fbpx
giovedì, Maggio 23, 2024

Casamicciola, liquidati i danni da frana ai veicoli. Valutati pagamenti per 170.569,16 euro

Gli ultimi articoli

La Città Metropolitana ha istituito un apposito fondo e l’Ordinanza n. 14 del 30 settembre 2023 di Legnini ha stabilito i criteri. L’ing. Grasso ha dovuto annullare e sostituire la prima determina adottata a marzo

Dopo un iter piuttosto complesso e l’annullamento di una precedente determina, il Comune di Casamicciola ha provveduto a liquidare agli aventi diritto il contributo per i danni occorsi ai veicoli privati e in uso delle imprese ed attività produttive durante l’alluvione del 26 novembre 2022. Misura prevista nell’Ordinanza n. 14 del 30 settembre 2023 del Commissario delegato Giovanni Legnini.

Nella determina ora adottata il responsabile dell’Area VI – Urbanistica ing. Gaetano Grasso ricorda che «gli eventi alluvionali sono stati caratterizzati soprattutto da colate di fango, misto ad acqua, tronchi di alberi e massi, che si sono riversati sulle strade, causando ingenti danni alle infrastrutture, abitazioni, autoveicoli e motocicli parcheggiati regolarmente lungo le strade o all’interno di garage e/o cortili investiti dalle colate».
Quindi «le strutture tecniche preposte hanno raccolto le carcasse delle auto e dei motocicli che sono state rimosse e portate in luoghi tali da non creare intralcio alle operazioni di ripristino dei luoghi e di soccorso alle popolazioni colpite dall’evento».
A gennaio 2023 la Polizia Municipale comunicava «di aver acquisito le denunce da parte dei proprietari di veicoli danneggiati o distrutti».
Originariamente la normativa vigente non prevedeva alcun rimborso per il danneggiamento o distruzione dei beni mobili registrati, salvo che gli stessi non fossero intestati ad imprese e ne rappresentassero il bene strumentale necessario all’esercizio della stessa.

Sta di fatto che con la ordinanza commissariale n. 4 del 30 dicembre 2022 era stato consentito ai cittadini di segnalare anche eventuali danni a beni mobili registrati, pur al solo fine di una ricognizione complessiva dei danni.
Reperite le risorse anche grazie al fondo emergenziale costituito dalla Città Metropolitana di Napoli in aggiunta a quanto previsto da Legnini, l’Ordinanza n. 14 del 30 settembre 2023 stabiliva: «Il Commissario Delegato provvede a destinare in favore dei Comuni dell’isola quota parte delle risorse finanziarie di cui alla deliberazione n. 181 del 30.11.2022 del Consiglio Metropolitano della Città Metropolitana di Napoli, istitutiva del fondo emergenziale di euro 1.000.000 di cui in premessa. Le risorse finanziarie sono destinate dai Comuni dell’isola di Ischia alla concessione di un contributo una tantum a titolo di ristoro per i veicoli, intestati a persone fisiche, danneggiati o distrutti in conseguenza degli eccezionali eventi meteorologici del 26 novembre 2022, nella misura massima di euro 5.000 per ogni autoveicolo ed euro 2.000 per ciascun motoveicolo o ciclomotore e nel limite di un autoveicolo e un motoveicolo/ciclomotore per ogni intestatario».

Prevedendo che «i Comuni possono altresì provvedere alla concessione di un contributo una tantum a titolo di ristoro per i veicoli intestati ad imprese, nella misura massima di Euro 5.000 per ogni autoveicolo ed Euro 2.000 per motoveicoli o ciclomotori, e nel limite di tre veicoli per ogni impresa».

LA PROCEDURA VALUTATIVA
I contributi sono concessi sulla base di una procedura valutativa da parte del Comune secondo precisi criteri.
Il termine per la presentazione delle domande era fissato al 31 dicembre 2023.
A marzo scorso è stato trasmesso alla Struttura Commissariale un elenco dei richiedenti, su cui però la stessa Struttura evidenziava aspetti da chiarire.
Proceduto al chiarimento, l’ufficio diretto dall’ing. Grasso «ha provveduto all’istruttoria di una parte consistente delle richieste pervenute», per un importo complessivo di 170.569,16 euro. Le richieste sono state ritenute ammissibili all’erogazione del contributo, ma sta di fatto che «è in corso l’istruttoria delle altre richieste pervenute a questo Ente», scrive Grasso.
Di qui la decisione di annullare e sostituire la determina approvata il 7 marzo e «redigere, quindi, un nuovo elenco secondo le indicazioni del dott. geol. Vincenzo Albanese».

Con il nuovo atto approvato Grasso approva le tabelle contenenti parte delle richieste pervenute al Comune e liquida la somma complessiva di 170.569,16 euro «per l’erogazione di un contributo straordinario una tantum a fondo perduto in favore dei privati per i danni subiti a veicoli, motoveicoli e ciclomotori, ed alle imprese per i danni subiti a veicoli, motoveicoli e ciclomotori in conseguenza degli eccezionali eventi meteorologici verificatisi nel territorio dell’isola di Ischia».
Per l’effettiva erogazione si dovrà attendere l’accredito della somma sulle casse comunali.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Gli ultimi articoli

Stock images by Depositphotos