fbpx

Decreto Ischia. On Caramiello: “Per Ischia solo spiccioli”

Must Read

Dall’onorevole Alessandro Caramiello, Movimento 5 Stelle, arriva un’altra bocciatura per l’approvazione del Decreto Ischia. Una bocciatura sia in termini di risorse che si norme.

L’onorevole non ha alcun dubbio: “Il decreto è una cosa, a nostro avviso, veramente vergognosa. Riconosce pochi spiccioli all’isola – attacca subito – dopo aver dato 900 milioni di euro alle squadre di calcio. Veramente dare pochi soldi all’isola che ha subito questa tragedia non è accettabile, tant’è che lo stesso Francesco Del Deo, sindaco di Forio e Presidente dell’ANCIM, ha detto che con questi fondi stanziati riuscirete soltanto a togliere i diritti e il fango dalle strade. Noi ci aspettavamo di più. Ho portato un emendamento a prima firma mia – continua – che voleva ristorare le aziende dell’isola che hanno subito un danno a valle della frana del 26 novembre, ma mi hanno bocciato sia l’emendamento e sia poi l’ordine del giorno che avevo presentato in aula.  È imbarazzante che il ministro Lollobrigida -attacca l’esponente grillino -, il ministro all’Agricoltura parli tanto di made in Italy e si agitano per la difesa dei prodotti nazionali e poi, alla fine, lascia in ginocchio le imprese ischitane bocciando la mia proposta. Questo è un governo che fa solo propaganda ed è coerente con il loro di pensare di governare un paese come l’Italia”.

In aula, però, vi siete astenuti e non avete votato contro. Una scelta che ha un significato politico

“Assolutamente sì. Alla fine, se pure arrivano dieci milioni, non potevamo votare contro. È chiaro che non siamo assolutamente contenti di questi pochi spiccioli, ma meglio almeno pochi spiccioli che nulla e quindi, per questo, votare contro era insomma andare contro gli isolani e noi non andremo mai contro chi ha bisogno”.

A breve ci sarà una sorta di appello o di esame di recupero con la conversione in legge del Decreto Ricostruzione che arriverà tra un mese più o meno in aula. Sarà l’occasione per presentare altri emendamenti a favore dell’emergenza ischitana?

“Sicuramente daremo battaglia e presenteremo i nostri emendamenti. Noi siamo in contatto continuo con i territori isolani, con le istituzioni locali e con i sindaci. Raccoglieremo nuovamente le loro istanze, le loro proposte e le loro esigenze e ne faremo emendamenti sperando che questa volta ci ascoltino. Altrimenti capiremo che, come sta avvenendo in questi mesi, attaccano sempre soltanto i poveri, così come già avvenuto con il reddito di cittadinanza.”

Una battaglia che abbiamo lanciato noi come giornale l’altro ieri è quella legata al destino dell’Unità Di Bacino. Sembra che il disastro ischitano abbia assunto un significato di gioia per i lavoratori dell’unità di Bacino Meridionale, fino ad adesso dimenticata da tutto e da tutti e mi sembra, invece, che oggi siano si trovate risorse e opportunità per assumere 90 persone. Mi sembra che sia stato più il decreto per il l’Unità di Bacino che non per il fango Ischia.

“Diciamo che questa maggioranza continua a fare assunzioni nei ministeri. Per esempio, faranno mille assunzione per tre ministeri. Mi sembra più che stiano assumendo persone perché dicono che c’è carenza di personale che invece poi, cantieri e lavori per il bene comune e per il bene della collettività.”

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

In evidenza

Sodano: «Ischia, faremo presto e bene: da lunedì all’opera sull’isola»

Il presidente della S.M.A. delinea le operazioni che si svolgeranno sul territorio isolano, dalla pulizia degli alvei alla rimozione del fango: «L’obiettivo è riutilizzarlo per quanto possibile in loco»
In evidenza

Sodano: «Ischia, faremo presto e bene: da lunedì all’opera sull’isola»

Il presidente della S.M.A. delinea le operazioni che si svolgeranno sul territorio isolano, dalla pulizia degli alvei alla rimozione del fango: «L’obiettivo è riutilizzarlo per quanto possibile in loco»