fbpx
mercoledì, Giugno 12, 2024

“Ecco il play ground Matarace”. Dionigi Gaudioso “porta a casa” un’altra opera

Gli ultimi articoli

Iscriviti alla nostra newsletter

Resta informato e non perderti nessun articolo

Gaetano Di Meglio | L’appuntamento era di quelli importanti ma vissuto con la semplicità della “sostanza” delle cose. Tanti bambini, tante mamme, tanti nastri e un po’ di amici. Anche quelli che, in verità, non avresti mai immaginato avessero partecipato.
La storia e le erbacce di Matarace è finalmente cambiata: il sindaco di Barano ha inaugurato il nuovo play ground di Matarace. Un parcheggio abbandonato, un posto di erbacce in cui, negli anni, “alcuni” volevano impiantare un improbabile orto comunale.

Lasciate le scemenze dei tempi, il comune di Barano ha completato un’altra opera pubblica. 400 mila euro investiti per realizzare di un campo di gioco dove è possibile praticare la pallacanestro, il volley e (purtroppo) il calcetto.
Un’area strappata al degrado che libera un’altra area ripristinata: la piazza Piedimonte. Dopo anni di quello scandalo di Pinocchio prima e di Padre Pio dopo, è diventato uno spazio da vivere a tutto tondo. Certo, se il parcheggio inizia a funzionare (ma a Barano ci sono i vigili urbani che attendono una divisa da dicembre scorso!), il quadro sarebbe completo.
Don Pasquale Trani (quello che ha più sintonia col primo cittadino) ha benedetto lo spazio, i ragazzi di Piedimonte, invece, lo hanno inaugurato con qualche calcio all’immancabile Super Santos e qualche tiro a canestro.

Dionigi Gaudioso: “Un’altra promessa elettorale mantenuta”

Sindaco, abbiamo preso l’abitudine con le inaugurazioni delle opere pubbliche. In particolar modo a Piedimonte, dopo la piazza, adesso anche il dossier di Matarace è stato chiuso in maniera intelligente, permettendo ad un’intera frazione di potersi divertire e giocare in sicurezza.
“L’obiettivo è quello di far crescere i ragazzi nella frazione di Piedimonte. Prima è stato fatto un intervento importante nella piazza, in valutazione generale. Adesso è toccato a questo luogo. Dal primo giorno del mio insediamento, ormai sono sei anni, avevo promesso questo tipo d’intervento e alla fine fortunatamente siamo riusciti. Ci sono voluti oltre 400 mila euro, un po’ di tempo per le varie approvazioni con la sovrintendenza e tutto, ma alla fine penso che sia stato fatto un grande lavoro per questo campo, per l’area giochi e per il parcheggio. Dico che queste inaugurazioni si riescono a fare grazie a un lavoro di una grande amministrazione che ho alle spalle, ma anche da parte dei dipendenti che lavorano ogni giorno in Comune per raggiungere risultati. E alla fine i risultati arrivano”

L’attenzione dell’amministrazione verso le fasce più giovani è importante. Un intervento al Campo Sportivo Di Iorio, un intervento a Fiaiano: Barano si dimostra all’altezza dei tempi che corrono.
“Sì, anche alla Palestra della Scuola Media è cambiato tutto, l’abbiamo sistemata. È stato fatto un intervento importante anche nella palestra di Barano. Stiamo lavorando un po’ su tutto. Quindi ultimamente stiamo mettendo anche i sedile nella tribuna nel campo a Testaccio. I ragazzi non hanno bisogno solo della scuola, ma anche dello sport. Questo è un campo libero per dare la possibilità a tutti, non solo a quelli che hanno i soldi per andare a giocare, per non creare differenze nello sport”.

Daniela Di Costanzo: “Uno spazio a servizio anche della scuola”

Dopo la piazza, questa volta un’opera che la cittadinanza aspettava da tempo, ma soprattutto i ragazzi per aver uno spazio in cui potersi divertire e dove poter avere uno sviluppo diverso.
“È un momento di gioia che aspettavamo da tanto. Piedimonte era la frazione del comune dove un tempo si giocava giù all’edificio scolastico, è stato il punto di riferimento per diverse generazioni. Finalmente i ragazzi hanno uno spazio libero dove poter giocare a basket o a pallavolo, divertendosi come vogliono. Abbiamo un’area giochi per i più piccoli, una cosa che mancava nella nostra frazione e che c’era stata ripetutamente chiesta dai cittadini. Insieme al Sindaco Dionigi Gaudioso, che l’ha fortemente voluto, e con i colleghi dell’amministrazione abbiamo ritenuto che questo spazio, di proprietà comunale, fosse il più idoneo perché è lontano dal traffico del centro di Piedimonte ed è un luogo circondato dal verde dove si respira aria pulita. Abbiamo anche necessità adesso di avere uno spazio per la scuola dove poter svolgere l’attività fisica perché l’educazione fisica è diventata proprio materia d’obbligo per le classi quarte e quinte da quest’anno. Quindi ben potranno anche le insegnanti portare i ragazzi a svolgere delle attività all’aperto. Anche i bambini dell’infanzia hanno uno spazio dedicato dove poter trascorre un po’ di tempo”.

Gianni Iacono, Isolaverde Basket: “La struttura è veramente bella”

Gianni, finalmente Piedimonte ha uno spazio non solo dove si gioca, ma dove si può praticare la pallacanestro. Questo spazio permette la multi disciplina, ma sarà anche luogo di sicurezza.
“Fortunatamente i ragazzi oggi avranno strutture migliori di quelle che avevamo noi, questo è importantissimo e indispensabile. Non è più pensabile continuare con i vecchi metodi, anzi fino a poco tempo fa giocavano in piazza con un pallone che puntualmente finiva per strada in maniera pericolosa. Da oggi avranno questa struttura nella quale si potrà praticare anche il basket, quindi arriva a Piedimonte. Mi auguro che riusciranno a giocare e a divertirsi anche con la pallacanestro che cerchiamo di diffondere sul territorio, portando avanti come disciplina utile e da affiancare a tutti gli altri sport. La struttura è veramente bella, il campo è grande ed è un posto comunque comodo anche considerando la strada per raggiungerlo. Non è un posto pericoloso, anche nella zona limitrofa c’è una certa tranquillità. La presenza mi fa ben sperare, la piazza di Piedimonte è già frequentata da tanti ragazzi, bambini, quotidianamente. Avranno uno spazio in più, utile: sono sicuro si divertiranno tanto”.

[sibwp_form id=1]

1 COMMENT

  1. Se vogliamo definire un parco gioco per bambini un “Opera” allora si capisce perché barano si trova nelle condizioni attuali. Magari il sindaco potrebbe fare un altra grande opera a mare per far si che si può fare il bagno ai maronti? Quello si che sarebbe un opera per tutti.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Gli ultimi articoli

Stock images by Depositphotos