fbpx
domenica, Marzo 3, 2024

Eccellenza. Mariglianese-Forio 3-0. Real Forio, è notte fonda. Blackout di 4 minuti e la Mariglianese festeggia

Gli ultimi articoli

Battuta d’arresto, ancora una volta, in trasferta. Una prova corale buona per circa un’ora, poi il blackout a metà secondo tempo e il crollo totale, con il rischio di subire una goleada nel finale. Anche a Barra c’è da registrare un passo falso del Real Forio che resta impantanato nella zona calda della classifica, perdendo ulteriore terreno da quella fascia ambita dalla proprietà. Investimenti e sacrifici in estate e in inverno, ma il Real Forio continua a balbettare. Dopo una breve continuità ad inizio anno solare, la squadra di Angelo Iervolino si ritrova nuovamente ad alternare risultati interessanti a prestazioni sottotono.

Al Caduti di Brema, dopo aver sprecato tanto nel primo tempo, la formazione biancoverde non riesce a resistere alle offensive della Mariglianese che, in appena quattro minuti, segna due volte e incanala la partita sul suo binario. Nessuna replica, non c’è la reazione nervosa del gruppo che incassa altresì la terza marcatura ad un quarto d’ora dal termine e rischia l’imbarcata nelle battute conclusive.

Riesplode il malumore tra i tifosi, un comprensibile malcontento dopo una stagione da montagne russe. Sul suolo napoletano sembra essere venuta meno la solidità mentale dello spogliatoio che, dopo lo svantaggio, subisce una batosta. Una lezione forse troppo dura per quanto visto in campo, ma il tempo delle analisi – giunti a febbraio – pare non essere più prioritario. Il Forio ha bisogno di punti, di risollevarsi in graduatoria e di agganciare una posizione consona al valore della squadra. E contro il Nola sarà probabilmente l’esame decisivo.

LA GARA

Un nuovo tonfo in trasferta in una prestazione dai due volti. Il Real Forio, dopo sessanta minuti di buona intensità e di occasioni divorate, crolla allo stadio Caduti di Brema di Barra contro la Mariglianese. La squadra di Angelo Iervolino ferma ancora la sua corsa, resta nei piani medio-bassi della classifica e perde ulteriore terreno dalla zona nobile. Una sconfitta pesante per i turchi che incassano l’uno-due a metà ripresa e si spengono nel finale, rischiando di subire una vera e propria goleada. Malumore e disappunto tra i tifosi al triplice fischio, il gruppo continua a vivere la sua stagione ad intermittenza. Con l’assenza del mister in panchina e di Pistola sulla corsia sinistra per squalifica, gli isolani si affidano a D’Alessandro sulla catena mancina con Boussaada sul versante opposto. Iacono sostituisce Di Costanzo, rimasto ai box, e affianca Cabrera. A centrocampo c’è Sogliuzzo con Arrulo, Vincenzi e Di Meglio. Filosa supporta Carissimi in avanti, parte dalla panchina il rientrante Acosta. Pronti, via e subito occasione per il Forio con il centrocampista ex Sarnese che ci prova con una botta al volo sugli sviluppi di un calcio d’angolo, la traiettoria termina sul fondo al 7’. La replica biancazzurra si segnala al 14’ con un tentativo complicato di Massaro da posizione defilata, il destro è impreciso. Passano due minuti e Carrotta, su un cross di Arario, colpisce di testa: Iandoli blocca in due tempi.

Al 21’ Vincenzi va via a destra e serve Carissimi, l’attaccante non impatta e la sfera arriva a Sogliuzzo che si divora il vantaggio dall’interno dell’area. Il capitano ci riprova subito con un sinistro dal limite, il rasoterra viene raccolto da Cappuccio all’esterno del campo. Al 24’ altra potenziale chance per gli ospiti con una conclusione di Boussaada dopo una rimessa laterale, sul ribaltamento di fronte Iandoli sbaglia in uscita e Bacio Terracino sfiora il gol: la retroguardia salva in extremis sulla linea. Le due squadre rispondono colpo su colpo, al 26’ Arario ci prova con il destro mentre al 28’ Vincenzi si rende ancora pericoloso su palla inattiva. Il primo tempo si chiude con le proteste biancoverdi per un presunto tocco di mano, l’arbitro segnala il fallo ma indica una mattonella fuori dall’area di rigore. Ed è Iacono a far registrare l’ultima opportunità della frazione iniziale, il risultato resta inchiodato al rientro negli spogliatoi. In avvio di ripresa l’approccio della Mariglianese è migliore rispetto a quello del Forio, ma l’occasione in apertura è di Di Meglio al 56’ con un destro che manca completamente il bersaglio. Al 63’ si sblocca la sfida al Caduti di Brema, ci pensa Bacio Terracino a trovare l’angolino con un tiro a giro dalla distanza. I turchi incassano lo svantaggio e non riescono a reagire, i leoni ne approfittano e raddoppiano quattro giri di lancette più tardi con una deviazione aerea di De Iulis dopo un calcio piazzato di Sannino. Il club di Amato si spegne e i padroni di casa, archiviata una giocata di La Montagna, fanno tris con Varchetta che raccoglie un passaggio dalla corsia e spedisce alle spalle di Iandoli. L’unica azione importante per gli uomini di Iervolino arriva al 76’ con Filosa e Sogliuzzo che non correggono un traversone dalla sinistra.

La Mariglianese continua a giocare e va ad un passo dal poker nel finale. Bacio Terracino, troppo altruista, serve Arario che spara sul fondo. Al 79’ Sannino si prepara ad esultare, ma l’estremo difensore isolano si oppone con un grande intervento. L’ultimo guizzo di giornata è targato De Iulis, ma anche il bomber di casa va solo vicino alla quarta marcatura per la truppa di Polverino. Non accade altro a Barra, al triplice fischio è 3-0. Bruttissima sconfitta per il Real Forio e ora la panchina di mister Iervolino torna in bilico. Gli indizi portano a questa possibile ipotesi, si avverte però un malcontento generale per gli ultimi risultati che hanno oscurato quanto di buono fatto nella fase iniziale del 2024. Valutazioni in corso per la società e tra una settimana c’è il match con la corazzata Nola al Calise.


Il tabellino
Mariglianese: Cappuccio, Prencipe, Sannino, Varchetta (88’ Ciaravolo), Vitiello (77’ Oliva), Carrotta (62’ La Montagna), De Iulis (85’ Schena), Bacio Terracino (78’ Spinola), Massaro, Arario, Piscopo. A disp.: Diodati, Barillari, Nettuno, Autiero. All.: Polverino
Real Forio: Iandoli, Arrulo, Iacono, Boussaada, Sogliuzzo, Di Meglio (85’ Aiello), Vincenzi (67’ Pelliccia), Cabrera (74’ Carnicelli), Filosa, D’Alessandro, Carissimi (72’ Acosta). A disp.: Re, Accurso, Peluso, Vitiello, Cerase. All.: Taglialatela (Iervolino squalificato)
Arbitro: Giorgio Brozzoni di Bergamo
Assistenti: Vincenzo Tallarico di Ercolano e Alfonso Morra di Napoli
Marcatori: 63’ Bacio Terracino (M), 67’ De Iulis (M), 74’ Varchetta (M)
Ammoniti: Boussaada, Iacono (RF)
Angoli 5-6
Durata 45’ pt, 49’ st

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Gli ultimi articoli