fbpx

Eccellenza. Poker dell’Ischia nel giorno più triste. “Vittoria dedicata a Casamicciola”

Must Read


Poker dell’Ischia in un “Mazzella” silenzioso e rispettoso per le vittime dell’alluvione. La Maddalonese depone stelle rosse sotto la tribuna, l’Ischia ricorda le vittime con una maglia listata a lutto. Poi il pallone inizia a rotolare e l’attenzione ritorna sul tappeto verde. Pronti-via e su iniziativa di Matute, Longo scarica il destro che sorvola non di molto la traversa. Cerreto al 5’ respinge in tuffo un colpo di testa di Trofa. 3’ dopo Simonetti salta Percope ma da media distanza angola male la battuta. Poco dopo la mezzora, l’Ischia passa: Matute lancia Longo che entra in area e con un preciso diagonale di destro supera Cerreto.

Sul finire del tempo, ripartenza ospite, Percope si porta la palla sul mancino ma la conclusione da buona posizione è da dimenticare. Nel recupero, magia di Simonetti sulla sinistra, cross delizioso per Padin che, tutto solo, da due passi manda il pallone a lambire il palo a portiere battuto. Il gioco riprende con Brienza e Matarese che sostituiscono rispettivamente Padin e Buono. Passano 2’ e Simonetti (strattonato) calcia alto dopo un movimento repentino. Lo stesso esterno gialloblù al 7’ non sfrutta a dovere un suggerimento al bacio di Brienza. Al 9’ altra percussione di Simonetti che, lanciato da Longo, entra in area e colpisce l’esterno della rete.

Al 12’ arriva finalmente il raddoppio dell’Ischia: ancora un diagonale di precisione chirurgica di Longo e pallone che s’insacca nell’angolo lontano. Al 23’ due occasionissime per l’Ischia nel giro di pochi secondi: prima Cerreto dice no a Simonetti, poi Trofa nel cuore dell’area gira debolmente. Simonetti poco dopo si vede respingere da Cerreto un tiro a botta sicura in seguito ad un salvataggio sulla linea di Viscovo su tentativo di Longo. Al 41’ doppia occasione per il neo entrato Toure che prova a sorprendere Gemito che prima para e poi viene salvato dalla traversa.

2’ dopo è Patalano a colpire il palo da oltre trenta metri. Sugli sviluppi di una ripartenza, nasce il gol della Maddalonese, con De Marco A. che batte Gemito con un rasoterra di destro. Proprio al 90’ Simonetti anticipa il portiere uscito sulla trequarti e infila la porta vuota con una palombella dalla lunga distanza. L’esterno gialloblù si ripete finalizzando un’azione di rimessa con un morbido tocco

ISCHIA-MADDALONESE 4-1
ISCHIA CALCIO: Gemito, Florio, Buono L. (1’ st Matarese), Matute (25’ st Arcamone G.G., Chiariello, Mattera, Simonetti, Trofa, Padin (1’ st Brienza), Arcamone M. (13’ st Patalano), Longo (31’ st De Luise). (In panchina Mazzella, Buono S., Ballirano, Pesce). All. Buonocore.
MADDALONESE: Cerreto, Percope, Bracale, De Marco G. (23’ st Fibiano), Della Valle, Della Monica (16’ st Viscovo), Tansella (19’ st De Stefano), Solpietro, De Marco A., Colonna (32’ st Toure Souro), Di Mauro. (In panchina Cioce, Arciero, De Siena, Balzano, Laurenza). All. Bovienzo.
ARBITRO: Andolfi di Ercolano (ass. Meo e Peluso di Nola).
MARCATORI: nel p.t. 31’ Longo (I); nel s.t. 12’ Longo (I), 43’ De Marco A. (M), 45’ e 47’ Simonetti (I).
NOTE: angoli 3-3. Ammoniti mister Buonocore (I), Longo (I), Matute (I), Matarese (I), Toure (M), De Luise (I). Espulso mister Bovienzo (M). Durata:p.t. 47’. s.t. 50’. Spettatori 400 circa.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

In evidenza

Sodano: «Ischia, faremo presto e bene: da lunedì all’opera sull’isola»

Il presidente della S.M.A. delinea le operazioni che si svolgeranno sul territorio isolano, dalla pulizia degli alvei alla rimozione del fango: «L’obiettivo è riutilizzarlo per quanto possibile in loco»
In evidenza

Sodano: «Ischia, faremo presto e bene: da lunedì all’opera sull’isola»

Il presidente della S.M.A. delinea le operazioni che si svolgeranno sul territorio isolano, dalla pulizia degli alvei alla rimozione del fango: «L’obiettivo è riutilizzarlo per quanto possibile in loco»