida la battuta deve:

· Atterrare nell’area di gioco diagonalmente opposta a quella di battuta

· Non atterrare nella “kitchen” o sulla linea che la delimita.

C’è ancora molto da raccontarVi sul regolamento del pickleball, ma sapete bene che il mio spazio è questo. Ci rivediamo nell’edizione di domani per il prosieguo! Buon week-end.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Gli ultimi articoli